CICLISMO E SPORT VARI .....................................................

CICLISMO
PROSSIME GARE
da Nov. 2014 a Gen. 2015
da Febbraio a Maggio 2015
da Giugno a Ottobre 2014
RISULTATI
da Nov. 2014 a Gen. 2015
da Febbraio a Maggio 2015
da Giugno a Ottobre 2014
VARIE
Gran Fondo del 2015
Organigramma Societa'
Class. Ciclocross 1998/2006

............SEGNALACI LE TUE GARE : ciclismo_spv@hotmail.com

"PUNTO BACHECA !!!
disponibile x tutti gli atleti
VERE OCCASIONI :

VENDO BICI NUOVA MOD. 2013 :
BIANCHI OLTRE CHORUS 11v
Ruote Campagnolo Khamsin
misura 53 colore della foto
Prezzo Listino Euro 4999.00 SCONTO 30%
Prezzo SCONTATO EURO 3490.00
TEL. 06.86208739

NUOVO -VENDO TELAIO COLNAGO M10
TAGLIA 54 (50S)
COLORE ROSSO
CON REGGISELLA
EURO 2.300,00
PER INFO :
TEL. 06.5202877

NUOVO -VENDO TELAIO COLNAGO M10
TAGLIA 55 (52S)
COLORE ROSSO
CON REGGISELLA
EURO 2.300,00
PER INFO :
TEL. 06.5202877

TORNEO REGIONALE
di CALCIO BALILLA...
Iscrizioni ed Info :
world truck-angolo bar
Se vuoi personalizzare il tuo
CASCO e non solo clicca
qui per contattare il grafico
alla sua posta o al cellulare

L. Giordani Campione
Mondiale Under 23 - 1999 -
NEWS DAL MONDO
ORARI E BIGLIETTI
MAPPE E ITINERARI
WORLD TRUCK :
Trasporti e Logistica
Tornei"Bagni Lavinia"
SCORTE TECNICHE
TEAM VESSELLA
2RADUNO :Auto d'epoca
ALBUM FOTOGRAFICO
Ecco i nove alfieri della Fracor nel 2015
Conferme e nuovi innesti per migliorare la stagione appena conclusa
Tutto pronto per il varo della stagione 2015 della Fracor, storica formazione valdarnese del presidente Nedo Guidieri. Innesti decisivi e conferme importanti per affrontare nel modo migliore un'altra stagione, con l'obiettivo di superare le due vittorie del 2014 ottenute da Stamegna, ormai passato al professionismo.
Si riparte là dove ci eravamo lasciati, con la guida dell'appassionato DS Francesco Ghiarè e dalla supervisione dell'esperto General Manager Ezio Mannucci, con nove atleti esperti e con ben chiari gli obbiettivi stagionali. Riconfermati Francesco Marzi, atleta al quarto anno under23, scalatore che nel finale dell'ultima stagione ha fatto vedere buone cose nella gare valdarnesi; altro riconfermato l'esperto Ettore Carlini che dopo essere tornato la scorsa stagione nella fila della squadra valdarnese è deciso a fare il salto di qualità. Anno decisivo anche per Michael Delle Foglie, reduce da una stagione con numerosi problemi fisici e Andrea Bordacchini, al secondo anno nella categoria.
Per quanto riguarda le novità, interessanti gli innesti dei veneti Christian Grazian e Matteo Marcolin, entrambi provenienti dal Cycling Team Friuli, esperti e desiderosi di misurarsi con il ciclismo toscano, da loro conosciuto solo per numerose gare affrontate sul territorio, ma non confrontandosi quotidianamente con questo modo di correre. Non meno interessante l'arrivo dell'australiano Jack Beckinsale proveniente dalla continental Team Avant, al quarto anno nella categoria e con una grossa esperienza nel ciclismo asiatico. Due i ragazzi al primo anno Giacomo Frangipani e il campione regionale umbro della categoria juniores Lorenzo Garzi, proveniente dalla Forno Pioppi.
Nove gli atleti alle direttive di Ghiarè che dovranno portare in alto il nome della Fracor non solo in Toscana; appuntamento per gli appassionati domenica 1 febbraio per la presentazione che si terrà, come lo scorso anno, alla discoteca Otel di Firenze in uno spettacolo di sport dai più piccini dell'Olimpia Valdarnese fino agli amici della squadra amatoriale della Cicli Gaudenzi, squadre ormai “gemelle” della storica compagine.
Organico Fracor 2015 Beckinsale Jack (Australia)- quarto anno under- proveniente Team Avant Bordacchini Andrea- secondo anno under- confermato Carlini Ettore- fuori quota- confermato Delle Foglie Michael- primo anno elite- confermato Frangipani Giacomo- primo anno under- proveniente Stabbia Ciclismo Garzi Leonardo- primo anno under- proveniente Forno Pioppi Grazian Christian- terzo anno elite- proveniente Cycling Team Friuli Marcolin Matteo- terzo anno elite- proveniente Cycling Team Friuli Marzi Francesco- quarto anno under- confermato
Elena Forzoni






























KTM ASD Scatenati si affaccia alla sua quinta stagione Il team di Meldola (Fc) ha festeggiato un 2014 ricco di soddisfazioni. Impegnata nelle granfondo su strada sia sul fronte agonistico che su quello squisitamente cicloturistico, l'"Onda nera" ha nello spirito di gruppo il suo punto di forza. A livello individuale spiccano Valerio Magnani e Patrizia Piancastelli.
26 novembre 2014 – Il team KTM ASD Scatenati è nato per divertimento, quasi per scherzo, a Meldola (Fc) a fine 2010. L'idea dei cinque fondatori - Stefano Laghi, presidente fin dalla nascita del sodalizio, Claudio Vestrucci, vicepresidente, Fabio Pannella, Ivan Montanaro e Fulvio Ruggiero - è piaciuta tanto che alla prima stagione aderirono 18 soci, il nucleo dei meldolesi, che divennero 25, poi 40, 55 nel 2014 fino agli attuali 63 iscritti. Se lo zoccolo duro è tuttora costituito da ciclisti di Meldola, ci sono anche alcuni elementi provenienti dalle province limitrofe e addirittura un milanese.
Fin da subito il team KTM ASD Scatenati ha aderito al Progetto Certificazione Etica che intende promuovere una cultura sportiva basata sui valori della pulizia, l'educazione, il rispetto della salute e la lealtà. Passano gli anni, crescono i numeri, ma quello che non cambia mai è lo spirito che contraddistingue il team e che trova la sua massima espressione nel pranzo di fine anno. La festa di fine 2014 si è tenuta domenica 23 novembre scorso nella tradizionale cornice del ristorante La Meridiana di Meldola, gestito da Antonio Coppola - Tonino per gli amici - cuoco e ciclista ovviamente tesserato con gli Scatenati. Come ogni anno, per l'occasione il team ha offerto il pranzo ad atleti e familiari, premiato i ciclisti più meritevoli e organizzato una grande lotteria di beneficienza i cui proventi saranno devoluti al centro diurno Diapason gestito dalla Cooperativa Sociale Paolo Babini di Forlì (Fc). E a giudicare dai novanta commensali con intere famiglie presenti la formula piace e molto.
Gli Scatenati si avviano alla stagione 2015 forti dei risultati di quella appena conclusa. Il Super Gentleman Valerio Magnani si è confermato come punta di diamante del team con ben otto vittorie di categoria fra cui brilla quella nella prestigiosa granfondo Selle Italia. A queste di aggiungono tre secondi posti e la vittoria finale nel circuito Romagna Challenge. Fra le donne - tre quelle impegnate nelle granfondo - spicca Patrizia Piancastelli che ha inanellato una serie di bellissimi piazzamenti fra cui il terzo posto assoluto nelle granfondo Davide Cassani, Val di Cecina, Over the Hills e nella durissima Fausto Coppi, che a detta del presidente-gregario Stefano Laghi è stata la più bella prestazione della stagione. Impreziosiscono il suo 2014 la maglia tricolore di Campionessa Italiana AICS e la vittoria nel circuito Romagna Challenge. E come non menzionare Monica Ceccarelli (impegnata nei percorsi medi, seconda nel Romagna Challenge e con un bottino di diversi podi), Mirco Giannelli (Campione Italiano AICS nella Cat. Junior) e Stefano Benci (ottimo 31° alla Nove Colli). Anche i giovani Gabriele Bentivogli e Nicola Vogli si sono ben comportati e fanno ben sperare per il futuro. Per la prima volta, nel 2014 il team ha intrapreso l'avventura delle granfondo cicloturistiche partecipando al Circuito Romagnolo. Lo spirito è sempre lo stesso: ci si divide sui vari percorsi in gruppi che pedalano uniti, senza lasciare indietro nessuno, per poi ritrovarsi tutti al pasta party. In queste manifestazioni gli Scatenati si sono ben presto fatti conoscere come l'"Onda nera", per via del colore della loro divisa e per l'abitudine di condurre nutriti grupponi che solcavano la pianura lanciatissimi verso il meritato pranzo. É stata una bellissima esperienza che sarà ripetuta anche in futuro.
Ma se per il 2015 vengono confermate sia l'attività agonistica che quella cicloturistica è merito degli sponsor che sosterranno la società e che sono Puntobox, Elcotec, Conad Bidente, Pastore & Lombardi, Paolucci Tarcisio pneumatic tools, Puntolinea elettromedicali sportivi, Lazzarini Daniele, ristorante La Meridiana e TEM. Importantissima la partnership con il negozio BBBike di Forlì, punto di assistenza del team, e con lo sponsor tecnico KTM bike industries.



















































Promo Cycling ASD e Il Biciclo Racing ASD hanno inaugurato il primo campionato federale della stagione invernale con un tracciato ricco di ostacoli e di cambi di pendenza che fanno la tipicità di questa disciplina.
Un’ottantina di curve a disegnare angoli strettissimi, una gradinata da percorrere bici in spalla e tratti di mattonato scivoloso per via della pioggia mattutina, hanno costretto i corridori ad un elevato livello di concentrazione, ciononostante non sono mancate numerose cadute e lievi infortuni. Presente durante lo svolgimento della gara, il Commissario Tecnico della Squadra Nazionale, Fausto Scotti, venuto anche in qualità di rappresentante della A.s.d Romano Scotti che promuove il circuito Cross Cup Lazio e vanta il sostegno di aziende come Northwave, Selle Italia ed NWsport.
A coadiuvare l’organizzatore Fabio Ottaviani, c’erano gli infaticabili Massimo Folcarelli ed Alfio Sciuto. Il meritato riconoscimento di Campione Regionale è andato agli atleti di ben 16 categorie regolamentate dalla F.C.I.: in primis gli Esordienti tra i quali spicca il nome di un caparbio Massimiliano Appodia (Max Riding Team ASD), che ha ottenuto il successo davanti a Edoardo Crocesi (Capobianchi Cicli Moto Sport) e a Giordano Marinelli (Drake Team NWSport). Ancora una volta campione regionale Mario Zaccaria (Prd Sport Factory Team) in questa stagione tra gli Allievi, già insignito del titolo regionale nel 2013 da esordiente. A seguire Zaccaria ci sono Patrick Favaro (Asd Gs Pontino Sermoneta) e Michael Menicacci (Drake Team NWSport). Ancora un exploit per l’azzurrino Antonio Folcarelli, Juniores (Drake Team NWSport) che ritorna a correre in casa dopo due convocazioni nella squadra nazionale per gli Europei e la prima tappa di Coppa del Mondo di ciclocross. Seconda e terza posizione per Diego Guglielmetti (Apd Ciociaria Bike) e Federico Proietti (Drake Team Nwsport) che lottano duramente per inseguire e incorrono in un paio di cadute. Lotta serrata per il titolo tra Stefano Capponi (Drake Team NWSport), Giovanni Gatti (Mtb Santamarinella Cicli Montanini) e Angelo Mirtelli (Apd Ciociaria Bike) nella categoria Open fino alla fine della gara, al termine della quale trionfa Capponi nella prova assoluta. Luca De Nicola (S.S. Lazio Ciclismo) ottiene il titolo di campione laziale tra gli Under23.
Tra le donne trionfa nella prova assoluta Maria Adele Tuia, unica in categoria Open e tesserata con la Prd Sport Factory Team per la stagione ciclocrossistica. In questa domenica purtroppo affronta il pavé bagnato e ha un piccolo infortunio all’ultimo giro, che le vieta di salire a podio per la vestizione della maglia. Maria Laura Tufi (Fiormonti Team Asd) davanti a Monica Bellachioma (Drake Team NWSport) e Arianna Ingegneri (Drake Team NWSport) prima della portacolori di PRD Sport Factory, Claudia Mazzetta, sono le campionesse regionali rispettivamente per la categoria Juniores Donne e Allieve. Tra le Esordienti vince Giulia Quattrini (GS Pontino Sermoneta) davanti a Gaia Giampieri della Civitavecchiese F.lli Petito. Un buon numero di giovani della categoria G6 maschile e femminile sono stati presenti alla prima partenza di giornata e nonostante non abbiano accesso alla selezione per il titolo regionale, si mettono ancora in risalto Mancinelli Philippe (Scuola Mtb Roma) e Chiara Liverani (Cycling Team Pomezia). Gli amatori di domenica 23 novembre raggiungono la quota di 75 partenti e ciascuno di essi ha incrementato il contributo totale che il Comitato Regionale Lazio devolverà dopo tutte le prove della Cross Cup-Trofeo Romano Scotti, all’organizzazione di manifestazioni sportive ed iniziative in favore delle categorie giovanili.
Massimo Folcarelli (Drake Team Nwsport) trionfa ancora una volta nella prova assoluta tra i Master e agguanta il titolo regionale laziale in aggiunta a quello di Campione italiano CX in carica dopo la prova di Orvieto d’inizio anno. Nella categoria Elite Master Sport trionfa Fabrizio Trovarelli (World Truck Team) ma la maglia di campione regionale va a Luiz Jeferson Benato (Asd Mtb Santamarinella Cicli Montanini). Gli M1 sono rappresentati a podio da Giovanni D’Auria (NWsport Cicli Conte Fans Bike) e i Master2 da Domenico Ponzo della romana Piesse Cycling Team, sebbene il primato della categoria vada a Carlo Saracino del Gruppo Sportivo Tugliese. Paolo Casconi (Asd GS Pontino Sermoneta) lotta accanitamente per il titolo nella categoria Master4 contro il superfavorito Gianni Panzarini (Drake Team NWsport) che deve accontentarsi del secondo posto davanti ad un altro esperto della disciplina, Paolo Tempestini (Mtb Santamarinella Cicli Montanini). Nella categoria dei più maturi M5 ed M6(e oltre) fanno un’ottima prova Mario Quattrini (Asd GS Pontino Sermoneta) e Luciano Quintarelli (Drake Team NWsport).
Le donne Master vedono la maglia tricolore Sabrina Di Lorenzo (Asd F. Moser Cycling Team) in testa alla classifica della prova di Ciampino. Ella si aggiudica anche la maglia di campionessa regionale di categoria Elite Woman Sport (fino ai 29 anni), mentre in categoria Woman 1 (dai 30 ai 39) il titolo laziale va a Vanessa Casati (Team Bike Civitavecchia). Claudia Cantoni (NWSport Cicli Conte Fans Bike) veste nuovamente la maglia di campionessa regionale Woman 2 (in carica dalla prova di Anagni del novembre 2013).


























































Cross Cup Lazio-Trofeo Romano Scotti da protagonista per la Mtb Santa Marinella a Ciampino
La Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini ha ottenuto altri importanti risultati nella consueta domenica dedicata al ciclocross. Nell’ambito del Cross Cup Lazio-Trofeo Romano Scotti, questa volta lo scenario di gara è stato quello di Ciampino (Roma) all’interno del Parco Aldo Moro che, per la prima volta, ha spalancato le porte a una gara di ciclocross riscuotendo il grande successo auspicato dagli organizzatori Promo Cycling-Prd Sport Factory Team in sinergia con l’amministrazione comunale di Ciampino. Tutte le attenzioni erano rivolte ai campionati regionali di ciclocross sotto l’egida della Federciclismo Lazio: competizioni belle, spettacolari e difficili che hanno visto protagonisti circa 150 atleti impegnati su un tracciato ricco di ostacoli e di cambi di pendenza, un’ottantina di curve a disegnare angoli strettissimi, una gradinata da percorrere bici in spalla e tratti di mattonato scivoloso per via della pioggia caduta di primo mattino. Nonostante le cadute e i lievi infortuni, i bikers santamarinellesi hanno fatto valere il proprio potenziale tecnico-agonistico e la grande voglia di andare a podio. Il risultato di rilievo della domenica è stato quello di Jeferson Benato che, nella sua categoria élite sport, ha centrato la maglia di campione regionale davanti a Ludovico Cristini (Team Bike Civitavecchia) e Lorenzo Calanca (Cicli Fatato). Un’ottima affermazione per Benato, possibile grazie al supporto di Cicli-B Mad, conquistata con grinta e determinazione: due qualità che hanno sempre contraddistinto le recenti gare del giovane atleta master dopo l’inizio promettente al Roma Master Cross e in occasione della tappa inaugurale del Giro d’Italia di Ciclocross a Fiuggi. La sfortuna ha giocato un tiro mancino a Mariangela Roncacci: una caduta, con conseguente incidente meccanico, ha compromesso l’ottima gara della biker cedendo la vittoria e il titolo a Vanessa Casati (Team Bike Civitavecchia) nella master donna 1 e la leadership del Cross Cup alla tricolore Sabrina di Lorenzo (Moser Cycling Team) mentre il secondo posto tra le master donna 2 ha premiato la gara in grande spolvero di Antonella Casale, alla sua prima esperienza nelle gare di cross. Gara strepitosa tra gli élite per Giovanni Gatti che ha sfiorato il titolo regionale. La corsa ha visto un'importante scrematura andare in scena nelle ultime sei tornate con il forcing di Stefano Capponi (Drake Team-Nw Sport) e alle sue spalle un’accesa bagarre per occupare il resto del podio operata dallo stesso Gatti con Angelo Mirtelli (Ciociaria Bike), Luca De Nicola (SS Lazio Ciclismo) e Micheal Capati (Time Bike Alto Lazio) che hanno chiuso nell’ordine sotto il traguardo. Gatti, molto contento all’arrivo per la sua performance, ci ha messo del suo per dare del sale a questa gara nonostante una parte iniziale in sofferenza che lo ha relegato fuori dalla zona podio nelle prime battute di gara. Nella master 1 Marco Ciani Passeri ha mancato di un soffio la vittoria e la maglia di campione regionale andata a Giovanni D’Auria (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike). Ciani Passeri che inseguiva il titolo da due stagioni, si è comunque fatto valere, ingaggiando fin dalle prime battute una bella sfida con D’Auria e allo stesso tempo corretta con tanto di complimenti a vicenda nel dopo gara. Gara master 4 nel segno di Paolo Casconi (Pontino Sermoneta) ma si sono distinti Paolo Tempestini, Gianluca Marinucci e Giuseppe Cherubini, rispettivamente al terzo, sesto e dodicesimo posto di categoria. Armando Mattacchioni (secondo), Angelo Ciancarini (terzo) e Vincenzo Scozzafava (quarto) sono stati i primi attori nella nutrita fascia dei master 6 cercando soprattutto di fare ritmo e mettere le mani su una gara che si prevedeva assai tirata quanto difficile ma che ha poi visto il successo e la maglia di campione regionale sulle spalle di Luciano Quintarelli (Drake Team-Nw Sport). Altre grandi soddisfazioni ed una serie di piazzamenti sono andati ad arricchire il ricco palmares domenicale da parte di Luigi Onofri (terzo), Massimo Negossi (quarto), Fabio Pisanelli (quinto) e Claudio Albanese (settimo) in luce nella master 5 dominata da Mario Quattrini (Pontino Sermoneta). Dal Lazio alla Basilicata, terra di origine del nuovo acquisto Paolo Fattore che ha preso parte al Trofeo Ciclocross Città di Viggiano: il 28°posto nella gara sui 60 minuti e il settimo tra gli élite lo hanno ripagato pienamente per esordire nel migliore dei modi con la nuova casacca della formazione laziale.









































A Sasso di Castalda convegno sul fascino antico del ciclismo alla presenza di Renato di Rocco e Davide Cassani
C’era una volta il fascino antico del ciclismo: le gare si svolgevano su percorsi a volte superiori ai 500 chilometri e potevano durare molte ore; nelle corse a tappe si correva al ritmo di una volta ogni due-tre giorni; le strade erano ancora sterrate, guasti e forature erano abituali e i corridori riparavano le biciclette da soli. Non esisteva ancora il cambio di velocità e salite e discese si affrontavano con lo stesso rapporto.
Nel periodo che precedeva la Prima Guerra Mondiale salirono alla ribalta Luigi Ganna, Costante Girardengo, Alfredo Binda, Giovanni Brunero, Lucien Petit-Breton ed Ottavio Bottecchia (bersagliere ciclista) solo per citarne alcuni mentre sono tante le corse che affondano le radici nei tempi antichi e ad oggi sono le più rilevanti e le più rappresentative nella valutazione della Unione Ciclistica Internazionale: in ordine temporale Liegi-Bastogne-Liegi (1892), Parigi-Tours (1896), Parigi-Roubaix (1896), Tour de France (1903), Giro di Lombardia (1905), Milano-Sanremo (1907), Giro d’Italia (1909) e Giro delle Fiandre (1913).
Il fascino antico del ciclismo è il tema di un convegno (ore 16:30) che si svolgerà al Palazzo De Luca a Sasso di Castalda (Potenza) giovedì 27 novembre, preceduto al mattino (ore 11:00) da una visita nei plessi scolastici della cittadina lucana dove ci sarà un dibattito sull’argomento sicurezza.
Nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra (1914-1918), il convegno è stato presentato con una conferenza stampa presso la sede del Coni regionale della Basilicata.
Tra le presenze illustri della giornata del 27 novembre il presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco, il commissario tecnico della nazionale di ciclismo su strada Davide Cassani e il presidente regionale FCI Basilicata Carmine Acquasanta assieme a tutti i rappresentanti istituzionali del comune di Sasso di Castalda. Sono attesi come ospiti anche i professionisti lucani Domenico Pozzovivo, Antonio Santoro e Antonio Viola.
L’appuntamento per tutti è quindi fissato a giovedì per condividere una grande giornata di sport e di ciclismo dal sapore “vintage”.





























L’intermodalita’ è l’utilizzo combinato di più mezzi di trasporto,nello specifico della bicicletta in accoppiata con il treno,la metro,gli autobus ecc .,in concreto il suo trasporto sui mezzi pubblici.In numerose Capitali Europee,la bicicletta tradizionale è autorizzata ad accedere in vettura ma con varie limitazioni nell’accesso in stazione,nell’orario e nel numero di bici trasportate contemporaneamente.Pochissime carrozze,se pur identificabili con i pittogrammi esterni, hanno lo spazio dedicato al parcheggio autonomo della bicicletta.La questione si fa’ più difficile sui bus tanto che da preferire l’aggancio bici esternamente al mezzo.
Naturalmente,la pieghevole,purche’rispetti le dimensioni previste da chi la trasporta,non ha alcun problema.
La situazione in Europa:
Gran parte delle citta’ Europee consentono il libero trasporto della bici nei giorni festivi,qualcuna il Sabato e tutte in Luglio ed Agosto.
-Amsterdam,si compra il biglietto valido per tutte le stazioni “Dagkaart Fiets” con 6 Euro.La bici, senza bagagli,va’ collocata negli appositi vagoni.Vietato il suo trasporto dalle 6,30 alle 9 e dalle 16,30 alle 18.Un’unica tratta costa Euro 1,5. -Londra,sulla metro si sale sempre ad esclusione delle ore di punta e delle linee che percorrono le gallerie più profonde. -Parigi,si sale gratis dalle 10 alle 15.Fine settimana e festivi dopo le 19. -Praga,si sale con la bici sempre su tutti i mezzi pubblici –Berlino,costa da 1,00 a 1,50 ma non ci sono limiti di orario. -Copenhagen,costa 12 Corone ovvero 1,60 Euro e si sale fino alle 7,dalle 9 alle 15,30 e dopo le 17.Si sale senza limitazioni di orario anche a Giugno. -Stoccolma-non si sale. -Oslo,è consentito salire sempre purche’ le vetture non siano affollate.Costo 13 Corone ovvero Euro 1,65. -Vienna,si accede dalle 9 alle 15 e dopo le 18,30.Sabato dopo le 9.L’accesso in vettura è consentito ad un massimo 2 bici. -Budapest,non si sale. -Madrid,gratuito feriale dalle 10 alle 12,30 e dopo le 21.Limite 2 bici sulla vettura contrassegnata. -Lisbona,gratis dopo le 20.Anche qui vige il limite di 2 bici contemporaneamente. -Atene,trasporto bici sperimentale il mercoledi’ dopo le 18 e domenica dopo le 12.Accesso sulla vettura di coda e limite massimo di 2 bici.
-Roma: Metro A B B1 si sale sulla prima vettura(sulla metro C è quella centrale),nei giorni feriali, fino alle 7 dalle 10 all 12 e dopo le 20.Non ci sono limiti al numero di bici trasportate(potrebbe in futuro costituire un problema di mobilita’ nella discesa e salita dal treno!!) se non quello di telefonare al n. 06 46954037(Pianificazione rete)per i gruppi superiori con 5 bici.Gli abbonati Metrebus non pagano il trasporto della bicicletta.La stessa gratuita’ vale per i possessori delle pieghevoli.Tutti gli altri, Euro 1,5 a tratta cittadina. E’ permessa la salita con la bicicletta su alcuni Bus (83,118,412,673,715,772,791,911,120f,180f ) e Tram(2-3-8-5-14-19).Questo servizio,lo consiglio,solo in casi veramente eccezionali. -Roma Lido:verso Ostia si sale fino alle 12,30 e dalle 20-verso Roma,fino alle 7,dalle 10,30 alle 13 e dopo le 16.Parcheggio consentito sulla prima carrozza. Tutte le stazioni europee sopra menzionate hanno l’area parcheggio bici,in Olanda,anche al coperto e controllate.
Personalmente,in presenza di un’adeguato servizio di Bike Sharing ,come a Parigi,consiglio di avvicinarsi con la propria bici alla stazione Metro,lasciarla al parcheggio e salire in vettura liberamente. Una volta al Centro si gironzola con le bici messe a disposizione dal Comune.
Ultime novita’ del genere sono i “Bike dispenser”notati a Nijmegen(Olanda).Veri e propri erogatori di biciclette dotate di RFID(Radio Frequency Identification).Per servirsene ci vuole la Tessera annuale al costo di 9,50 Euro mentre il noleggio giornaliero è di Euro 2,85 per 20 ore.La ditta fornitrice è l’olandese Springtime.











































Criterium Italiano e Circuito Tricolore UISP: giù il sipario e appuntamento al 2015
Con la premiazione di sabato allo Ruotando Show di Cesena, davanti a una platea gremita da 400 tra ciclisti e simpatizzanti, la UISP ha ufficialmente chiuso la stagione cicloturistica 2014. Ha vinto il Circuito Tricolore per Società UISP la UCF Baracca Lugo, mentre nel Criterium Individuale si sono distinti in nove per aver pedalato i percorsi lunghi di tutte le tredici tappe. E ora tutti proiettati nella stagione 2015. 24 novembre 2014 – È stata una vera festa di chiusura. La rassegna Ruotando Show di Cesena, nel cuore della Romagna culla del cicloturismo, ha ospitato come ormai di consueto la cerimonia di chiusura dell'attività della Lega Ciclismo UISP. Nelle vesti di padroni di casa Mauro Rozzi, presidente della UISP Emilia Romagna, e Paolo Lucchi, primo cittadino di Cesena.
Davide Ceccaroni, Presidente della Lega Ciclismo Nazionale UISP, ha posto l'accento sulla valenza del cicloturismo e della pratica ciclistica in tutte le sue sfumature: «la bicicletta è un pezzo fondamentale delle nuove politiche oggi in atto in Italia in tema di salute e stile di vita sano, un elemento fondante del wellness, e l'Emilia Romagna può distinguersi come portatrice di questa esperienza grazie anche a tutti i suoi praticanti». Ma la salute passa anche attraverso il rispetto dell'ambiente e con questa consapevolezza la UISP ha elaborato nuove linee guida, mirate a rendere ecosostenibili gli eventi sportivi anche dal punto di vista organizzativo. Un modo molto moderno di concepire uno sport già di per sé ecologico come il ciclismo e per sensibilizzare praticanti e non al rispetto della natura a partire dai comportamenti quotidiani, come hanno affermato lo stesso Mauro Rozzi e Manuela Clayset, responsabile del progetto "Eventi sportivi sostenibili" dell'Area Ambiente UISP regionale. Dopo i saluti delle autorità e dei dirigenti UISP, spazio alle premiazioni dell'attività cicloturistica e cicloamatoriale dei comitati provinciali di Forlì-Cesena e Rimini - con un riconoscimento a singoli e società che hanno vinto un titolo nazionale - e dei circuiti cicloturistici nazionali.
Nel Circuito Tricolore per Società UISP si è imposta la UCF Baracca Lugo - organizzatrice del Giro di Romagna, vera perla del movimento - che con un bottino di 2.325 punti tra presenze e chilometri pedalati ha conquistato la maglia tricolore e ricchi premi in natura. Secondo il Team Bike Passion Faenza, Campione Italiano di Cicloturismo in carica, mentre terza si è classificata l'AVIS Faenza. La Ciclismo Medicina 1912, quarta, si è distinta come squadra con il maggior numero di ciclisti - ben 18 - premiati nel Criterium Individuale. Il Criterium ha visto la partecipazione di un centinaio di ciclisti. Nove di questi, fra cui una donna, hanno pedalato il percorso lungo in tutte le tredici prove conquistando la vittoria a pari merito con 1.785 chilometri. Per loro la maglia tricolore e - come per tutti gli altri - una cesta di prodotti alimentari e la coccarda ricordo. Fortunatissimo Maurizio Carretti, che si è aggiudicato la bicicletta Fondriest R20 estratta a sorte fra i nove vincitori.
Così come ha ricordato Dino Tamburini, responsabile nazionale della granfondo cicloturistiche non competitive, ora si può pensare tutti al 2015: i calendari nazionali di questo movimento nato in Romagna sono già on line e abbracciano un numero sempre maggiore di regioni. Ancora, il Circuito Tricolore in tre prove avrà la valenza di Campionato Italiano di Cicloturismo UISP e sarà l'appuntamento clou per le società.











































Premiazioni del Trofeo Centro d’Italia Biemme e del Giro Lazio Master Challenge Giessegi
Con la cerimonia delle premiazioni del Trofeo Centro d’Italia Biemme e del Giro Lazio Master Challenge Giessegi, Sabato 22 novembre, presso la Sala Auditorium del Palazzo delle Federazioni a Roma, si è chiusa l’intensa stagione organizzata dalla Largo Sole, società del Comitato Regionale Lazio della Federazione Ciclistica Italiana. Le due manifestazioni, si sono articolate nell’arco dell’intero anno iniziando ad Amalfi e chiudendo a Terracina passando per Cassino, Atina, Frosolone, Santa Maria Capua Vetere, Vasanello, Castel del Monte, Fiano Romano, Sant’Elena Sannita pedalando e apprezzando territori di grande fascino.
La serata è stata aperta dal benvenuto del Presidente del Comitato Regionale Mauro Antonio Pirone che ha sottolineato come il Settore Amatoriale nel Lazio sia in continua evoluzione e che la vocazione interregionale del Centro d’Italia è parte di un discorso ampio che coinvolge anche altri settori del ciclismo laziale. Con l’occasione il Presidente Pirone ha anche sollecitato il ripristino del Campionato Regionale Strada e concluso l’intervento anticipando ai presenti gli auguri di buon Natale.
Mauro Tanfi ha dato inizio alle premiazioni del Trofeo Centro d’Italia Biemme che hanno visto l’assegnazione delle seguenti maglie di categoria per la classe “mediofondo” :
EWS DE IULIIS MANUELA - Asd Largo Sole ELMT PITTIGLIO ALESSANDRO - Asd Ora Et Labora M1 LEVA MARCO - Asd Rocchetta Bike M2 DI PIETRO LUCIO - Asd Largo Sole M3 D'AMBROSI GIOVANNI - Asd Largo Sole M4 TEOLI LUCIO - Asd Ora Et Labora M5 POLIDORI ENNIO - Asd Team Conti 1980 M6 RISI RENATO - Asd Ora Et Labora M7 RIOLLI GIANCARLO - Asd Team Conti 1980 M8 PALMARELLI EMILIO - Asd Team Conti 1980
Ha proseguito nell’assegnazione delle maglie di categoria per la classe “granfondo” il Presidente Mauro Pirone: M1 CORELLI MARCO - Asd Ora Et Labora M2 ORABONA FRANCESCO - Asd Pedale Normanno M3 CONTI ALFONSO - Asd Team Conti 1980 M4 VISELLI ROCCO - Asd Largo Sole M6 CINALLI GIUSEPPE - Asd Sangro Aventino Atessa M7 CONTI ANTONIO - Asd Team Conti 1980
Dopo un gradito intermezzo a base di pasticceria realizzata dalle preziose mani delle anime della Largo Sole, Carla e Giulia Capassi, è stato il momento dei riconoscimenti del Giro Lazio Master Challenge Giessegi. A premiare i meritevoli ha contribuito un grande amico della società organizzatrice, Agildo Mascitti, Direttore di Corsa Internazionale e Presidente della Commissione Sicurezza del Comitato Regionale Lazio della FCI. Questi i vincitori delle maglie di categoria:
EWS DE IULIIS MANUELA - Asd Largo Sole W2 RIGON ELISA - AS Roma Ciclismo ELMT BORGIA ANDREA - Piesse Cycling Team M1 CORELLI MARCO - Asd Ora Et Labora M2 ANGELUCCI LUCA - Asd Ora Et Labora M3 PISANI EMANUELE - Bikextreme Racing Team M4 GRANCAGNOLO GIOVANNI - Asd Ora Et Labora M5 LUCCI LUCA - Asd Ciclisti Sorani M6 TERRAGNOLI ROBERTO - Asd Team Conti 1980 M7 CELLUZZI ANTONIO - Asd Disoflex M8 CEDRONI DIEGO - AS Roma Ciclismo











































A Kevin Pauwels la 5^ prova Superprestige di Spa-Francorchamps
Il belga affianca Van der Haar in classifica, conferme di Van Aert (U23) e Iserbt (Jrs) – Tra le donne si ritira Sanne Cant per incidente meccanico e vinc e l'inglese Harris
Spa-Francorchamps (BEL) (23/11) – Sul pesante circuito ricavato negli spazi interni ed esterni all'autodromo di Spa-Francorchamps si è disputata la quinta prova del Trofeo internazionale Superprestige di ciclocross che ha registrato il successo di Kevin Pauwels, già vincitore della seconda prova a Zonhoven. L'atleta del team Sunweb Napoleon ha così preso il comando della classifica, seppure a pari punti con Lars Van der Haar, giunto secondo (a 15”) sulla ripida salita che portava all'arrivo, lo stesso tratto di asfalto che, di solito, è riservata ai bolidi della formula uno.
Sul terzo gradino del podio Tom Meeusen (a 29”), autore di una rincorsa finale che gli ha consentito di anticipare Mathieu Van der Poel (quarto a 44”, ora secondo in classifica ad un solo punto da Pauwels e Van der Haar), e Jens Adams (quinto a 48”). Soltanto ottavo Sven Nys (a 1'21”), che perde il primato della classifica è passa in quarta posizione a tre punti dalla coppia di testa.
In vista della sesta delle otto prove complessive, prevista in notturna per il 28 dicembre a Diegem, ben sette corridori si ritrovano in una forbice di cinque punti, che comprende anche Klaas Vantornout (meno quattro), vincitore della quarta prova ad Asper-Gavere e Tom Meeusen (meno cinque), a sua volta primo in quella di Ruddervoorde.
Situazioni completamente diverse nelle categorie Under 23 e Juniores dove l'iridato e campione europeo Under 23 Wout Van Aert (quattro vittorie su altrettante gare disputate) e il campione europeo Juniores Eli Iserbyt (imbattuto in tutte le gare disputate in questo scorcio di stagione) hanno ribadito la loro netta superiorità sui rispettivi colleghi.
Nella categoria Elite donne, per la quale non è prevista classifica a punti, l'inglese Nikki Harris ha colto al volo l'occasione offerta dal ritiro della belga Sanne Cant, causa irreparabile incidente meccanico, aggiudicandosi la prova con 10” di vantaggio sulla connazionale Helen Wyman e 21” sulla fiamminga Ellen Van Loy.
Alfredo Vittorini































Show di Luca Braidot e Chiara Teocchi nella gara nazionale di Schio
Brillano anche Mandelli e Beggin nella categoria juniores, più di 400 atleti all’apertura del Selle SMP Master Cross - Assegnati anche i titoli italiani Vigili del Fuoco e quelli provinciali di Vicenza
Schio (VI) - Una bella giornata di sole ha aperto il “Trofeo Selle SMP Master Cross”, che in quel di Schio ha debuttato con la gara nazionale “6° Trofeo Città di Schio” nel consueto percorso adiacente le piscine comunali, molto tecnico e vario, simile ai cross svizzeri. Più di 400 gli atleti al via, nutrita anche la partecipazione amatoriale, vista l’assegnazione dei titoli nazionali per Vigili del Fuoco e dei titoli provinciali vicentini, oltre all’assegnazione, in quanto gara nazionale, di punti top class. Percorso molto vario, viscido quanto basta per esaltare le capacità di guida dei partecipanti, con scalinate da fare a piedi, su e giù, curve e rilanci, discese ripide che hanno reso le gare molto combattute ed affascinanti, complice anche la qualità dei partecipanti, con i migliori interpreti della disciplina a darsi battaglia.
Nella gara clou, quella degli open, un trenino di 7 elementi è rimasto compatto per buona parte di gara, con attacchi alternati dei fratelli Braidot e di Tabacchi (Forestale), di Ponta (Esercito- Selle SMP Dama Merida) e di Paccagnella (Corratec). Sembrava si dovesse attendere un epilogo in volata, quando è riuscito a sganciarsi il campione italiano Luca Braidot, che andava a vincere sul fratello Daniele e su Marco Ponta (nella foto di Alessandro Billiani l’arrivo). Ottimo quarto assoluto, sempre davanti con i migliori, è giunto Nadir Colledani (Trentino Rosa Anima Nera) primo under 23. Seguono Thomas Paccagnella, Lorenzo Samparisi (Selle SMP Dama Merida) secondo Under 23 e Martino Fruet (Carraro Team Trentino). Il terzo Under 23, 8° assoluto, è Tommaso Caneva (Sportivi del Ponte). La gara juniores ha visto la vittoria dell’azzurro Federico Mandelli (MTB Increa) su Giorgio Rossi (I. Idro Drain Bianchi) ed Edoardo Nichele (Sc Padovani), autore nel finale di un’ottima rimonta su Daniel Smarzaro (Carraro Team Trentino) che gli ha consentito di salire sul podio.
La gara donne open ha visto la giovane under 23 Chiara Teocchi (I. Idro Drain Bianchi) imporsi fin dalla prima tornata, tallonata dalla forestale Alessia Bulleri giunta seconda. Terza Anna Oberparleiter (Carraro Team Trentino). Tra le juniores successo netto di Sofia Beggin (Breganze) su Letizia Borghesi (Carraro Team Trentino) ed Alessia Dal Magro (Sportivi del Ponte). Tra le master successo per la tricolore Chiara Selva (Spezzotto). Nella Fascia 3 a primeggiare è stato Aldo Mares (Sc Alpago) su Claudio Dovigo (Benato) e Fabrizio Stefani (Rudy Project Pedali di Marca). Nella Fascia 2 vittoria di Flavio Zoppas (Vimotorsport) su Sergio Giuseppin (Delizia Bike) e Paolo Perini (Altair). Nella Fascia 1 il leader di giornata è Carmine Dal Riccio (Sunshine), che batte Diego Lavarda (Torrebelvicino) ed Alessandro Zabeo (Due Torri Rovigo).
Gli allievi 2° anno hanno visto il successo di Filippo Zana (Contri Autozai) su Alberto Brancati (Caprivesi) e Lorenzo De Vettori (Sorgente Pradipozzo).
Tra gli allievi al primo anno vittoria di Filippo Fontana (Sanfiorese) ottimo 2° assoluto, su Tommaso Dalla Valle (Sportivi del Ponte) e Samuele Carpene (Val D’Illasi). Gli esordienti al 2° anno hanno visto l’ennesima vittoria di Michele Chiandussi (Trentino Rosa Anima Nera) su Nicolò Buratti (Pedale Manzanese) e Nicholas Caruzzi (Team Granzon). Il podio allieve è il seguente: la tricolore Sara Casasola (Trentino Rosa Anima Nera) batte Matilde Bolzan (Girelli) e Francesca Selva (Libertas Scorzè). Patrizia Critelli (Cardano) è la prima tra le donne esordienti, seconda Marina Guadagnin (Sportivi del Ponte) e terza Beatrice Pozzobon (G.S. Mosole).










































Annalisa Cucinotta vince lo scratch al “Revolution” di Manchester
Grande performance dell’azzurra, campionessa italiana della specialità, che nella finale ha piegato la plurititolata britannica Laura Trott e la francese Laurie Berthon
Manchester (GBR) (22/11) –
Prestigiosa vittoria di Annalisa Cucinotta al “Revolution” svoltosi ieri al National Cycling Centre di Manchester, manifestazione internazionale su pista che assegna punti Uci per la qualificazione ai Campionati del Mondo.
L’azzurra in forza al Gs Forestale si è imposta nelle finale dello scratch davanti alla beniamina del pubblico Laura Trott, vincitrice di due ori olimpici a Londra (omnium e inseguimento a squadre), di 5 titoli mondiali e 4 europei, e alla francese Laurie Berthon.
Annalisa Cucinotta è la campionessa italiana in carica della specialità, ha 28 anni (è nata il 4 marzo 1986 a Latisana, in provincia di Udine). A Manchester ha dimostrato la sua classe e intelligenza tattic inserendosi nel gruppetto delle migliori che hanno guadagnato un giro sul resto delle concorrenti per poi fulminare in volata con tempismo perfetto la britannica Trott e la francese Berthon.




















Grande entusiasmo al primo raduno del GM Cycling Team
Si e’ chiusa la due giorni di Francavilla al Mare (Ch): prossimo appuntamento il 3 gennaio per la presentazione della squadra
Il primo mini-ritiro del GM Cycling Team si e’ svolto nell’incantevole cornice che Francavilla al Mare ha saputo regalare in queste insolite tiepide giornate di Novembre: la squadra, che iniziera’ la propria attivita’ nel 2015, si e’ ritrovata con tutti i componenti all’Hotel Corallo, fatta eccezione per i due colombiani Jose’ Tito Hernandez e Jordan Parra che non sono potuti essere presenti.
Durante questi due giorni la squadra ha potuto conoscere il materiale tecnico che andra’ ad utilizzare durante il prossimo anno: molto importante e’ stato infatti l’incontro con Raffaele Fumagalli di Hersh, che fornira’ i telai: l’azienda lombarda esordisce nel mondo del ciclismo che conta insieme al GM Cycling Team in una unione che portera’ ad una crescita comune. Presente al ritiro anche Fabio Tinelli di Hicari per prendere le misure dell’abbigliamento tecnico che verra’ utilizzato dalla squadra. Nella mattinata di domenica, invece, i ragazzi hanno incontrato Dennis Favretto di Selle Italia, azienda che svolgera’ un ruolo molto importante per la crescita del team, e la dottoressa Angela De Stefano, Specialista in Medicina dello Sport del centro Mds Pescara, che seguira’ nel dettaglio tutti i corridori.
La squadra e’ stata ospite anche dei ristoranti di Ripa Teatina (Ch) La Torre di Blaga, Il Dito e la Luna e del ristorante Il Melograno di Miglianico (Ch). I ragazzi hanno anche partecipato a una serata organizzata dalla Parafarmacia Torello, sponsor che mettera’ a disposizione gli integratori per i corridori in confezioni personalizzate. Durante il pranzo del sabato sono stati presenti le autorita’ locali di Ripa Teatina, l’assessore allo sport Gianluca Palladinetti e l’assessore al bilancio Moreno Nicolo’, insieme al sindaco Ignazio Rucci; con loro anche Mauro Marrone, presidente del comitato regionale Abruzzo della FCI.
“Il primo raduno ha evidenziato che il nostro puo’ essere un gruppo molto affiatato - afferma il presidente Gabriele Marchesani -, io e i direttori sportivi stiamo continuando a lavorare affinche’ i ragazzi abbiano tutte le possibilita’ per potersi esprimere al meglio. Siamo molto felici anche per l’entusiasmo che i nostri sponsor riversano nel nostro progetto, che vuole essere completamente nuovo nel mondo del ciclismo”.


































CICLOCROSS: L’under Wout Van Aert vola sulle dune di Koksijde
Secondo Kevin Pauwels, nuovo leader di Coppa, terzo il giovane olandese Mathieu Van der Poel –
Non ha preso il via Van der Haar (causa febbre), Franzoi si ferma al quarto giro
Koksijde (BEL) (22/11) – Il ventenne belga Wout Van Aert, iridato e campione europeo under 23, vince la seconda prova di Coppa del Mondo Ciclocross disputata oggi a Koksijde e riservata alla categoria élite donne e uomini.
In realtà Van Aert rientra nel gruppo degli under 23 ammessi dal regolamento Uci a gareggiare con gli élite.
Come il diciannovenne olandese Mathieu Van der Poel, oggi terzo alle spalle di Kevin Pauwels, il quale, grazie alla seconda posizione (la stessa della prima prova di Valkenburg), sale in testa alla classifica con 140 punti, seguito da Tom Meeusen, oggi quarto, con 115 punti.
Non ha preso il via, causa febbre, l’olandese Lars Van der Haar, vincitore a Valkenburg. Enrico Franzoi si è fermato verso il trmine del quarto giro.
UOMINI ELITE: 1. Wout Van Aert (Bel) in 1h02’34”; 2. Kevin Pauwels (Bel) a 41”; 3. Mathieu Van der Poel (Ola) a 53”; 4. Tom Meeusen (Bel) a 55”; 5. Klaas Vantournout (Bel) a 57”; 6. Jens Adams (bel) a 58”; 7. Corne Van Kessel (Ola) a 1’05”; 8. Philipp walsleben (Ger) a 1’08”; 9. Rob Peeters (Bel) a 1’11”; 10. Bart Wellens (Bel) a 1’15”;





















Successo pieno del Trofeo Ciclocross di Montegrappa a Tuglie
Si è svolta con successo a Tuglie (Lecce) la prima edizione del Trofeo Ciclocross di Montegrappa che ha richiamato tanti appassionati della specialità invernale delle due ruote dalla Puglia, dalla vicina Basilicata e anche dalla Campania, impegnati su di un percorso di particolare interesse e bellezza dal punto di vista tecnico-paesaggistico all’ombra del Santuario di Montegrappa, in cima alla collina che sovrasta la cittadina salentina.
Ad aprire la kermesse i G6 promozionali con la loro gara sui 20 minuti dove ad avere la meglio sono stati Angelo Pellegrino (GC Salentino), Simone Lacorte (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano) e il lucano Piergianni Cautela (Loco Bikers). Tra gli esordienti uomini si è imposto Pierpaolo Giannelli (Mtb Casarano) seguito da Francesco Binetti (Polisportiva Dilettantistica Cavallaro) e Alessio Selleri (Asd Dominasud).
La "vice maglia rosa" in carica del Giro d’Italia di Ciclocross Federica Piergiovanni (Polisportiva Gaetano Cavallaro) è stata la prima donna a tagliare il traguardo tra le esordienti seguita da Alessia Scarpa (GS Tugliese). Il lucano Felice Curiale (Loco Bikers) è salito sul gradino più alto negli allievi, posto d'onore per Giuseppe Girone (Team Giovanile Franco Ballerini Bari) e sullo scalino più basso Simone Macrì (Mtb Casarano) mentre nella stessa categoria ha onorato la sua partecipazione Teresa Di Vincenzo (Polisportiva Gaetano Cavallaro). Nella gara juniores, dopo un avvio con al comando Mattia Patruno (Polisportiva Gaetano Cavallaro) e Leonardo Fanfulla (Andria Bike), subito dietro Giuseppe Mastrototaro (Polisportiva Gaetano Cavallaro) rimaneva leggermente attardato ma la situazione si è clamorosamente capovolta. Infatti prima Fanfulla, poi Patruno hanno dovuto fare i conti con i problemi meccanici facendo conquistare meritatamente a Mastrototaro la vittoria, a Fanfulla e a Patruno rispettivamente la seconda e terza piazza. Problemi al mezzo meccanico che non hanno risparmiato neanche Mauro Piccolo: nella gara élite-under 23 è stato costretto a fermarsi ai box per ben 3 volte a causa di problemi alla propria bicicletta perdendo la leadership che aveva in pugno nei primi giri e cedendola all’atleta di casa Giacomo Colona (GS Tugliese). Piccolo ha potuto conquistare la seconda piazza davanti al compagno di squadra Gianvito Diniso della Polisportiva Gaetano Cavallaro. Ancora una grande prestazione per il campano Michele Salza (Team Co.Bo Pavoni): 45 anni e non sentirli, sempre protagonista in tutta le stagioni di ciclocross nella massima categoria agonistica e che a Tuglie ha potuto lasciare il segno nella categoria élite seguito nell’ordine da Emmanuele Greco (GS Tugliese) e Giuseppe Pesce (Kalos CV2.it).
Come per le gare esordienti ed allieve, la Gaetano Cavallaro ha messo la firma al successo anche nelle donne élite con Krizia Ruggieri davanti a Jennifer Manco (GS Tugliese) e Miriam Negro (GS Tugliese) mentre alle loro spalle Alessandra Mastrototaro e Cristina Scarasciullo hanno monopolizzato il podio juniores. Alban Nuha (Team Eurobike Corato) si è aggiudicato la fascia degli élite sport precedendo Nicola Pugliese (Asd Nocinbici), Alessandro De Matteis (Team Mtb San Pietro Vernotico) e a poca distanza Cosimo Cattedra (NRG Bike) leader della categoria master 1 davanti ad Andrea Pinto (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano). Marino Carrer (Team Eurobike) ha ottenuto il primato tra i master 2 battendo Carlo Saracino e Simone Greco (entrambi del Gruppo Sportivo Tugliese). Fra i master 3 ha trionfato Ernesto Angelini (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano), posto d'onore per Pietro Laghezza (Folgore Bike) e terzo Pietro Prudentino (Uisp). Ancora Luigi Maurizio Carrer ha primeggiato fra i master 4 in una sfida in famiglia con il compagno di squadra Domenico Del Vecchio giunto terzo e con in mezzo il secondo posto nella medesima categoria di Luigi Cofano (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano).
Biagio Palmisano (Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano) si è imposto tra i master 5 su Fabio Massari (GS Tugliese) così come Bruno Riccio (As Civitas) in evidenza tra i master 6 davanti a Michele Partipilo (Asd Romanelli Bike) e Giuseppe Petrosino (Team Eurobike). Ancora un ottimo piazzamento per Tommaso Barbaro (GSC Baser Dilettantistico) e Sabrina Manco (GS Tugliese) rispettivamente a segno tra i master 7 e le master donna. L’evento prevedeva anche la partecipazione dei baby-biker delle categorie giovanissimi (G1-G2-G3-G4-G5) che hanno risposto e partecipato con entusiasmo percorrendo i 400 metri del percorso a loro riservato nell’ambito del Mini Short Track.
Organizzazione formidabile quella messa in campo dal Gruppo Sportivo Tugliese del presidente Rocco De Santis che ha ringraziato gli sponsor, l’amministrazione comunale di Tuglie e tutti i volontari che hanno contribuito al successo di questa prima edizione, ma soprattutto gli atleti convenuti a Tuglie che, assieme al pubblico, sono stati la vera “anima” della manifestazione a conferma di quanto la gara sia stata molto sentita in una delle zone più affascinanti delle cosiddette “Serre Salentine”.


















































Presso gli accoglienti locali del centro sportivo "Sport City " di Trigoria (rm), si sono riunite le piu' importanti societa' laziali.
Varato il nuovo regolamento e il calendario 2015:
Si partira' l’ultima domenica di Febbraio , con una importante prova a cronometro ( facente parte del neonato circuito crono della Capitale ), per terminare la prima domenica di Ottobre.
Il presidente regionale CSAIN Marcello Pace ha presentato le nuove iniziative dello CSAIN 2015 :
il 5 Dicembre 2014 la festa dei 60 anni dello CSAin ospiti nel Salone d’Onore del CONI a Roma, occasione per ricordare le iniziative ed il lavoro svolto, ma soprattutto per far conoscere la visione del nostro futuro e i prossimi appuntamenti : i 20th European Company Sport Games che si svolgeranno nel periodo di Giugno a Riccione nel circuito di Misano.
Riconoscimenti sono andati a Nello Di Gennaro ottimo organizzatore della medio fondo della Capitale . Un premio particolare e' stato assegnato all'imprenditore Cristiano Taccone per l'attivita' svolta in favore della buona riuscita della Coppa Lazio 2014.
Regista della cerimonia il responsabile CSAIN ciclismo di Roma Claudio Trovarelli. Come sempre molto partecipata e fruttuosa la riunione, diverse le novita' che interesseranno il piu' importante circuito ciclistico amatoriale romano.
- Assegnate allo CSAIN ciclismo di Roma diverse iniziative nella attivita’ della mountan bike - .
Dopo gli ottimi risultati della precedente edizione sono state confermate le collaborazioni con : foto Giampiero Maricca - Scorte Tecniche Vessella - Servizio Sanitario le Torri - cronometraggio gare in rete.

















































In questi giorni l’Assessorato alla mobilita’ di Roma ha parlato di “PASTA”.
La parola non si riferisce all’alimento bensi’ al Progetto Europeo che ha lo scopo di stimolare i cittadini ad una mobilita’ attiva per migliorare la salute e risparmiare denaro.Naturalmente l’inserimento della bicicletta nelle nostre citta’ è d’obbligo.In sistesi si punta molto sulla limitazione dell’auto privata a favore del mezzo pubblico,elettrico e della bicicletta nelle aree urbane.
“PASTA”significa Physical Activity Through Sustainable Transports Approaches e coinvolge per ora Roma,Barcellona,Anversa,Londra,Oerebro,Vienna e Zurigo.
Al primo incontro romano sono intervenuti oltre all’Agenzia per la Mobilita’ che dovra’ coordinare il progetto,l’Arpa Lazio,l’Istituto Epidemiologico del Lazio,l’Assessorato alla qualita’ della vita e sport,l’Assessorato per la tutela dell’Ambiente.
Fino al 2017 saranno ascoltati gli utenti delle citta’ sopra descitte attraverso 2.000 volontari.Tutti possono intervenire grazie alla piattaforma on line entrando nel sito www.pasta-project.eu. Per informazioni :info@pastaproject.eu o l’Agenzia per la mobilita’ del Comune di Roma.
In tema ciclistico l’Assessorato alla mobilita’ ha risposto subito che sono pronte 400 rastregliere per 4.000 bici da collocare presso le scuole,gli uffici,le stazioni metro.Vi sembrano infrastrutture sufficienti a convincere i cittadini motorizzati a lasciare l’auto a casa per la bici?Certamente no!
Innanzitutto bisogna premettere che il grosso lo dovra’ fare il mezzo pubblico.Questo’ dovra’ servire capillarmente i cittadini con puntualita’(corsie preferenziali),pulizia nell’interno dei mezzi ed economicita’.
La bicicletta’ sara’ utilissima come strumento di rifinitura a patto che si armonizzi con gli altri mezzi in movimento nel rispetto delle misure di sicurezza.
Sinteticamente bisognerebbe attivarsi in questo modo:
1 L’Amministrazione Comunale dovra’ formare un’ufficio bici efficiente e non come attualmente con 4-5 persone. 2 Attuare una progressiva politica degli incentivi a favore del mezzo pubblico e della bicicletta,nonche’ disincentivi per le auto private. 3 Realizzare alcuni parcheggi d’interscambio ai margini della citta’ ben controllati e gratuiti. 4 Progettare le Piste ciclabili di adduzione quartiere-fermata metrebus,istituti scolastici,centri commerciali ecc.Saranno favorite quelle su percorsi pianeggianti,non più lunghi di 5 km, diritti alla meta e soprattutto separati dalla viabilita’ ordinaria per offrire la massima sicurezza al ciclista(bike lines interne alle auto parcheggiate o sui marciapiedi larghi oltre i tre metri).Per quelle piste ciclabili esposte alla viabilita’ ordinaria si consiglia di evidenziarle almeno con la banda rumorosa e catarinfrangente visto che Roma non è Amsterdam). 5 Salire sui mezzi pubblici con la bici pieghevole.Con quella tradizionale bisognera’ prevedere lo spazio dedicato in vettura con ganci e rastregliere per la facilitare la mobilita’ in entrata ed uscita.Forse è meglio lasciare la bici propria al parcheggio ed una volta scesi dal mezzo pubblico servirsi del bike sharing. 6 E’ decisivo che l’Ufficio bici si faccia promotore di campagne comportamentali per la migliore convivenza tra ciclisti,pedoni ed automobilisti. 7 Elevare le multe per l’inosservanza dei limiti di velocita’,l’uso incivile dell’I Phone mentre si guida e la sosta in doppia fila. 8 La manutenzione e la scorrevolezza delle piste ciclabili sono determinanti per il loro continuo uso.Bisognera’ assegnare tale lavoro ad una ditta del settore. 9 I giovani sono i grandi assenti del movimento ciclistico.Per i più piccoli,fino a 13 anni bisognera’ trovare degli spazi chiusi al traffico e gestiti dalle associazioni sportive(altro che professori di scuola)per impartire loro le prime nozioni di equilibrio e l’educazione stradale.Sono interessanti le corsie ciclabili quartiere-scuola con accompagnatori.I più grandi,invece,pensano che andare in bicicletta è da sfigati.Bisognera’ insistere con campagne pubblicitarie che ribaltino la questione facendoli sentire i “veri rivoluzionari dell’epoca moderna”contro la schiavitu’ del motore.Se necessario,sarebbe utile l’intervento propositivo di alcuni Testimonial a loro vicini(cantanti,attori,calciatori,piloti di auto e moto). 10 La salute,che è il primo obiettivo di PANE, si conserva anche facendo lo sport ciclistico in modo appropriato.I pericoli sulle strade sono notevoli e pertanto sarebbe opportuno per gli allenamenti di sintesi progettare nei quattro lati di Roma Capitale i CICLODROMI,impianti polivalenti anche per altre specialita’ sportive.In tal senso sarebbe opportuno sollecitare l’intervento del CONI. 11 Il cicloturismo è la massima espressione del pedalare.Con percorsi ben protetti dalla viabilita’ ordinaria,il corpo,lo spirito,la mente, si esaltano fino a sognare.Cosa c’è di meglio per la qualita’ della vita?
Gianfranco Di Pretoro






















































CICLOCROSS:
Il fango del "Parco della Madonnetta " mette in evidenza i valori della World Truck di Roma.
Nella terza prova del cross romano , svoltasi ad Acilia nella periferia della Capitale.
Fabrizio Trovarelli alla seconda partecipazione al Roma master Cross,
ottiene una netta vittoria assoluta, su di un lotto di concorrenti che rappresentano il fior fiore del ciclocross del centro Italia.
Per Marco Chialastri un terzo posto nella categoria M2 di tutto rilievo, che fa ben sperare per il prosieguo della stagione ciclocrossista.

Prossimo appuntamento per domenica 23 Novembre al parco di Ciampino (rm).
Molto soddisfatto tutto lo staff dirigenziale della World Truck.


foto : Giampiero Maricca - www.obbiettivofoto.it




























CICLOCROSS:
Venturini al fotofinish su Mourey appiedato in Coppa Francia
Singolare volata a Sisteron tra il campione francese, costretto a correre con la bici in spalla dalla rottura del deragliatore,
e il giovane ex iridato juniores che lo fulmina con un colpo di reni
Sisteron (FRA) (16/11) - Epilogo a sorpresa ed alquanto inusuale nella seconda tappa della Coppa di Francia di ciclocross, disputata domenica scorsa a Sisteron, cittadina di circa ottomila abitanti, gemellata con Fidenza, situata nel dipartimento francese delle Alpi dell'Alta Provenza.
Tutto il pubblico aspettava il solitario arrivo di Francis Mourey, lanciato verso l'ennesima vittoria, ma la rottura del deragliatore aveva costretto il campione transalpino, terzo nell'attuale classifica del ranking mondiale, a proseguire di corsa a piedi, con la bici in spalla.
Uno sforzo immane che veniva vanificato dalla rincorsa del ventunenne Clement Venturini, campione mondiale della categoria Juniores nel 2011, il quale implacabilmente bruciava, con risoluto colpo di reni il suo blasonato connazionale.
Una foto curiosa, forse unica nel suo genere, fissa l'attimo beffardo della conclusione della gara. In ogni caso Mourey, che in Coppa di Francia aveva registrato dal 2005 una sola sconfitta, resta al comando della classifica generale con due soli punti di vantaggio su Venturini,
campione nazionale Under 23 e vittorioso recentemente in due gare disputate in Svizzera.
a.v.
























Borgocross Casertavecchia: tanti podi e piazzamenti per gli atleti pugliesi
La Puglia del ciclocross ha lasciato il segno al celeberrimo Borgocross di Casertavecchia. Tanti rappresentanti della specialità hanno dato il meglio di loro stessi su un percorso misto, caratterizzato non solo dai tratti in piano sull’erba, ma anche da salite in asfalto, discese tecniche e diversi tratti in pavé nel centro storico della città. Alla prestigiosa competizione campana con ben 32 edizioni alle spalle, hanno preso parte, per la Puglia, la Polisportiva Gaetano Cavallaro, il Team Giovanile “Franco Ballerini”, l’ASD Andria Bike, il Team Eurobike Corato, il GS Tugliese, l’Asd Narducci-Team Edil Luigi Cofano, la Kalos CV2.it, la Mtb San Pietro Vernotico, l’Unione Ciclistica Foggia e l’Asd Ciclismo Massafra.
Nonostante le numerose cadute e problemi tecnici, la Cavallaro è stata la società che ha collezionato il maggior numero di risultati grazie ad un'ottima prova collettiva ed in particolare a una Federica Piergiovanni (“vice maglia rosa” al Giro d’Italia di Ciclocross) in gran spolvero nella gara esordienti con il primo posto della sua categoria e il secondo di Teresa De Vincenzo tra le donne allieve. Una domenica a suon di piazzamenti per il team di Bisceglie che ha archiviato l’appuntamento in terra campana con il quinto posto di Giulio Di Pierro tra gli allievi, il terzo assoluto e di categoria juniores ad appannaggio di Mattia Patruno e il nono nella medesima categoria di Giuseppe Mastrototaro nonostante la caduta e il guasto meccanico. Il nome della Cavallaro è risultato in bella evidenza anche nella gara femminile sui 40 minuti grazie all’élite Krizia Ruggieri con alle sue spalle Alessandra Mastrototaro, prima di categoria juniores e Cristina Scarasciullo, seconda nella medesima categoria.
Nella batteria di 60 minuti per élite-under 23, dominata magistralmente da Simone Perna (Zerokappa), Mauro Piccolo ha strappato il 13° posto assoluto e il quarto di categoria open cosi come si sono difesi bene nella stessa gara Marco Piergiovanni (52° assoluto e 9° di categoria M3) il direttore sportivo Sabino Piccolo (24° assoluto e 9° di categoria open). Anche il Team Giovanile Franco Ballerini Bari non ha sfigurato con il miglior piazzamento ottenuto da Michele Floro arrivato quarto mentre per Giuseppe Girone (sesto tra gli allievi) e Vincenzo Piarulli (terzo tra gli esordienti secondo anno) hanno corso su ritmi incandescenti ma buoni per confermare entrambi nelle zone di vertice delle loro rispettive categorie. Per la categoria juniores Fabio Marzano si è attestato in quinta posizione in un crescendo di sensazioni positive mentre il master 4 Felice Piarulli ha colto il tredicesimo posto tra gli M4. Nella gara juniores da 40 minuti, alle spalle del leader Antonio Meccariello (Pedale Arianese) si è classificato un ritrovato Leonardo Fanfulla dell’Andria Bike sodalizio, quest’ultimo, che ha visto ai nastri di partenza anche Joselin Pellegrino (quinto) e Giuseppe De Feudis (settimo) nella gara esordienti, Eligio Visaggio, Luca Sgaramella e Domenico Quacquarelli in evidenza nella top 20 della gara allievi.
Per la Kalos CV2.it, nonostante una prestazione non perfetta dal punto di vista tecnico, l’élite Mattia Santoro ha confermato il suo stato di forma terminando al 5° posto della categoria Open (terzo Elite). Giuseppe Pesce, anche lui élite, chiude al 9° posto open in attesa di vederlo ai suoi migliori livelli. Buona prova per i meno giovani Enrico Carico e Udo Corrado che hanno chiuso al secondo e terzo posto di categoria master 5 senza strafare. Un discorso a parte per il giovanissimo Lorenzo De Rinaldis che ha esordito in una gara di ciclocross piazzandosi al sesto posto vincendo soprattutto l’ansia pre-gara. In gara anche suo papà Mauro che ha terminato onorevolmente la gara al 15°posto. Grandi soddisfazioni per il Team Eurobike Corato che ha visto ben figurare molti dei suoi atleti a partire da Alban Nuha (quinto assoluto nella gara di 60 minuti e primo tra gli élite sport), Maurizio Carrer (quarto nella gara sui 40 minuti e primo di fascia tra i master 4), Cataldo Marcone (nei primi 40 della fascia 1 master e nono tra gli M2) e Giuseppe Petrosino (41° assoluto e quinto tra gli M6) oltre alla giovane promessa Aldo De Feo (quarto tra gli esordienti). Per il Gruppo Sportivo Tugliese, il neo under 23 Giacomo Colona ha concluso la gara sui 60 minuti conquistando una più che onorevole seconda posizione assoluta suffragata anche dal medesimo piazzamento ottenuto nella classifica di fascia così come per Simone Greco nono assoluto e primo tra i master 2. Nella stessa squadra si sono resi protagonisti anche Sabrina Manco (seconda assoluta tra le donne e prima tra le master donna 1) Jennifer Manco (seconda tra le donne élite), Miriam Negro (seconda tra le under 23), Alessia Scarpa (seconda tra le donne esordienti), Emmanuele Greco (piazzamento vicino alla top 20 della gara sui 60 minuti), Stefano Colona (sesto tra gli M4), Paolo Paracelli (26° assoluto e decimo tra gli M4), Antonello De Giorgi (29°assoluto e dodicesimo tra gli M4) con una gara solida e costante. Menzione speciale per i portacolori dell’Asd Antonio Narducci-Team Edil Luigi Cofano (società organizzatrice dei prossimi campionati italiani di ciclocross a Pezze di Greco nel weekend del 10-11 gennaio 2015) il cui comparto master è sempre quello che regala le migliori soddisfazioni grazie a Ernesto Angelini (10° assoluto e secondo tra i master 3) Biagio Palmisano (settimo assoluto fascia amatoriale 2 e primo tra i master 5), Luigi Cofano (terzo tra gli M4), Andrea Pinto (ventesimo assoluto e quarto nella master 1), Sante Conversano (57°assoluto e quattordicesimo tra gli M3) ma anche il reparto giovanile non è stato da meno con l’ottavo posto di Oronzo Rubino tra gli esordienti secondo anno e il decimo di Samuele Lacorte tra gli allievi di primo anno. Per la Mtb San Pietro Vernotico da segnalare la partecipazione di Alessandro De Matteis (25°assoluto e 4° di categoria tra gli M1), costretto a un fermo per la rottura della catena mentre per Mattia Rossi (39° assoluto e 5° di categoria tra gli M1) non è stato risparmiato dai continui problemi meccanici con sostituzione della bicicletta.





























































Il Max Team “asso piglia tutto” del ciclocross!
Montanari vince in solitaria a Occhiobello (Ro), nella prova veneta bene anche Lodi, terzo. A Filetto di Ravenna (Ra) la formazione bolognese si prende tutto il podio: vince Bardelli, secondo Bonzagni e terzo Montanari. A Castelletto di Serravalle (Bo) vittorie di categoria per Nicoletti e Bruni.
Bardelli, Bonzagni e Montanari monopolizzano il podio a Filetto di Ravenna
17 novembre 2014, Bazzano (Bo) – Il fine settimana del 15 e del 16 novembre ha visto il Max Team grande protagonista nelle gare di ciclocross: la formazione bolognese infatti è stata il vero "asso piglia tutto" nelle prove a cui ha partecipato, piazzando più atleti sul podio e conquistando ben quattro vittorie.
Sabato 15 novembre a Occhiobello (Ro) è stato Davide Montanari ad ottenere un bellissimo successo tagliando il traguardo in solitaria. Ad accompagnare il modenese sul podio Maurizio Lodi, classificatosi al terzo posto.
Domenica 16 novembre la prova di Filetto di Ravenna (Ra) è stata un autentico dominio Max Team, con i primi tre gradini del podio tutti appannaggio della squadra di Bazzano (Bo): la vittoria è andata a Remo Bardelli, la piazza d'onore a Devis Bonzagni e il terzo posto a Davide Montanari.
Sempre domenica gli atleti della compagine emiliana sono stati impegnati anche a Castelletto di Serravalle (Bo) dove Stefano Nicoletti, grazie al secondo posto assoluto, ha ottenuto il primato nella propria categoria. Nella gara bolognese ennesima vittoria per l'inossidabile Serafino Bruni, capace di imporsi nella propria fascia di appartenenza. A podio anche Lipparini nella MTB, con il terzo posto di categoria.































Equilibrio in classifica dopo le prime due tappe del Giro d’Italia Ciclocross
Fiuggi e Portoferraio hanno dato il primo verdetto: la lotta per la maglia rosa sara’ incerta fino all’ultima tappa
E’ partita nel migliore dei modi la settima edizione del Giro d’Italia Ciclocross, la corsa interamente internazionale organizzata dall’ASD Romano Scotti. Le prime due tappe, che si sono svolte rispettivamente a Fiuggi e a Portoferraio, hanno regalato sfide molto equilibrate ed emozioni a non finire, dimostrando che la lotta per la maglia rosa nelle varie categorie e’ ancora molto lunga e complicata per tutti. Iniziando l’analisi dalla categoria regina, quella degli Uomini Open, il dominatore di Fiuggi e di Portoferraio e’ stato Gioele Bertolini: il portacolori della Selle Italia Guerciotti Elite ha però dovuto lottare non poco per ottenere questa doppietta, visto che nella prima tappa Marco Ponta (Cs Esercito) gli ha dato da torcere fino alle ultime curve, quando una scivolata lo ha messo fuori gioco. Stesso discorso vale anche per Portoferraio, dove, nonostante i tempi strepitosi di Bertolini (7’25” ad ogni giro del circuito), una caduta ha rischiato di compromettergli un successo che, nonostante qualche brivido, e’ arrivato ancora una volta davanti a Ponta. Molto buone sono state anche le prove di Enrico Franzoi (Selle Smp Essegi2), terzo e sfortunato a Fiuggi, e di Nadir Colledani (Trentino Rosa Anima Nera), il quale indossa la maglia bianca nonostante, a livello protocollare, sia ufficialmente di Bertolini. Tra le donne Open il principale duello è tra Alice Maria Arzuffi (Selle Italia Guerciotti Elite) e Chiara Teocchi (I.Idrodrain Bianchi): le due giovani atlete hanno infatti vinto rispettivamente la prima e la seconda frazione della corsa rosa, e in virtu' dei piazzamenti ottenuti si ritrovano appaiate in testa alla classifica generale con 60 punti. Le due ragazze sono senza dubbio il futuro del ciclocross azzurro, tant’e’ vero che per loro e’ arrivata anche la convocazione in nazionale per l’Europeo che si svolgerà sabato in Germania; lo scorso anno la Arzuffi regalò una bellissima medaglia di bronzo all’Italia. Dietro le due principali antagoniste per la conquista della maglia rosa c’e’ Nicoletta Bresciani (Scott), che ha dimostrato di poter competere almeno per un piazzamento sul podio, ma l’attenzione e’ rivolta anche alla maglia bianca femminile, la sorprendente Alice Torcianti (Superbike Team), la quale è riuscita a chiudere in quarta posizione assoluta a Portoferraio nonostante sia ancora una Junior. Infine, tra le atlete che cercheranno il riscatto c’e’ sicuramente Rebecca Gariboldi (Lissone Mtb), reduce da una gara sfortunata a Portoferraio dopo la buona prova di Fiuggi. Tra gli Juniores Giorgio Rossi (I.Idrodrain Bianchi) ha conquistato a Fiuggi la prima maglia rosa della stagione, ma a Portoferraio ha dovuto accontentarsi del secondo posto alle spalle dell’ottimo Stefano Sala (Selle Italia Guerciotti); i due sono quindi al comando della classifica generale con lo stesso punteggio, ma la lotta e’ aperta anche alle loro spalle, in quanto Jakob Dorigoni (Cadrezzate-Guerciotti) ha 44 punti in classifica contro i 56 di Rossi e Sala. Seguono, leggermente staccati dagli altri, ma grandi protagonisti a Portoferraio, Federico Mandelli (Mtb Increa Brugherio), Edoardo Nichele (Ciclisti Padovani) e Antonio Folcarelli (Drake Team Nw Sport). Lorenzo Calloni (Cadrezzate-Guerciotti) e Sara Casasola (Trentino Rosa) sono stati fino ad oggi i due mattatori della categoria Allievi: a contendersi lo scettro di principale sfidante tra gli uomini ci sono Mario Zaccaria (Prd Sport) e Giulio Galli (Elba Bike Scott), entrambi appaiati al secondo posto con 42 punti, mentre tra le donne Francesca Baroni (Melavì Focus Bike) e’ in seconda posizione con 52 punti contro i 44 di Nicole Fede (Iaccobike-Cadrezzate).
Per quanto riguarda gli Esordienti, la caduta di Michele Chiandussi (Trentino Rosa Anima Nera) a Portoferraio gli ha compromesso la conferma della leadership in classifica generale, che e’ passata a Nicolò Buratti (Pedale Manzanese) dopo un arrivo in volata. I primi tre in classifica generale sono a 4 punti di distacco l’uno dall’altro, in quanto Lorenzo Pollicini (Cadrezzate - Guerciotti) ha 42 punti contro i 46 di Buratti: la lotta per la maglia bianco-rosa è quindi più che mai aperta. Tra le donne prosegue invece la marcia trionfale di Asia Zontone (Jam’s Bike Team Buja) davanti a Federica Piergiovanni (Gaetano Cavallaro) e a Marina Laezza (Eurobici Orvieto), appaiate al secondo posto in classifica. Tra i Master, nella prima fascia il dominio è di Massimo Folcarelli (Drake Team Nw Sport), mentre in seconda fascia il suo compagno Gianni Panzarini deve vedersela con Massimiliano Fraiegari (Fiormonti Team), vincitore a Portoferraio. Tra le donne domina invece Sabrina Di Lorenzo (F. Moser Cycling Team). Il contributo di tutti gli amatori e’ fondamentale, in quanto l’ASD Romano Scotti ha deciso di devolvere 2 euro all’attivita’ giovanile per ogni corridore di categoria Master che si iscrive versando la quota. Autorita’ - Grande soddisfazione e’ stata espressa anche dalle autorita’ dei comuni che fino ad oggi hanno ospitato le prime due tappe del Giro d’Italia Ciclocross. “Siamo molto felici di come sia andata la tappa di Fiuggi - afferma Francesco Pannone, amministratore unico di Acqua e Terme di Fiuggi - perche’ tutta la citta’ e’ stata coinvolta dalla manifestazione; inoltre, le gare molto equilibrate hanno offerto agli appassionati uno spettacolo in piu’. Il Giro d’Italia Ciclocross e’ una vetrina molto importante e come Acqua Fiuggi siamo felici di contribuire fattivamente allo sviluppo dell’attivita’ giovanile”.
“Portoferraio ha ospitato per il secondo anno consecutivo una tappa del Giro d’Italia Ciclocross - afferma l’assessore allo sport del comune di Portoferraio Adalberto Bertucci -, un evento che e’ un’opportunita’ per far conoscere le bellezze del nostro territorio in tutto il mondo. Tanti atleti di spessore hanno onorato la corsa e l’attenzione mediatica e’ stata molto forte sia in Italia che all’estero: il GIC e’ quindi una vetrina fondamentale per il nostro territorio”. “Le prime due tappe del Giro d’Italia Ciclocross hanno riscosso un importante successo - afferma Fausto Scotti - e da parte nostra c’e’ massima soddisfazione anche per come e’ andato l’Europeo, dal quale l’Italia e’ tornata a casa con una medaglia di bronzo. Voglio sempre ricordare pero’ che la vera base sulla quale bisogna lavorare sono i circuiti regionali, perche’ il GIC deve essere soprattutto un completamento di queste importanti gare. L’attivita’ deve pero’ crescere e svilupparsi soprattutto dai circuiti regionali”. Le grandi emozioni del GIC proseguiranno il 7 dicembre a Rossano Veneto (Vi), dove si attende una grande festa di pubblico pronta ad applaudire la corsa rosa, mentre il 14 dicembre i corridori affronteranno lo storico sterrato di Silvelle di Trebaseleghe (Pd), dove verra’ ricordato Armando Zamprogna. Il gran finale sarà a Roma, all’Ippodromo delle Capannelle, il 6 gennaio. Convenzioni alberghiere - All’indirizzo http://www.ciclocrossroma.it/wordpress/wp-content/uploads/2014/11/Hotelrossano14.pdf sono disponibili tutte le convenzioni alberghiere per la tappa di Rossano Veneto.




































































Lo sterrato del Parco della Madonnetta ha esaltato i bikers della Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini
L’ultimo weekend ha visto la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini ottenere ottimi risultati in occasione della terza prova del Roma Master Cross, svoltasi al Parco della Madonnetta di Acilia nella zona sud-ovest della Capitale.
Una serie di vittorie e di podi importanti, ottenute con impegno e serietà, che hanno dato l’ennesimo valore aggiunto dal punto di vista tecnico-agonistico alla squadra presieduta da Stefano Carnesecchi.
Si sono distinti in particolar modo nella categoria master 6 Angelo Ciancarini, Armando Mattacchioni e Vincenzo Scozzafava che nell’ordine hanno occupato il podio dimostrando una volta di più la loro freschezza in una fascia piuttosto nutrita come quella degli over 55.
Nella master 4 Paolo Tempestini si è confermato vera rivelazione della categoria master 4 viaggiando costantemente al ritmo dei migliori dominando la propria fascia davanti al compagno di squadra Gianluca Marinucci mentre nelle posizioni di rincalzo Angelo Tisato che ha chiuso in ottava posizione.
Un altro podio va ad aggiungersi a quelli raccolti dai portacolori del team della Perla del Tirreno ad opera di Fabio Pisanelli nella master 5 in seconda posizione, categoria nella quale si è piazzato anche Claudio Albanese, arrivando ottavo e con il dodicesimo posto di Massimo Negossi.
Soddisfazione anche da parte di Mariangela Roncacci che per tutta la gara si è espressa su ottimi livelli, a conferma dal suo successo nella categoria master donna 1. Da registrare sempre in ambito femminile la vittoria di Antonella Casale nella master donna 2 autrice di una gara attenta e senza sbavature.
Non hanno deluso le aspettative Marco Ciani Passeri con una condotta di gara ad altissimo livello e nonostante una schiera di concorrenti abbastanza agguerrita, è riuscito a centrare la prima posizione di categoria tra i master 1.
Il terzo posto di Jeferson Benato nella categoria élite sport non ha fatto che confermare l’eccellente condizione del neo acquisto del team in questo primo mese di corse mentre per i master 3 Alessio Pastori ha centrato il quarto posto su ritmi di gara abbastanza buoni.
Molto soddisfatti al traguardo di Acilia, è tempo di concentrarsi per l’appuntamento del 23 novembre con il campionato regionale FCI Lazio a Ciampino (Parco Aldo Moro) dove i bikers santamarinellesi si schiereranno al via con l’intento di ripetere l’ottima prestazione della scorsa domenica e con un crescendo di forma tale da poter lasciare il segno in uno degli appuntamenti principali della stagione invernale delle due ruote.


































Ci aspettano 25 chilometri di nuove piste ciclabili,cosi’ almeno ha promesso l’Assessorato alla Mobilita’ di Roma Capitale.Sara’ meglio chiarire alcuni punti fondamentali per far si che questa iniziativa diventi una concreta opportunita’ per i ciclisti.
Premessa : -Sicurezza :è la caratteristica decisiva e trainante dell’intero movimento.Per pedalare in sicurezza veramente bisogna SEPARARCI dagli altri veicoli.Successivamente vedremo come. -Utilita’:la pista deve unire entro i 5 km ed in pianura i popolosi insediamenti con punti importanti e frequentati della citta’ come le fermate Metrebus,le scuole,i centri commerciali ecc. nonche’ procedere diritta alla meta e non a zig zag .Solo in questo modo tanti automobilisti(più che i motociclisti)lasceranno l’auto a casa. -Dimensione:basta progettare le piste ciclabili sui marciapiedi stretti come un tratto di via della Magliana(Foto 1).La pista ciclabile dev’essere collocata su un marciapiede largo almeno 3 metri con la corsia ben evidente.Ci sono state a Roma tante opportunita’ ma sempre disattese da chi amministrava vedi in occasione della ristrutturazione straordinaria di Via Colli Portuensi(Foto 4) -Cultura :si notano spesso persone passeggiare sulle piste ciclabili.Sarebbe opportuna una campagna di educazione a cura del Comune (Foto 2) -Incivilta’:i vigili urbani devono assolutamente ristabilire la legalita’ anche sui marciapiedi(Foto 3) -Scorrevolezza:troppo spesso le piste ciclabili sono a sussulto continuo.Ci vogliono macchinari adeguati per gettare e spianare l’asfalto.No assoluto alle piastrelle! -Manutenzione:dopo la sicurezza,sicuramente,la pulizia della pista è la caratteristica decisiva per la frequentazione della pista ciclabile.
Quali piste per Roma Capitale? 1 I 25 km di piste ciclabili a Roma dovrebbero consistere in Bike Lines leggere ovvero con le corsie disegnate sulla strada (Foto 5).Sono infrastrutture economiche e versatili ma il ciclista è esposto alla viabilita’ ordinaria,alla sosta in doppia fila,all’apertura fulminea dello sportello.Ed i romani non hanno il rispetto verso i ciclisti come gli olandesi !Pertanto,ritengo utile evidenziare questa corsia con la sovrapposizione esterna della Banda Rumorosa(Foto 6) e catarinfrangente per la notte.
Molto più sicuro è pedalare sulle seguenti piste ciclabili :
2 Collocate sui marciapiedi larghi oltre i 3-4 metri (Foto 7).Economica e realizzabile al più presto.L’importante è evidenziare la corsia ciclabile dalla parte pedonale. 3 Progettata all’interno delle auto in sosta(Foto 8):Non è male!Qualche volta la corsia è troppo stretta ed il fondo mal messo a causa dei tombini. 4 La Bike Line separata con bordo in cemento(Foto 9).Scarsamente impattante per l’ambiente ma il bordo puo’ costituire un pericolo ai motociclisti distratti o pazzoidi.Il bordo diventa necessario dove la velocita’ delle auto è notevole come le strade in uscita dalla citta’ . 5 la pista ciclabile perfetta(FOTO 10).Non serve andare molto lontano per vedere come si mettono a loro agio le cosi’ dette “utenze deboli”.Andiamo a pedalare sul lungomare del Comune di Fiumicino.Purtroppo,come succede troppo spesso,non unisce niente eppure di mete da raggiungere ce ne sarebbero, vedi il Ponte della Scafa per andare ad Ostia.
Gianfranco Di Pretoro






































Assegnate le prime maglie giallo-verde-fluo alla prova sorianese del circuito Cross Cup Lazio
Si riconferma il successo dell’organizzazione della Cross Cup Lazio, evento nato grazie alla strettissima collaborazione con l’ASD Romano Scotti, con la quota di 150 iscritti nella gara che si è svolta domenica 9 Novembre a Soriano nel Cimino. Il percorso, sul quale hanno brillato Luca De Nicola (S.S. Lazio Ciclismo) e Maria Adele Tuia (PRD Sport Factory Team), vincitori della prova Open, è nato da un’idea di Fabrizio Ruzzi, Marco Ciapetti e Enzo Assettati e dalla collaborazione tra l’A.s.d. Soriano Ciclismo, padrona di casa, e la Commissione regionale di ciclocross della F.C.I.
Sui quasi tre chilometri di pista serpeggiante tra bosco di castagno e prato piatto sul quale vengono a passeggiare in sella ai cavalli i visitatori del Parco dei Monti Cimini si è consumata una gara serrata tra i concorrenti della prima fascia, che ha visto raggruppati gli Open, gli Elite Master Sport, gli M1, M2 ed M3. Luca De Nicola e Stefano Capponi (Drake Team NWSport) sono stati al comando della corsa sin dal primo giro, impegnati in un serio duello fino alla caduta di Capponi all’ultima curva prima del rush finale, che ha visto De Nicola trionfare per pochi secondi e agguantare la maglia di leader della classifica Cross Cup. Un buon terzo posto assoluto di classifica lo guadagna Giovanni Gatti (Mtb Santa Marinella Cicli Montanini), ex campione italiano di cx in categoria Elite Master Sport. Gli altri agonisti che hanno dato spettacolo sul percorso di Soriano sono stati Massimiliano Appodia (Max Riding Team A.s.d.) tra gli Esordienti, mentre tra gli Allievi si è distinto l’ex maglia rosa al Giro d’Italia di Ciclocross 2013 Mario Zaccaria (Prd Sport Factory Team); il ciociaro Diego Guglielmetti (A.p.d. Ciociaria Bike), che ha coronato l’inizio di stagione con una convocazione azzurra in Coppa del Mondo, si riconferma come vincitore della prova Juniores. Bellissima prova anche per il piccolo Mancinelli Philippe (A.s.d Scuola MTB Roma), al suo ultimo anno da G6.
Tra le donne hanno invece trionfato Chiara Liverani del Cycling Team Pomezia, una ragazza che tra i G6 dimostra forte tempra agnostica, come ha fatto vedere anche alla prima tappa del Giro d’Italia Ciclocross, dove si è imposta nella propria categoria; grande grinta anche per Marina Laezza, Esordiente prodigio del Team Eurobici Orvieto. Per lei vittoria e maglia di leader accanto alla più esperta Arianna Ingegneri (Allieva), vetrallese doc e atleta di punta della Drake Team NwSport, con la quale sta correndo le prove del Giro d’Italia di Ciclocross con ottimi risultati (due sesti posti in classifica Allieve al Giro). Monica Bellachioma (Drake Team NwSport) ha corso nella fascia delle più anziane donne master e vince la categoria Juniores.
Tra i Master è Massimo Folcarelli (Drake Team NWSport) a dominare la corsa con ampio vantaggio su Fabrizio Trovarelli (World Truck Team) e Alberto Laloni (U.C. Petrignano A.s.d). Gianni Panzarini (Drake Team NWSport) fa il vuoto nella seconda fascia di partenza che raggruppa M4, M5, Master Over e Donne (cat. Unica). Sua la prima posizione di classifica per la maglia leader, al fianco di Mariangela Roncacci (Mtb Santa Marinella Cicli Montanini) che si aggiudica la vittoria tra le donne della categoria amatoriale.
La cerimonia di premiazione finale si celebra sul podio realizzato da Fabrizio Tardito, fondatore di Nwsport e realizzatore delle maglie in qualità di sponsor. A premiare sono gli entusiasti Antonio Mauro Pirone, Presidente del Comitato laziale di Federciclismo e il Vice-Presidente Alessandro Bianchi coadiuvato da Mirko Fioroni che ha coordinato i lavori dei Giudici di gara. In questa occasione non poteva mancare un saluto da parte delle istituzioni, agli organizzatori e ai visitatori della manifestazione. Presente sotto l’arco dell’arrivo, il Sindaco di Soriano nel Cimino, Fabio Menicacci e alcuni rappresentanti della Direzione del BioResort Parco dei Cimini che ha ospitato l’evento. Tra gli accompagnatori ed il pubblico della manifestazione, non sono mancati corridori di fama internazionale come Balloni e Pirazzi due laziali sempre molto presenti e affezionati al panorama agonistico ed amatoriale del centro Italia.



















































Maratona di Ravenna 9 novembre -

56esimo nella sua categoria e decisamente sotto le quattro ore così ha salutato oggi Ravenna al traguardo il top runner della sezione Roma nord di atletica della WTT.
Maratona difficile, per il terreno le biciclette e gli strettissimi passaggi del centro storico.
Momentaneamente orfano del suo fedele compagno di sgambate (la fisioterapia va fatta con continuità......!!!) il nostro si è ben difeso....complice il clima favorevole.
Il giorno prima la family run ha visto protagonista il resto della famiglia, tutti ben piazzati al traguardo,....anche la scrivente, nonostante i crampi, si è trascinata dietro ai pargoli (le promesse juniores del WTT) ed ha concluso miracolosamente..........i due chilometri!
I bellissimi mosaici e le ottime piadine hanno reso la gita indimenticabile.
Sezione di atletica del WTT di Roma sud ci siete?

NELLA DUE GIORNI DI PODISMO NELLA CITTA’ D’ARTE HANNO PARTECIPATO ALLE VARIE GARE SEIMILA PODISTI TRA I QUALI ANCHE GIANNI MORANDI, JOSEFA IDEM E MARCELLO MIANI.
MARATONA INTERNAZIONALE RAVENNA CITTA’ D’ARTE: TRIONFANO IL RUSSO MIKHAIL BYKOV E LA CROATA NIKOLINA SUSTIC. NELLA HALF MARATHON DOMINIO ITALIANO CON DANIELE CAIMMI E PAOLA DAL MAS. NELLA DUE GIORNI DI PODISMO NELLA CITTA’ D’ARTE HANNO PARTECIPATO ALLE VARIE GARE SEIMILA PODISTI TRA I QUALI ANCHE GIANNI MORANDI, JOSEFA IDEM E MARCELLO MIANI.
Una partenza da ricordare: un plotone lunghissimo e colorato questa mattina ha ha dato il via alle gare competitive e non, che sono partite tutte da via di Roma. Un colpo d’occhio incredibile e suggestivo ha caratterizzato la partenza davanti al Mar, preceduta dalla sfilata di ragazzi e bambini con le bandiere delle 25 nazioni presenti all’evento. E’ stato l’avvio di una giornata di festa, che ha visto poi sfilare i podisti nelle vie della città, toccando sette degli otto monumenti Unesco della città bizantina. Alla partenza anche Gianni Morandi, la campionessa olimpica di canoa Josefa Idem, il campione del mondo di canottaggio Marcello Miani e l’assessore allo Sport di Ravenna Guido Guerrieri.
Nella lunga distanza pronostico rispettato con la vittoria del russo Mikhail Bykov che ha tagliato il traguardo in 2h.30'.55”, alle sue spalle la coppia polacca formata da Jakub Szymankiewicz (2h.32'.18”) e GregorzCzyz (2h.37'.59”), quarto il primo italiano giunto al traguardo Daniele Palladino (2h.39'.07”). In campo femminile successo della croata Nikolina Sustic che ha chiuso in 2h.52'.25”, seconda l’italiana Doris Weissteiner (3h.00.45”) e alla polacca Joanna Olchawa (3h.08'.01”). Settimo posto invece per la romagnola Samantha Graffiedi della Seven Savignano sul Rubicone…


















































Cinquantenni, amatori e…dopati
Riprendiamo il tema del doping nel mondo amatoriale riproponendo questo esauriente e significativo articolo del “Quotidiano di Latina” a firma di Andrea Ranaldi. Sottolineando come ormai anche i prodotti più “potenti” (e pericolosi per la salute) siamo ormai diffusi perfino nell’ambito delle gran fondo e delle garette dilettantistiche. Cosa non si fa… per una “spalletta” di prosciutto. Ci deve essere una vena di follia per rischiare la galera e la pelle con queste praticacce. Che, tra l’altro, costano fior di euro…Ma non c’era la crisi? Ecco il testo:
Il Tribunale Nazionale Antidoping del Coni ha squalificato i ciclisti di Latina Francesco Porzi e Federico Pieri e il podista di Terracina Patrizio Iannarilli. tutti e tre risultati positivi al termine di gare amatoriali. Il primo a finire nella rete dell’antidoping, lo scorso primo maggio, era stato Francesco Porzi, sottoposto a un test della Federciclismo al termine della Granfondo di Fiuggi che aveva concluso al secondo posto.
Un mese dopo era arrivato il responso dei laboratori che avevano riscontrato la presenza di eritropoietina ricombinante (ormone che stimola la produzione di globuli rossi da parte del midollo osseo, migliorando la capacità del sangue di trasportare ossigeno) nei suoi campioni di urina e la sospensione in via cautelare in attesa di giudizio. Quindi la richiesta di squalifica di due anni da parte della Procura Nazionale Antidoping accolta a fine ottobre dal Tribunale del Coni. Una vicenda, questa, che ha scosso il mondo del ciclismo amatoriale pontino. Perché l’atleta 39enne di Latina, che quest’anno era già riuscito ad aggiudicarsi due trofei prestigiosi come Granfondo di Cassino e La Garibaldina, al momento del controllo indossava la maglia tricolore, essendosi laureato l’anno prima campione italiano della Federciclismo sia agli assoluti che nel mediofondo.
Per tornare alle gare dovrà attendere il 3 maggio 2016. Stessa sorte è toccata a Federico Pieri, 46enne compagno di squadra e di allenamenti di Porzi, pizzicato durante un controllo disposto dai carabinieri del Nucleo antisofisticazione e sanità al termine della gara di Tecchiena, in provincia di Frosinone, lo scorso 24 maggio.
Anche per lui la Procura Antidoping aveva chiesto e ottenuto due anni di squalifica per la presenza di eritropoietina ricombinante nei suoi campioni di urina.
Per questo motivo dovrà rimanere lontano dalle gare amatoriali fino al 3 luglio 2016. Meno severa invece la squalifica per il podista Patrizio Iannarilli, trovato positivo al test che gli stessi carabinieri del Nas avevano disposto dopo il traguardo di una mezza-maratona, la Pedagnalonga di Borgo Herniada, lo scorso 27 aprile. All’atleta di 48 anni infatti è stato imposto uno stop di sei mesi, ossia fino al prossimo 27 novembre, perché nelle sue urine sono state trovate tracce di amiloride, idroclorotiazide e clorotiazide, farmaci diuretici che hanno un indice pia basso di pericolosità, ma sono comunque vietati. Gli ultimi due casi rappresentano una conferma importante al lavoro portato avanti dai carabinieri del Nas, impegnati in una importante campagna di contrasto al consumo delle sostanze dopanti negli sport amatoriali, con l’obiettivo principale di tutelare la salute degli atleti, spesso ignari dei rischi ai quali possono andare incontro assumendo i farmaci vietati.
fonte il Quotidiano di Latina (Andrea Ranaldi)










































Prima gara e primo risultato positivo nel ciclocross di Roma.

Il World Truck Team si aggiudica la gara di ciclocross di Roma.

Una cavalcata esaltante che non ha lasciato possibilita' di rimonta ai suoi avversari, in testa dalla partenza all'arrivo , con il tempo di 50:35 nei sette giri effettuati come da regolamento,
Su di un circuito molto veloce, senza particolari ostacoli
Fabrizio Trovarelli si aggiudica il trofeo Istituto tecnico agrario G. Garibaldi di Roma.
( sul secondo gradino del podio Vladimiro Tarallo 51:33 e terzo David Di Fortunato 51:49 ).
Buona prova dell'altro atleta World Truck Marco Chialastri che con il tempo di 55:10 ottiene un quarta piazza nella categoria M2 ).
Cordiali saluti
World Truck Team
































16ª BICICASTAGNATA - 12° Memorial ENZO MORONI

80ª edizione SAGRA DELLA CASTAGNA e DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI -

Cave 26 ottobre 2014
La storica manifestazione enogastronomica, culturale, sportiva e musicale, che si svolge da ben 80anni a Cave (Rm), splendido paesino medievale a pochi km a sud di Roma, quest'anno è stata programmata dal 24 al 26 ottobre e come consuetudine è stata allestita nel centro storico e nelle strade cittadine per offrire a migliaia di visitatori stand gastronomici con prodotti locali, artigianato, cultura, musica, spettacolo e tanto divertimento.
Tra le varie iniziative, domenica 26 ottobre, si è svolta con successo, favorita anche dalla splendida giornata, la classica “bicicastagnata”; circa 200 bikers, tra cui il primo cittadino di Cave Angelo Lupi, hanno onorato il raduno ciclistico organizzato dal Comune e dalla Proloco di Cave con l’ausilio del Gruppo sportivo "Ciclistica Cavese" presieduto da Sandro Vendetti. Nell’occasione, alla presenza dei famigliari e del Sindaco, è stato ricordato lo sfortunato Enzo Moroni, appassionato e amante della bicicletta, scomparso prematuramente 12 anni orsono.
Al termine della pedalata ecologica che ha interessato le valli prenestine, i promotori dell’iniziativa e le autorità locali hanno ringraziato tutti i partecipanti e offerto un gradito ristoro a base di prodotti tipici dando appuntamento per l’edizione 2015.

LINK IMMAGINI MANIFESTAZIONE:
https://picasaweb.google.com/100559365034210175414/16BICICASTAGNATA#
( nelle foto : in alto il sindaco di Cave Angelo Lupi e a dx Aldo Perri sezione ciclistica Università Tor Vergata; al centro il Presidente della Ciclisticacavese Sandro Vendetti in basso gli organizzatori
































26 OTTOBRE 2014 (DOMENICA)
ALBANO RUNNER BIKE HA ORGANIZZATO LA 13 CICLOLONGA PICCOLO BAR
RADUNO CICLISTICO NON COMPETIVIVO DI KM. 90
MANIFESTAZIONE APERTA AI CICLOAMATORI E CICLOTURISTI F.C.I. ED ENTI
IL RITROVO E' STATO EFFETTUATO ORE 07.30 PRESSO PICCOLO BAR, VIA VIRGILIO 29,ALBANO + colazione - LA PARTENZA ALLE ORE 08.00; IL PERCORSO COME DA REGOLAMENTO - ALBANO-PAVONA-PRATICA DI MARE-TORVAIANICA-LIDO DEI PINI- CAMPO VERDE-ISOLE-CAMPOLEONE- CECCHINA-ALBANO. arrivo ALBANO + aperitivo

Un grazzzzzzzzzzzzzie di cuore ai 188 partecipanti alla 13' edizione della ciclolonga piccolo bar ad albano laziale .
un ringraziamento particolare alle societa' che hanno aderito con folti gruppetti ,
tra cui cicli paco , cycleness , s.m.mole , p.d.r. , castelli romani mtb , cicli aprilia sperando di non dimenticare nessuno.
un lauto rinfresco a base di porchetta e vino hanno salutato la manifestazione e dato un arrivederci al prossimo anno .
Albano Runner Bike Cell. 338.26.23.057 , oppure www.albanorunnerbike.altervista.org






























SCUOLA BICI ASD TIRRENO

DAL 22 SETTEMBRE PRESSO IL PARCO DELLA LEGNARA , VIA SUOR ADALBERTA LANDERBERG , CERVETERI.
INIZIERANNO I NUOVI CORSI DI BICI PER BAMBINI/E DI ETA' MINIMA 4 ANNI A UN MASSIMO DI 14 ANNI.
TI ASPETTIAMO PER UNA PROVA GRATUITA

INFO SCUOLA : 347.8277080 CRISTIANO.














































Coppa Lazio 2014 - 19/10/2014 Lavinio
COPPA LAZIO 2014
PREMIAZIONI FINALI .
Al termine dell'ultima gara quest'anno svoltasi nel lido di Lavinio , come e' ormai consuetudine consolidata si sono riuniti atleti , dirigenti e famigliari per le premiazioni finali della Coppa Lazio , la manifestazione ciclistica a tappe piu' importante del Lazio, ormai giunta alla settima edizione.
Presso gli accoglienti locali del rinomato ristorante "da Boccuccia " di lavinio, il responsabile ciclismo Roma Claudio Trovarelli ha effettuato le premiazioni per tutti i primi cinque di ogni categoria.
Consegnate le prestigiose maglie Coppa Lazio 2014 dall'ospite d'onore il sindaco si Colonna dott. Augusto Cappellini e dal consigliere comunale allo sport Agostino Cappellini ai neo campioni :
Fabrizio Trovarelli (World Truck) - Andrea Donati (Conti D'angeli) - Marco Barcellan (Fiamme D'oro) - Fabio Bertozzi (cicli Paco) - Stefano Serafini (Conti D'angeli) - Gianni Cesali (Portalandia) - Vladimiro Pietroni (Portalandia) - Marcella Lombino (World Truck)

Consegnate anche le maglie " Comunita' Montana dei Castelli Romani e Prenestini " ai migliori scalatori laziali -
CLASSIFICA FINALE MAGLIE DOPO LE CINQUE TAPPE DI TIVOLI , COLONNA , ROCCA DI CAVE , ROCCA PRIORA E LUNGHEZZA :
Aldo Perri (Universita' Tor Vergata) - Marcella Lombino (World Truck di Roma) - Usyk Serghey ( Sport & Bike Villanova di Guidonia) - Andrea Donati (Conti D'angeli Pomezia).

Assegnato un riconoscimento al presidente della protezione civile " Le Torri" Massimiliano Missori per l'importante lavoro svolto in tutte le manifestazioni ciclistiche laziali.

Un ringraziamento particolare a due amici che da sempre hanno sostenuto questa iniziativa : Checco Liberati di Roma e Cristiano Taccone di Avezzano

Appuntamento per tutte le societa' Coppa Lazio alla prima domenica di Marzo 2015, per la ottava edizione della corsa a tappe della regione Lazio.


























































Coppa Lazio 2014 - 19/10/2014 Lavinio
Trofeo bar MI.TI. .
Dopo 24 tappe nelle piu' belle localita' laziali, una chiusura esaltante per la Coppa Lazio 2014.
Una giornata finalmente estiva ha fatto da degna cornice alla classica di Cavallo Morto a Lavinio.

(L'antica Lavinium non coincide con l'attuale Lavinio. Lavinium, il luogo dove la leggenda vuole che Enea giunse insieme al padre Anchise e al figlio Ascanio, si trova invece presso la foce del fosso di Pratica di Mare a Torvaianica. Lavinio, al tempo aureo dell’Impero Romano, era sede di opulente ville patrizie consone al carattere e alla ricchezza di Roma. Nel periodo medioevale, il territorio, fu soggetto alla invasione dei pirati e dei saraceni. Priva di strade di comunicazione, tutta questa zona rimase inaccessibile e sconosciuta, fin quando, in applicazione al piano regolatore stradale per la bonifica dell’Agro Romano, venne data esecuzione alla strada litoranea che avrebbe dovuto collegare Anzio ad Ostia.)
Il direttore Carlo Macci dava il via alla categoria dei piu' maturi , senior , gentlemen e super/g alle 09.15, tutti gli atleti cercavano di chiudere la stagione su strada con un risultato di prestigio, subito partivano le prime fughe che avevano comunque vita breve , colpa il caldo e la velocita' supersonica bisognava attendere il km. 61 perché allungassero tre atleti e con le residue forze riuscissero a tagliare l'ambito traguardo di Lavinio.
Primo assoluto Alessandro Savoia ( Pedale Pontino) a seguire Fabio Bertozzi (cicli Paco) e Massimo Di Tommaso(cicli Fatato).
Ottima prestazione per : Marco Quaglia, Vito Bellini, Alessandro Chiocca, Stefano Alivernini, Erno Tantari, Serafini Stefano, Natale Lauri, Luigi Genovesi, Filippo Santangeli, Fabio Quaresima (un gradito ritorno dopo alcuni anni di stop), Daniele Borgonzoni, Mariano Gabellini.
Maglia per i super/g al presidente aviatore Gianni Cesali ( Portalandia) , sul podio anche il compagno di casacca Vladimiro Pietroni e Maurizio Ben Isa Ben Ali (Cicli Coppola)
a seguire Cretto, Roma, Raidich, Branchi
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per i cicloamatori della Coppa Lazio a Marzo 2015!!!.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )




























































Coppa Lazio 2014 - 19/10/2014 Lavinio
Trofeo bar MI.TI. .
Dopo 24 tappe nelle piu' belle localita' laziali, una chiusura esaltante per la Coppa Lazio 2014.
Una giornata finalmente estiva ha fatto da degna cornice alla classica di Cavallo Morto a Lavinio.

Molto simile l'altra gara riservata ai piu' giovani, molti i tentativi di evadere sullo strappo di via Verdi , ma per molti chilometri le squadre dei velocisti riescono a chiudere i buchi.
Solo a due giri dal termine, si sganciano in tre, l'atleta di casa Leano Colaceci si regala e regala al presidente Marco Bova un importante successo di fine stagione, a pochi metri Stefano Marazza (Fiamme D'Oro) primo cat. a3 e Massimiliano Labbate (Dopolavoro Atac).
Bene : Marco Chialastri, il giovanisimo Luca Romualdi , Alessandro Iori, Gianluca Pitocco, Luca Sanna , Gianni Adamo, Daniele Morbidelli, Marco Barcellan.
Ottimo lavoro scorte tecniche Santaroni Team, Protezione Civile Le Torri del presidente Massimiliano Missori , Servizio sanitario Anzio, giudici C.S.A.in. Roma.
Effettuate le premiazioni presso i locali del bar Mi.Ti. di via 5 Miglia dalle simpaticissime titolari e dal patron Carlo Macci.
Un ringraziamento particolare a due amici che da sempre hanno sostenuto questa iniziativa : Checco Liberati di Roma e Cristiano Taccone di Avezzano
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per i cicloamatori della Coppa Lazio a Marzo 2015!!!.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )





















































PER TUTTI GLI ISCRITTI ALLA COPPA LAZIO 2014

DOMENICA 19 OTTOBRE .....................
TROFEO BAR MI.TI.
.................................RITROVO BAR MI.TI. , VIA PASCARELLA 5 ( TRAVERSA DI VIA 5 MIGLIA ) LAVINIO..................... ( per chi viene da Roma dalla via Nettunense , 1 km. prima di Lavinio stazione girare alla rotonda della Palmolive ) ( per chi viene da Lido dei Pini dalla via Ardeatina 2 km. prima di Lavinio girare a sinistra su via 5 Miglia ).

......OLTRE I PUNTI DI CLASSIFICA + 10 PUNTI JOLLY PER TUTTI I PARTENTI

................................ATTENZIONE : ALLE ORE 13.00 CIRCA, AL TERMINE DELLA MANIFESTAZIONE , DURANTE IL PRANZO SARA' EFFETTUATA LA PREMIAZIONE FINALE DELLA COPPA LAZIO 2014 - PRESSO IL RISTORANTE "DA BOCCUCCIA" , VIA NETTUNENSE KM. 31,500, LAVINIO STAZIONE,
TUTTI I CORRIDORI CHE HANNO DIRITTO GRATUITAMENTE AL PRANZO( I PRIMI 5 DI OGNI CATEGORIA) DOVRANNO CONFERMARE ENTRO GIOVEDI LA LORO PRESENZA (COMUNQUE TUTTI COLORO " FAMILIARI O CORRIDORI " CHE INTENDONO PARTECIPARE AL PRANZO AL COSTO DI EURO 25.00 DEVONO PRENOTARE ENTRO GIOVEDI 16/10/2014
NON SI ACCETTANO ASSOLUTAMENTE ISCRIZIONI SUL POSTO.
ISCRIZIONI ENTRO VENERDI : ASSO CICLO TEL. 333.4829110. - email: ciclismo_spv@hotmail.com

MACCARESE = GIANNETTI M. - SERAFINI S. - BUONANNO A.
BUFALOTTA = DONATI A. - GENOVESI M.
DOGANELLA = FANTON C. - QUAGLIA M. - IULIANELLA U.
LAVINIO = MARAZZA S. - SCRUGLI A. - CESALI G.
APRILIA = NUTI D. - BERTOZZI F. - BUONANNO A.
PALESTRINA = BISONNI C. - USYK S. - PERRI A.
TORRINO = NUTI D. - SANTANGELI F. - CESALI G.
TRIGORIA = DONATI A. - TACCONE C. - PLACIDI S.
TORBELLAMONACA = TROVARELLI F. - SANTANGELI F. - CESALI G.
CERVETERI = TROVARELLI F. - ALOISI I. - RAIDICH F.
COLLEFERRO = BISONNI C. - ALOISI I. - PLACIDI S.
FINOCCHIO = SIMONETTI D, - BERTOZZI F, - BRANCHI A.
DOGANELLA = CHIALASTRI M. - CAMPAGNA M. - RAIDICH F.
LAVINIO = TROVARELLI F. - QUAGLIA M. - NEGRO G.
ROCCA DI CAVE = BISONNI C. - USYK S. - AMICI A.

CLASSIFICA COPPA LAZIO 2014

EVIDENZIATI IN ROSSO GLI AVENTI DIRITTO ALLA PREMIAZIONE FINALE E PRANZO ALLA PENULTIMA GARA ( SI RICORDA CHE ANCHE L'ULTIMA GARA DA' PUNTEGGIO)

CLICCA QUI per vedere la CLASSIFICA COPPA LAZIO 2014 AL 28/09/2014 !!!!!!!!!!!!!!!!!!!





















































CLASSIFICA FINALE MAGLIE "COMUNITA MONTANA CASTELLI ROMANI E PRENESTINI
DOPO LE CINQUE TAPPE DI TIVOLI , COLONNA , ROCCA DI CAVE , ROCCA PRIORA E LUNGHEZZA

1) ( DONATI A. = 4+5+4+5+4 )-------- (BISONNI C. =5+2+5+5 ) - ( SIMONETTI = 2+3+3 ) - ( CHIALASTRI M. = 4+2 ) - (CLEMENTINI L. = 4+1 ) - ( SCIARETTA M. = 1+1+3 ) - ( ZACCARDA C. = 3 ) - TROVARELLI F. = 2) - (AIELLO G. = 2 ) -( RIBECA = 1 ) - ( IANIERI T. = 1)
----------------------------------------------------
1) ( USYK S. = 2+5+5+4 ) -------- ( LAGHI A. = 4+1+3 ) - ( CALABRETTI O. = 5+2 )- (DI TOMMASO = 3+4 ) - ( SERAFINI S. = 1+5 ) - ( ALOISI = 3+3 ) - ( BORIONI F. = 4+2 ) - ( BONDANI M. = 5 ) - ( QUAGLIA M. = 3+2 ) - (SAVOIA A. = 4) - ( DI SALVO M. = 3 ) - ( BELLINI V. = 2 ) - ( SETTIMI = 1 ) - ( SEVERA M. = 1 ) (BERARDI = 1)
---------------------------------------------------
1) ( PERRI A. = 5+3+4+5+2 ) -------- ( BRANCHI A. = 5+1+3+4 ) - ( IULIANELLA U. =4+2+3 ) - ( BEN ISA BEN ALI M. = 2+4 ) - (AMICI A. = 5) - ( DE BATTISTI V. = 4 )-( D'INGILLO = 3+1 ) - (BARNABA = 4 )- ( GENTILI E. = 2) -( CHIRIELETTI A. = 1 ) - ( CAMILLI E. = 1)
--------------------------------------------------
1) ( LOMBINO M. = 5+5+5 ) -------- ( POMPONI E. =4+4 )


vincitori : DONATI A.(conti d'angeli) - USYK S.(sport & bike) - PERRI A.(universita' tor vergata) - LOMBINO M.(world truck)























GP Beghelli 2014: Proprio alla fine i Conti tornano - Prima vittoria da pro' per Valerio, Coppa Italia alla Neri
È solo questione di pochi mesi, se nella due giorni emiliana che ha chiuso la nostra stagione ciclistica non abbiamo ritrovato anagraficamente racchiuso, nei due vincitori, l'intero movimento professionistico italiano. Dal più vecchio, ieri, al quasi più giovane, oggi: un salto incredibile di 22 anni tra il veterano Davide Rebellin e il pischelletto (termine non casualmente romano) Valerio Conti.
Tra i team professionistici (World Tour e Professional) non è il più imberbe, il ciclista proveniente dalla Capitale, per appena sette mesi: lui è nato il 30 marzo del 1993, e solo due colleghi, Niccolò Bonifazio (suo compagno di squadra) e Alberto Bettiol (della Cannondale) sono venuti dopo, entrambi (quando si dice il caso!) il 29 ottobre 1993. Ma il dettaglio che fa sfumare la clamorosa cabala è, appunto, un dettaglio. Perché il senso del passaggio intergenerazionale c'è tutto, in questi 22 anni trascorsi in appena 24 ore. Se ieri Rebellin ha fatto emozionare molti tifosi con l'azione vincente sul San Luca a coronare uno splendido Giro dell'Emilia, oggi Conti ne ha fatti sussultare altrettanti, con questa prima - e assolutamente non banale - affermazione da pro', al termine di una stagione nella quale il suo unico obiettivo era di fare esperienza.
E l'ha fatta eccome, il ragazzino romano, attraverso un'accuratissima selezione delle corse disputate, selezione che ci dice molto di quel che lui potrà essere un domani: perché se al tuo primo anno fai il Giro del Trentino e il Criterium del Delfinato, e la tua prima classica monumento è un Lombardia, siamo già a quota tre indizi di un certo tipo. Non a caso, la fama con cui Valerio è passato pro' è quella di uno che da ragazzino (da juniores) era uno dei più forti scalatori del panorama italiano, molto vincente oltretutto; da dilettante - due anni nella Mastromarco - è stato un po' defilato, lasciando ad altri il proscenio, ma intanto ha proseguito un percorso di crescita che l'ha condotto quest'anno alla Lampre di Beppe Saronni.
Tra le curiosità di questo suo 2014, una Vuelta a España disputata (e portata a termine) con l'inatteso dorsale numero 1: non doveva parteciparvi, l'hanno chiamato all'ultimo momento per sostituire Chris Horner (campione uscente costretto al forfait), e lui ha a suo modo onorato quell'importante numero. Oggi l'1 per lui si è spostato dalla colonna del dorsale a quella del piazzamento, a sintetizzare una vittoria che ci aiuta a capire qualcosa di più di questo ragazzo tutto in divenire. Il GP Beghelli è partito subito con la fuga buona, composta da tre uomini (Fabio Duarte, Kirill Pozdnyakov e Ricardo Pichetta) che hanno saputo guadagnare fino a 6'22" (margine toccato al km 76, a 120 dalla fine), ma che hanno poi dovuto subire l'inesorabile, progressivo riavvicinamento del gruppo tirato dalla Bardiani sul classico circuito che si sviluppava tra Monteveglio e la salita di Zappolino. Al terz'ultimo dei 10 giri di questo circuito, coi fuggitivi ormai nel mirino e poco più 30 km ancora da coprire, sono usciti dal plotone tre contrattaccanti: Mauro Finetto, Manuel Belletti e - udite udite! - Moreno Moser, che ha aspettato l'ultima corsa dell'anno per fare una cosa (una qualsiasi cosa) che lo smuovesse dal tremendo anonimato nel quale s'è consumato il suo 2014. I tre contropiedisti hanno rapidamente raggiunto i battistrada e poi li hanno pure staccati, sulla successiva ascesa a Zappolino. Negli stessi momenti, dal gruppo (rimasto sempre molto vicino) hanno provato l'evasione proprio Conti (già attivo in quel penultimo giro) e Davide Villella, ma non hanno avuto spazio. Non troppo ne hanno peraltro avuto Finetto, Belletti e Moser, i quali non sono andati oltre una ventina di secondi di margine (23" all'ultimo passaggio dal traguardo), e sono stati infine raggiunti nel corso dell'ultima scalata di giornata.
Proprio in cima a Zappolino un forcing AG2R ha preparato il terreno a un tentativo di Alexis Vuillermoz (con Ángel Madrazo, già protagonista ieri al Giro dell'Emilia), il quale tentativo si è però risolto in un nulla di fatto. Identico destino è toccato a una sortita di Sergey Lagutin e Manuele Mori a 4 km dal traguardo. Ma quando si attendeva lo sprint del gruppo, a meno di 2 km dalla fine, ecco che è venuta l'azione decisiva: a promuoverla, proprio Conti con quel gregarione di Kristijan Koren e col promettente russo Ilnur Zakarin.
Il terzetto ha guadagnato rapidamente il terreno utile per risultare imprendibile, dopodiché la volatina ha premiato il laziale, felice e vincente e pronto a dolcissime ferie. Koren secondo, Zakarin terzo, il quarto posto, a 1" di distacco dai primi, se l'è aggiudicato Rafael Andriato su Andrea Pasqualon, Bonifazio, Belletti, Nicola Ruffoni, Ivan Balykin e Davide Viganò. La distanza tra Andriato e Ruffoni, più che di sole 4 posizioni nell'ordine d'arrivo, è quella che passa stasera tra chi ha vinto la Coppa Italia e chi l'ha persa: i rispettivi team sono stati impegnati fino alla fine della stagione in un testa a testa che alla fine vede prevalere la Neri Sottoli sulla Bardiani-CSF, con un ribaltone consumato, appunto, proprio all'ultimo metro.
La Neri chiude a 576 punti, solo 1 in più della Bardiani, mentre i punti conquistati da Conti valgono alla Lampre il terzo posto (a quota 460) a scapito dell'Androni, quarta a 442. A questo punto, sulla carta, la formazione di Scinto avrebbe strappato il pass per la partecipazione al Giro d'Italia 2015 (una wild card viene riconosciuta da RCS Sport alla squadra vincitrice della Coppa Italia, appunto); ma si aprono scenari del tutto particolari. Senza entrare nel merito del diritto di RCS di non assegnare la wild card per motivi etici (fronte su cui il team giallo-fluo è a rischio) o di scadimento della qualità di una squadra da un anno all'altro, è piombata oggi sul movimento italiano la notizia che Gianni Savio, team manager dell'Androni, ha promosso presso la Lega Ciclismo la richiesta di tenere sub judice i risultati di questa Coppa Italia.

Marco Grassi






























































“ VII^ CICLOPASSEGGIATA CITTA’ DI PALESTRINA “ IO STO CON TELETHON 2014“
DOMENICA 12 OTTOBRE 2014
Superato il record in termini di partecipazione alla 7^ ciclopasseggiata IO STO CON TELETHON, circa 500 tra piccoli e grandi ciclisti hanno invaso Palestrina domenica 12 ottobre 2014.
Si è svolta con grande successo la ciclopasseggiata di “Solidarieta” (quasi 1.800€. raccolti oggi che vanno ad aggiungersi ai circa 3.000€. del cicloraduno svoltosi domenica scorsa, 5/10/2014) organizzata dalla sezione ciclistica dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con il patrocinio del Comune di Palestrina e la collaborazione di: volontari Telethon (con in testa Rossella Malaspina), Centro Sportivo Italiano provinciale di Roma, Team Dea Fortuna MTB, Moto club Luigi Albertani (immancabili le presenze di Emiliano Mattogno e Alfredo Borzi), C.R.I. Comitato locale Monti Prenestini, Polisportiva Icaro e la graditissima partecipazione dell’Associazione Clown Dottori Sorrisiamo di Palestrina che hanno reso la giornata ancora più divertente.
Hanno partecipato alla manifestazione, salutati alla partenza dal Vicesindaco Manuel Magliocchetti, studenti delle Scuole di ogni ordine e grado, insegnanti degli Istituti L. Luzzatti, G. Pierluigi, G. Mameli, Karol Wojtyla, C. Eliano, cittadini e personale dell'Università di Tor Vergata con le proprie famiglie ma soprattutto una marea di bambini che in bicicletta Palestrina, città di 25.000 abitanti, non aveva mai visto!
Diligentemente scortato dalla Polizia Municipale di Palestrina e da tutti i collaboratori, il variopinto serpentone di piccoli, giovani e meno giovani “atleti” è partito alle ore 9,30 da piazzale Italia per percorre i 12 Km del circuito con tanta voglia di divertirsi e trascorrere in armonia la bellissima mattinata riscaldata da uno splendido sole con temperature ancora estive.
A rendere ancor più piacevole la pedalata è stata la sosta, a metà percorso, presso l’Azienda agricola-fattoria Damigelli, è stato anche un modo, durante la pausa, per conoscersi e socializzare gustando tutti i prodotti tipici e biologici dell’Azienda Damigelli (pane, miele, formaggi, latticini, frutta ecc.), prima di far ritorno a Piazza Italia.
Un grazie particolare a tutti i partecipanti e a coloro che hanno contribuito, a qualsiasi titolo, al successo di questa straodinaria iniziativa.
Aldo Perri Presidente ASD Sezione ciclismo Università Roma Tor Vergata












































Antidoping: La Procura dispone sette deferimenti
L'Ufficio Procura Antidoping comunica di aver disposto i seguenti provvedimenti:
deferimento dell'atleta Giuseppe Zamparini (tesserato FCI) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.1. delle Norme Sportive Antidoping per la positività all'Eritropoietina ricombinante – accertata anche in sede di controanalisi - riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "XI Marathon Montefogliano", svoltasi a Vetralla il 1° giugno 2014, con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Moreno Buso (tesserato ACSI) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.1. delle NSA per la positività all'Eritropoietina ricombinante, riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "Campionato Mondiale ACSI di Ciclismo", svoltasi a Borgoricco il data 12 luglio 2014 con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Sauro Bembo (tesserato ACSI) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.1. delle NSA per la positività al 19-Norandrosterone, riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "Campionato Mondiale ACSI di Ciclismo", svoltasi a Borgoricco il 12 luglio 2014 con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Cataldo Bello (tesserato CSEN) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.1. delle NSA per la positività per presenza di Mesterolone metabolita e Testosterone e suoi metaboliti di origine non endogena, riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "12^ Edizione Ercole dello Jonio", svoltasi a Corigliano Calabro il 26 luglio 2014, con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Stefano Gregori (tesserato FCI) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.3. delle NSA per non essersi sottoposto al controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "Trofeo El Recol" svoltasi a Cazzago San Martino il 29 giugno 2014, con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Fabio Scalora (tesserato CSAIN) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.3. delle NSA per non essersi sottoposto al controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "12° Gran Fondo Villasmundese", svoltasi a Villasmundo l'8 giugno 2014 con richiesta di 2 anni squalifica;
deferimento del Sig. Francesco Marasco (soggetto non tesserato) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per il riconoscimento della responsabilità in ordine alla violazione degli artt. 2.6. e 2.7. delle NSA sulla base degli atti trasmessi dalla Procura della Repubblica di Perugia, con richiesta di inibizione per 20 anni a tesserarsi e/o a rivestire in futuro cariche o incarichi in seno al C.O.N.I., alle F.S.N., alle D.S.A. o agli E.P.S. ovvero a frequentare in Italia gli impianti sportivi, gli spazi destinati agli atleti ed al personale addetto ovvero a prendere parte alle manifestazioni od eventi sportivi che si tengono sul territorio nazionale o sono organizzati dai predetti enti sportivi.
FONTE: http://www.coni.it/it/attivita-istituzionali/antidoping/8878-la-procura-dispone-sette-deferimenti.html














































Cicloturismo Manifestazioni L’Eroica: tutti pazzi per il ciclismo vintage! L’Eroica: tutti pazzi per il ciclismo vintage! . - Mercoledì 08 Ottobre 2014
La provincia di Siena ha vissuto l’incontro magico con i magnifici ciclisti de L’Eroica, quest’anno ben 5608 al via da ben 50 Paesi di tutti i continenti. Una giornata magnifica tra le Strade Bianche della Provincia di Siena ed i prodotti tipici del territorio declinati con la forza della suggestione degli eroi del ciclismo epico.
È gente speciale quella che si avvicina al ciclismo d’epoca, gente che conosce il valore della fatica, innanzitutto, senza eccessi e folclore che guarda al futuro con la forza delle emozioni del passato. Gente speciale, che passa un anno intero a sognare il momento di prendere il via per un’avventura senza eguali.
Dei 5608 partecipanti ben 2158 hanno scelto di diventare eroici sui percorsi di km 135 e km 205. Tutti gli altri, quasi 3500, hanno affrontato il percorso di km 75 e km 38, il più agevole. Proprio su questo percorso oggi si è cimentato Paolo Rossi, campione del mondo di calcio 1982, al suo debutto a L’Eroica e al ciclismo d’altri tempi. Altri personaggi, sportivi e non, hanno partecipato con entusiasmo alla 18 edizione de L’Eroica, da Luciano Berruti, icona del ciclismo vintage in tutto il mondo, all’attore Massimo Poggio, ad Alessandra Cappellotto, campionessa del mondo 1997, a Marianne Vos, pluricampionessa su strada, pista e ciclocross, alla francese Pauline Ferrand Prevot, neo campionessa del mondo su strada, al super campione tedesco Erik Zabel, all’altro tedesco Mario Kummer, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Seul nella cronometro a squadre, all’australiano Brett Lancaster, campione olimpico e mondiale nell’inseguimento a squadre, tantissimi corridori degli anni ’50 e ’60, tra cui Idrio Bui e Angelo Miserocchi.
Tanto amore per il ciclismo d’epoca finisce per stuzzicare una certa curiosità. Si va da Steinar AAsen, sessantenne norvegese che ha messo sotto le ruote il percorso di km 75, a Julianna Zysk, studentessa polacca che di km ne ha pedalati ben 135.
Altre curiosità; le donne che hanno preso il via sono state più del 10 per cento del totale, un bel numero perchè in assoluto si tratta di oltre 550 cicliste. Altra dato importante è la divisione per fascia d’età: i più numerosi sono stati i quarantenni, circa il 30%, quindi quelli tra i 30 e i 40 anni e quelli tra i 50 e i 60 anni, circa il 22%. Altri dati interessanti; quelli oltre i 70 anni sono stati circa il 2,5 % cioè ben più di 100 al via.
E tra i più giovani ce ne sono stati quasi 30 che hanno meno di 18 anni. Ai due estremi ci sono due italiani; Pietro Gallizia che da poco ha compiuto 15 anni mentre il più anziano è Mario Leoni che all’anagrafe vanta ben 83 anni compiuto a marzo.
News da http://www.gazzetta.it/Ciclismo/05-10-2014/eorica-partecipanti-gaiole-paolo-rossi-alessandra-cappellotto-marianne-vos-pauline-ferrand-prevot-90657424821.shtml










































L'Asd Amici in Bici ringrazia tutti i partecipanti alla Mediofondo della Capitale
La prima edizione è stata resa preziosa dalla partecipazione di Valerio Conti, professionista del Team Lampre Merida
A meno di una settimana dalla prima Mediofondo della Capitale, evento che ha attirato 450 corridori a correre lungo le strade tra Lunghezza, Corcolle e Palestrina, Nello Di Gennaro, presidente del comitato organizzatore della gara, vuole ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alla Mediofondo, non solo in qualità di corridori ma anche tutti coloro che hanno reso possibile l'evento.
"Sono stati tanti i volontari che hanno reso possibile questo evento - spiega il presidente dell'Asd Amici in Bici - e senza di loro non sarebbe mai stato possibile realizzare la grande vesta che abbiamo vissuto domenica. Ma in modo particolare voglio ringraziare Valerio Conti, che è giustamente scappato via subito dopo la gara in quanto deve preparare le ultime gare di stagione. La sua presenza è stato un onore e ringraziamo anche tutta la sua famiglia per aver partecipato".
L'appuntamento con l'edizione 2015 della Mediofondo della Capitale è previsto per il 27 settembre.























1° FONDO DELLA CAPITALE - CSAIN - ROMA.
28 NOVEMBRE 2014 (DOMENICA) - LUNGHEZZA:

GRANDE SODDISFAZIONE PER QUESTO CAMPIONATO NAZIONALE CSAIN FONDO
LE MAGLIE DI CAMPIONE NAZIONALE SONO STATE CONSEGNATE DAL PRESIDENTE NELLO DI GENNARO E DAL RESPONSABILE CSAIN ROMA CLAUDIO TROVARELLI AI NEO VINCITORI:

-CAD. : CRISTIAN BISONNI - CONTI D'ANGELI
-JUN : FABRIZIO TROVARELLI - WORLD TRUCK
-SEN : ANDREA DONATI - CONTI D'ANGELI
-VET. : DANILO SIMONETTI - FIAMME D'ORO
-GEN. : TERENZIO CARPENTIERI - ROCCASECCA BIKE
-SGA : ANTONIO BRANCHI - CICLI COPPOLA
-SGB : ANTONINO DI STEFANO - SPORT&BIKE
-DONNE : MARCELLA LOMBINO - WORLD TRUCK




































Mediofondo della Capitale, buona la prima
Matteo Cecconi (Effetto Ciclismo Fiano Romano) ed Elena Cairo (Tranchese Cycling) si aggiudicano la prima edizione della corsa
La prima edizione della Mediofondo della Capitale va in archivio con un importante successo di partecipanti: 450 corridori hanno infatti animato la gara organizzata dall’Asd Amici in Bici del presidente Nello Di Gennaro, evento curato nei minimi dettagli e studiato per essere non solo una gara amatoriale ma anche e soprattutto una grande festa per tutta la famiglia. Alla partenza, anticipata da una randonèe, è stato presente anche Valerio Conti, che ha preso parte alla I Mediofondo della Capitale in qualità di ospite.
La gara ha preso il via con una fuga che ha caratterizzato tutta la prima parte del percorso: a prendere il largo sul resto del plotone sono stati Marco Chialastri (World Truck) e Marco De Fabiis (Team Terenzi Lazzaretti). I due affrontano in testa la salita di Capranica, principale asperità di giornata, ma dietro i migliori del gruppo riescono ad organizzare l’inseguimento. Dopo la discesa restano in testa Andrea Donati e Christian Bisonni (Edifer Conti D’Angeli), Danilo Simonetti (Fiamme D’Oro), Matteo Cecconi (Effetto Ciclismo Fiano Romano), Luisiano Cannizzaro (Team Terenzi Lazzaretti), Antonio Turriziani (MB Lazio) e Giovanni Riccioni (Valle Siciliana). Il gruppo di attaccanti si presenta compatto fino all’ultimo chilometro: Cecconi si impone allo sprint davanti a Cannizzaro e a Bisonni. Tra le donne, il successo è andato a Elena Cairo (Tranchese Cycling) davanti a Manuela Lezzerini (Velo Roma) e a Maria Giacinta Cannas (Ciclistica Gavignanese).
La gara è stata valevole anche come campionato nazionale Fondo dello CSAIN. Ad aggiudicarsi le maglie di campioni sono stati: Christian Bisonni (Conti D’Angeli Edifer) tra i Cadetti, Fabrizio Trovarelli (World Truck) tra gli Junior, Andrea Donati (Conti D’Angeli Edifer) tra i Senior, Danilo Simonetti (Fiamme D’Oro) tra i Veterani, Terenzio Carpentieri (Roccasecca Bike) tra i Gentleman, Antonio Branchi (Cicli Coppola) tra i SGA, Antonino Di Stefano (Sport&Bike Villanova) tra gli SGB, Marcella Lombino (World Truck) tra le Donne.
Nello Di Gennaro, presidente del comitato organizzatore, non nasconde soddisfazione per come è andata la gara ma anche possibili margini di miglioramento: “Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato oltre agli sponsor che hanno reso possibile questa festa. A caldo mi sento di dire che molte cose sono funzionate e altre un po’ meno, quindi il prossimo anno cercheremo di migliorare. In generale, però, possiamo essere soddisfatti di come sia riuscito l’evento: la logistica è stata perfetta e anche il post gara si è svolto in maniera ottima. L’appuntamento per gli appassionati è con la seconda edizione della Mediofondo della Capitale, che si svolgerà domenica 27 settembre 2015”.
Sul sito www.tds-live.com sono disponibili tutte le classifiche assolute e di categoria, mentre sul sito www.obbiettivofoto.it sono disponibili tutte le foto della manifestazione.
Cordiali saluti,Carlo Gugliotta+39 333 3132875




























































Coppa Lazio 2014 - 21/09/2014 Pomezia
6 MEMORIAL FABIO MUSSOLINO - 6 MEMORIAL GIUSEPPINA BELLOTTI - 8 MEMORIAL PIETRO ANGELUCCI. .
Grande spettacolo di ciclismo oggi a Pomezia.
( Pomezia si trova nell'Agro Romano e si estende a sud di Roma, con ai lati la veduta dei Castelli romani e del mar Tirreno, confinando per un largo tratto con la tenuta presidenziale di Castel Porziano. Sono rimaste poche vestigia del vecchio territorio di Pomezia, originariamente composto da vaste zone boschive (sugheri, olmi e querce), dune con vegetazione mediterranea (ginestre, pungi-topo, rovi di more e fitta vegetazione di erbe) e zone paludose (due stagni litorali nei pressi di Torvajanica) tra quanto rimasto si segnalano la zona costiera delle dune tra Torvaianica e Villaggio Tognazzi e il bosco della sughereta vicino a Pomezia, proposto con qualche polemica come area protetta. Le cause di questo cambiamento sono riconducibili essenzialmente all'opera di bonifica d'epoca fascista (per ciò che attiene alle zone paludose ed agricole), e una forte industrializzazione del territorio prolungatasi fino agli anni novanta grazie ai fondi per la Cassa del Mezzogiorno, nonché alla speculazione edilizia che ha devastato uno dei più bei litorali della provincia romana. )
Come sempre una organizzazione degna dei piu' importanti appuntamenti cicloamatoriali laziali.
Oltre 120 atleti in rappresentanza delle migliori formazioni ciclistiche regionali , si sono sfidati sulle strade del litorale romano, alle ore 09.00 esatte il direttore di gara Armando Santaroni ha dato il via alla gara dei piu' giovani .
Molti i tentativi di fuga , soprattutto sul duro strappo di via Silvio Spaventa, ma tutti senza esito.
L'arrivo in volata ha messo in evidenza lo strapotere della squadra di casa : vittoria per il neo campione nazionale 2 serie Andrea Donati (Conti D'Angeli) e subito a ruota il compagno di casacca Cristian Bisonni sul terzo gradino l'atleta delle Fiamme D'Oro Danilo Simonetti.
Belle prova di : Luca Romualdi, Stefano Marazza, Luca Sanna, Alex Badei, Marco Barcellan, Gianni Adamo,Mauro Flumeri, Antonino Cipriani e Sauro Coluzzi (in questo scorcio di stagione ottima condizione per gli atleti del club di Subiaco della asd Motel al Cavaliere) , Giuseppe Baccaro, Roberto Paglia , Piero Rosati.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per tutti i cicloamatori per domenica 28 Settembre a Lunghezza per la " 1° Medio Fondo della Capitale ".
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )




























































Coppa Lazio 2014 - 21/09/2014 Pomezia
6 MEMORIAL FABIO MUSSOLINO - 6 MEMORIAL GIUSEPPINA BELLOTTI - 8 MEMORIAL PIETRO ANGELUCCI. .
Grande spettacolo di ciclismo oggi a Pomezia.
I senior viaggiano a velocita' supersonica !
dopo solo 30 chilometri agganciano i piu' giovani e questa andatura mette in difficolta' molti atleti.
L'atleta nativo di Deruta ma residente a Manziana Vito Bellini (cicli Fatato)si aggiudica la cat. gentlemen alle sue spalle un ordine di arrivo ricco di fior di velocisti, secondo il compagno di squadra Marco Bondani e terzo Oronzo Calabretti della asd abruzzese De Zan-Vito Taccone.
Dopo un lungo periodo di stop subito un secondo posto nella cat. A8 per Alfredo De Angelis (asd Deka) , bene Serafini S., Lauri, Cannone, Genovesi, Usyk, Serafini A. Gabellini, Savoia, Bartolini, Bertozzi, Berardi, Quaglia, Ingiosi.
Il team dopolavoro Atac del presidentissimo Valter D'Aiuto, ottiene un primo posto di rilievo nella cat. super/g con il cerveterano Olivieri Giuseppe, a seguire i compagni di casacca Corrado Cretto e Sergio Placidi(Portalandia). Branchi, Roma, Iulianella, Raidich.
Successo per l'atleta di casa Elisabetta Pomponi .
Come sempre ricchissime le premiazioni effettuate dal patron Nazzareno Conti e dal Sindaco di Pomezia Fabio Fucci.
Prezioso il lavoro dei vigili urbani del capitano Antonio Trovato, dei carabinieri di Pomezia, dalla Protezione Civile di Ardea,delle scorte tecniche team Santaroni.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per tutti i cicloamatori per domenica 28 Settembre a Lunghezza per la 1° Medio Fondo della Capitale.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )























































Coppa Lazio 2014 - 14/09/2014
9 MEMORIAL DE FELICE ANTONIO - Campionato Regionale Lazio CSAIN.
La gara di Ciampino decolla con successo anche nel 2014.
Definire semplice gara e' veramente riduttivo per una manifestazione che coinvolge il cuore di Ciampino!
Un tracciato completamente nuovo che ha portato i concorrenti sulla strada consolare Appia e poi costeggiando le mura dell'areporto romano sino al centro della cittadina.( Ciampino è un comune italiano di 38.529 abitanti della provincia di Roma, nel Lazio. Ciampino, fino al 1974 frazione del vicino comune di Marino, è situata nell'area metropolitana di Roma, strategicamente situata fra la Capitale ed i Castelli Romani. Nel 2004 le è stato conferito il titolo di Città dal Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi.Il territorio di Ciampino è adiacente all'antica Via Appia, ed era, in età romana, sede di fattorie e ville rustiche la più famosa delle quali è quella di Quinto Voconio Pollione risalente al II secolo d.C. Ciampino deve il suo nome a Giovanni Giustino Ciampini, un prelato dalla curia pontificia, scienziato e archeologo nato a Roma nel 1633 e morto nel 1698.)

Alle ore 09.00 esatte da via Mura dei Francesi, davanti ai locali del bar Bova ( covo rinomato di ciclisti),il patron Maurizio De Felice dava il via alla carovana multicolore.
La giornata prettamente balneare e la salita di Quarto Sant'Antonio, creavano problemi anche agli atleti piu' preparati, moltissimi i ritiri.
diversi i tentativi di fuga ma le squadre dei velocisti non hanno voluto perdere l'occasione di portare i loro uomini in volata.
E la volata partiva lunghissima ai 300 metri , Successo e maglia per il romano Fabrizio Trovarelli (World Truck) , sul podio Cristian Bisonni (Conti D'Angeli) e Iori Alessandro (Portalandia).
Ottima prova di Donati Andrea, Pigliucci Marco, Baccaro Giuseppe, Pitocco Gianluca, Sciaretta Manuel, Romualdi Luca, Ricci Giulio.

GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )













































Coppa Lazio 2014 - 14/09/2014
9 MEMORIAL DE FELICE ANTONIO - Campionato Regionale Lazio CSAIN.
La gara di Ciampino decolla con successo anche nel 2014.
Definire semplice gara e' veramente riduttivo per una manifestazione che coinvolge il cuore di Ciampino!
Per i piu' maturi si aggiudicava la maglia dei veterani l'atleta di Anagni Danilo Simonetti (Fiamme D'Oro ) a seguire Oronzo Calabretti, Fabio Bertozzi, Roberto Giordano, Marco Barcellan.
Maglia dei Gentleman al pupillo di Giuseppe Fatato Vito Bellini, a ruota lo scalatore di Bellegra Terenzio Carpentieri ( Roccasecca Bike) , Massimo Di Tommaso, Natale Lauri, Marco Quaglia.
Primo dei super/g/a Giuseppe Negro (Pedale Pontino) sul podio Il reatino Luciano Placidi ( Amici per la Bici ) e Gianni Cesali (Portalandia) a seguire Cretto , Chirieletti , Branchi. Maglia per i super/g/b a Vladimiro Pietroni (Portalandia) , Campionessa Laziale Marcella Lombino (World Truck).
Un abbondante ristoro offerto dalle famiglie De Felice, Mazzone, Tedeschi ha gratificato atleti e parenti nei locali del Cipollaro.
Grande lavoro della polizia locale di Ciampino Del comandante Roberto Antonelli e degli ufficiali Gioiosi, Iorio e Bruschi ,, della protezione civile C.R.I , delle guardie ambientali di Nettuno, dei soci del circolo Cipollaro tutti , dei volontari g.s. Santa Maria delle Mole e Roma.bike e sicuramente delle scorte tecniche Vessella Team di Andrea Vessella.
Intervenuto alle premiazioni il sindaco Giovanni Terzulli e il patron Maurizio De Felice ha effettuato la consegna delle prestigiose maglie di Campione Regionale Lazio CSAIN :
Bisonni Cristian (Conti D'Angeli), Trovarelli Fabrizio (World Truck), Iori Alessandro (Portalandia), Simonetti Danilo ( Fiamme D'Oro), Bellini Vito (cicli Fatato), Lombino Marcella (World Truck) , Negro Giuseppe (Pedale Pontino), Pietroni Vladimiro (Portalandia).
Traguardo volante : 1) Carpentieri - 2) Bellini - 3) Baccaro.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per gli iscritti alla Coppa Lazio per domenica 21 Settembre a Pomezia per il 6 MEMORIAL FABIO MUSSOLINO - 6 MEMORIAL GIUSEPPINA BELLOTTI - 8 MEMORIAL PIETRO ANGELUCCI.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )



















































RISULTATO DI TUTTO RILIEVO PER LA PORTACOLORI DEL TEAM WORLD TRUCK DI ROMA.

DOPO AVER OTTENUTO RISULTATI DI PRESTIGIO NELLE MAGGIORI GRAN FONDO DEL CENTRO ITALIA, SI SCOPRE CRONOMEN !
NELLA CRONO DI TORVERGATA, Memorial Antonio Cristini, DISPUTATA SABATO 06 SETTEMBRE 2014 NEI VIALONI DELL'UNIVERSITA' DI TORVERGATA, DAVANTI ALLE MIGLIORI SPECIALISTE DEL TIC E TAC , OTTIENE IL MIGLIOR TEMPO ASSOLUTO.

1° MARCELLA LOMBINO 14:09 (WORLD TRUCK ROMA)

2° ILARIA MASSI 14:17 ( ASD MOSER CT - ACQUA&SAPONE )

3° SERENELLA BORTOLOTTO 14:18 (CRM RACING)

4° DANIELA PELELLA 14:47 ( ASD MOSER CT - ACQUA&SAPONE )

5° MARIA TERESA SELLI 16:38 (WHITE BULL)












































GP della Comunità Montana dei castelli Romani e Monti prenestini.

Breve cronaca della cronoscalata ciclistica: Colle di Fuori – Rocca Priora – cuore del Parco regionale dei Castelli Romani e della Comunità Montana: Castelli e Monti Prenestini.

Oggi 7 settembre 2014 si è svolta la 16^ edizione della cronoscalata Colle di Fuori – Rocca Priora, gara di ciclismo amatoriale a cronometro, valevole anche come prova (penultima) di campionato della Comunità Montana “Castelli Romani e Monti Prenestini”.
L’evento sportivo è stato organizzato perfettamente dalla società sportiva locale “Asd Amici del Pedale” , dai giudici e cronometristi dello CSAIn di Roma, con il patrocinio del Comune e della Comunità Montana che ha sede proprio a Rocca Priora.
Dalle ore 7,30 alle 8,45 gli atleti si sono ritrovati, per le iscrizioni, presso la piazza adiacente allo storico Castello di Rocca Priora dove ha sede il Comune. La meravigliosa giornata ha favorito la partecipazione di circa 100 “specialisti scalatori” che hanno preso parte alla competizione. Alle 9,15 è partito il primo concorrente da Colle di Fuori (frazione di Rocca Priora e dove è in corso la sagra del fungo porcino fino al 14 settembre), poi a seguire, a distanza di un minuto, sono partiti tutti i corridori che hanno affrontato la dura salita di 7 km (una strada immersa nel bel verde del Parco Regionale dei Castelli Romani che congiunge Colle di Fuori a Rocca Priora) fino ad arrivare allo storico Castello dove era posto l’arrivo.
Al termine, dopo un gradito ristoro messo a disposizione dei concorrenti ed accompagnatori, alla presenza del Sindaco e vice Damiano Pucci e Federica La Valle, del presidente della Comunità Montana Giuseppe De Righi, del responsabile dello CSAIn Claudio Trovarelli e dei rappresentanti della società sportiva organizzatrice “Amici del Pedale”, Umberto Luciani (presidente), Antonio Pucci, Gianni Corvese, Marino Rossi e tutti gli altri atleti presenti, si è svolta una ricca e premiazione.

Le immagini si riferiscono a: Aldo Perri in azione, atleta della sezione ciclistica dell'Università di Tor Vergata, 1° classificato per la categoria “A9 super gentleman”; Antonio Pucci atleta della società organizzatrice Amici del pedale di Rocca Priora, Claudio Trovarelli responsabile CSAIn Roma e il Sindaco di Rocca Priora Damiano Pucci.















































Giornata da incorniciare per l'asd Sport & Bike di Villanova.
Il team di via Gesmundo 37 (Guidonia) del presidentissimo Emilio Marchionni e del suo inossidabile braccio destro Antonino Di Stefano , realizza uno dei suoi migliori risultati stagionali, evidenziandosi con tutti i componenti del team.
La cronoscalata di Rocca Priora con i suoi 7 km. di dura salita ha messo in evidenza le qualità del gruppo di Villanova.

1° assoluto cat. gentlemen con un tempo ragguardevole di 19.00 l'ucraino Serghey Usyk si aggiudicava la maglia Coppa Lazio .

1° cat. A6 con 20.18 Emanuele Ciaraglia.

1° cat. A7 con 20.10 Fabio Borioni.

4° cat. A6 con 21.50 Massimo Dolciotti.

Sicuramente di buon auspicio per il prosieguo della stagione .

























Coppa Lazio 2014 - Rocca Priora 07/09/2014
CRONOSCALATA COLLE DI FUORI-ROCCA PRIORA.
L'appuntamento non ha tradito le attese anche dei palati piu' fini.
La cronoscalata Colle di Fuori-Rocca Priora, si e' conquistata di diritto , per quanto riguarda le crono nel Lazio , essere l'appuntamento clou.
La partenza dalla frazione di Colle di Fuori e dopo 7 duri km. arrivo in cima a p.le Zanardelli sede del municipio di Rocca Priora.
(Rocca Priora è un comune di 11.987 abitanti della provincia di Roma, e si trova nell'area dei "Colli Albani" nel territorio dei "Castelli Romani" a 768 m s.l.m. Buona parte del territorio ricade all'interno dei confini del Parco Regionale dei Castelli Romani. A Rocca Priora vi è la sede della Comunità montana Castelli Romani e Prenestini.)
Due gare per due premiazioni distinte, prima gli iscritti alla Coppa Lazio a seguire la gara riservata a fci ed enti.
La prima partenza alle ore 09.15 esatte , con il percorso presidiato dalle moto staffette Vessella Team e dai giudici CSAIN Lazio.
Il miglior tempo di 18.11 era ad appannaggio del portacolori della Conti D'Angeli di Pomezia Andrea Donati maglia Coppa Lazio cat. adulti , a seguire con 18.19 il giovane Luca Clementini sua la cat. A3(cicli Fatato).
Con l'ottimo tempo di 19.00 il pupillo del presidentissimo Emilio Marchionni , l'ucraino Serghey Usyk (Sport & Bike ) si aggiudicava la maglia Coppa Lazio cat. gentlemen.
Ottima prova di : Manuel Sciaretta, Giulio Aiello, Giulio Ricci, Tonino Ianieri, Sauro Coluzzi, Massimiliano Labbate, Emanuele Ciaraglia sua la cat. A6, Mauro Flumeri, Marco Barcellan, Fabio Borioni sua la cat. 7, Oronzo Calabretti,Angelo Moschitti, Massimo Di Tommaso, Marco Di Salvo, Stefano Serafini.
Vittoria e Maglia nella cat. super/g per Aldo Perri (università Tor Vergata) con 21.05 sul podio Maurizio Ben Isa Ben Ali(cicli Coppola ) e il compagno di squadra Antonio Branchi fresco vincitore del titolo nazionale a Colonna (rm), bene Gentili e Camilli.
Per le donne dopo solo 24 ore, ripeteva l' exploit del giorno precedente della crono di Torvergata, Marcella Lombino (World Truck) a seguire l'indomita Elisabetta Pomponi.
Maglie Coppa Lazio : Andrea Donati (Conti D'Angeli Pomezia ) - Serghey Usyk ( Sport & Bike Villanova ) - Aldo Perri (Università Tor Vergata Roma).
Pucci Antonio si aggiudicava la speciale classifica di societa' risultando primo degli Amici del Pedale.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 532 -- 2) PORTALANDIA = 300 -- 3) CICLI FATATO = 252 -- 4) CICLI PACO = 248 --5) DOPOLAVORO ATAC = 216 -- 6) WORLD TRUCK = 216.....................

Prossimo appuntamento per tutti i tesserati CSAIN Lazio per domenica 14 Settembre a Ciampino per il 9 memorial Antonio De Felice, valido come campionato regionale strada CSAIN Lazio.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )
































































Coppa Lazio 2014 - Rocca Priora 07/09/2014
CRONOSCALATA COLLE DI FUORI-ROCCA PRIORA.
L'appuntamento non ha tradito le attese anche dei palati piu' fini.
La cronoscalata Colle di Fuori-Rocca Priora, si e' conquistata di diritto , per quanto riguarda le crono nel Lazio , essere l'appuntamento clou.
La seconda gara vedeva prevalere con il tempo stratosferico di 17.50. lo scalatore della asd Crm Racing di Via Torricelli a Monterotondo (Rm) Marco D'Agostini
a seguire con 19.32 Luca Lazzarini (cicli Castellaccio) e con 20.09 Giorgio Fioretti (Roma ciclismo) sua la cat. giovani.
Bella prestazione di : Giacinto Massucci, Andrea Borgia, Domenico Cartolano, Emanuele Cupelli, Andrea Giannini, Antonello D'Agapito, Marcello Innocenzi, Fabio Fioravanti, Paolo Agro, Riccardo Asci.
La cat. super/g e' dell'atleta di Velletri Osvaldo Procaccini , sul podio Diego Cedroni (Roma ciclismo) e Raffaele Borreale (Roma ciclismo) a seguire Mancuso, Salandri, Carloppi e Maura.
Si attesta con 22.39 , sul gradino piu' alto cat. donne Manuela De Iulis (Largo Sole) , poi Arianna Papi (Tor Sapienza ) e Serenella Bortolotto (Cmr Racing)
Ottimo lavoro dei vigili di Rocca Priora coadiuvati dalla protezione civile Carabinieri e scorte tecniche Vessella.
Le ricche premiazioni sono state effettuate dal sindaco di Rocca Priora dott. Pucci Damiano, dal presidente della Comunita Montana dott. Giuseppe De Righi, dal presidente della asd Amici del Pedale Umberto Luciani da Pucci Antonio e da tutto lo staff di Rocca Priora che hanno dato appuntamento alla edizione del 2015.
Il prestigioso trofeo Comunita Montana dei Castelli Romani e Prenestini e' stato assegnato a Marco D'Agostini per il miglior tempo ottenuto
Tutte le classifiche sul sito www.gareinrete.it










































FIORI D’ARANCIO:
Domenica 07 Settembre 2014 Sant'Angelo Romano le nozze tra Alessandra Cretacci e Marco Chialastri.

Sant'Angelo Romano (RM) - Domenica 07 Settembre 2014 ore 12.00 , presso Villa Fiore la dolcissima Alessandra Cretacci si e' unita nel sacro rito del matrimonio con il simpatico Marco Chialastri. Al termine della suggestiva funzione religiosa i neo sposini hanno salutato parenti e amici presso il noto Ristorante Villa Fiore.
Alla simpatica coppia Alessandra e Marco felicitazioni vivissime e fervidi auguri da parte di tutta la famiglia del ciclismo laziale e in particolare dagli amici della Coppa Lazio Csain.



































TROFEO SAN GIOVANNI
SI E' SVOLTO DOMENICA 31 AGOSTO PRESSO LA RIDENTE CITTADINA DI CAMPAGNANO DI ROMA,
(il territorio di Campagnano fu teatro di scontri tra Etruschi e Romani. Con l'inizio del III secolo a.C. iniziò il ripopolamento dell'area, che, dopo la presa di Falerii nel 241 a.C., entrò a far parte del dominio romano. Sulla sommità del monte Razzano viene eretto un tempietto dedicato a Bacco, da cui ha origine il toponimo di ad Baccanas dato alla Valle di Baccano.- Mansio ad Vacanas : in località Baccano è possibile vedere ancora oggi la Mansio ad Vacanas, di epoca romana e i maestosi resti dei Granai Chigi.)
IL TROFEO SAN GIOVANNI, IL RITROVO ALLE ORE 7.30 E LA PARTENZA ALLE ORE 9.00.
IL CIRCUITO DI 14 KM E' STATO RIPETUTO 5 VOLTE PER TOTALI KM. 70.
DOPO UNA LUNGA FUGA A TRE OTTIENE UNA MERITATA VITTORIA NELLA CATEGORIA VETERANI FABIO GIUSTI DELLA ASD TIME BIKE CENTROITALIA
SI AGGIUDICA LA CATEGORIA DEI GIOVANI MARCO CHIALASTRI DELLA ASD WORLD TRUCK DI ROMA.
OTTIMA PRESTAZIONE DI : DANILO SENSI, STEFANO COLAGE, FABIO CONTI, FABRIZIO TROVARELLI, STEFANO FERUZZI, MASSIMILIANO CATARCI, ALESSANDRO POLILI, SIMONE MONTANINI, MIRKO MARCUCCI, FRANCESCO LAUDI, ENRICO MOSTARDA, FABRIZIO MORGANTI, MARCO OTTAVIANI, MANUEL SCIARETTA, PIETRO GIGANTE, MARCO DE FABIIS, SERGHEJ USIK, UCA CLEMENTINI.
IN 31 POSIZIONE E' PRIMO DEI SUPER GENTLEMEN PALOMBI SILVESTRO DEL TEAM 2L BIKE.


































Coppa Lazio 2014 - Rocca di Cave 27/07/2014
Trofeo Citta di Rocca di Cave.
Gran Premio Assetti e Bonifiche di Luigi Agostini
Domenica 27 luglio 2014 si è svolta con grande successo la seconda edizione del “Trofeo ciclistico Città di Rocca di Cave”, gara di ciclismo amatoriale riservata agli atleti iscritti alla “Coppa Lazio”, valevole come prova di campionato della "Comunità Montana - Castelli Romani e Monti Prenestini" (5 le prove totali in programma).
L’evento sportivo, patrocinato dal Comune di Rocca Di Cave, antica comunità di 380 abitanti dei monti prenestini (933 mt slm) risalente all’anno mille, è stato organizzato dallo CSAIn di Roma in collaborazione con la sezione ciclistica dell’Università di Roma Tor Vergata e del gruppo sportivo Ciclistica Cavese”.
Grande soddisfazione da parte dell’Amministrazione comunale e degli organizzatori per il successo della manifestazione che ha registrato più di cento corridori alla partenza i quali si sono ritrovati sin dalle prime ore del mattino in piazza San Nicola per le iscrizioni alla gara.
Come da programma, alle ore 8,45 la manifestazione sportiva ha avuto inizio con il trasferimento turistico fino a Cave dove a distanza di 5 minuti hanno preso il via 2 gare agonistiche suddivide per categorie: 18-44 anni e 45 anni in poi. La competizione agonistica ha interessato il territorio del Comune di Cave, un circuito di 15 km ripetuto 3 volte prima della selettiva ascesa finale di 6 km che da Cave porta a Rocca di Cave dove era posto l’arrivo.
Le vittorie assolute delle 2 gare sono state assegnate agli atleti Cristian Bisonni e Serghey Usiks mentre Alvaro Amici si è aggiudicato la vittoria della categoria “Super Gentleman”. Il Sindaco di Rocca di Cave Antonio Scipioni e il Vice Sindaco nonché Assessore allo Sport, Avvocato Gabriella Federici hanno presenziato alle premiazioni ringraziando calorosamente tutti i partecipanti riconoscendo a tutti il merito per la difficile prova sostenuta con la dura ascesa finale. Le autorità comunali hanno ringraziato inoltre gli organizzatori: Claudio Trovarelli (responsabile CSAIn-Roma), Aldo Perri (presidente ASD sezione ciclismo Università Tor Vergata) e Sandro Vendetti (presidente ASD ciclistica cavese) e le associazioni che hanno garantito la sicurezza durante lo svolgimento della manifestazione sportiva: le moto scorte tecniche “Vessella” e il Gruppo della protezione civile “Le Torri” presente con il presidente Missori.
E soprattutto lo sponsor Luigi Agostini titolare della societa Assetti e Bonifiche

Questi gli ordini di arrivo dei primi 3 atleti di categoria:
cat. A3: 1) Cristian Bisonni (GS Conti D’Angeli) 2) Manuel Sciarretta (Cicli Coppola) 3) Fabrizio Trovarelli (World Truck); cat. A5: 1) Andrea Donati (GS Conti D’Angeli) 2) Marco Chialastri (World Truck) 3) Giuseppe Baccaro (Ciampino Bike); cat. A6: 1) Danilo Simonetti (Fiamme Oro) 2) Emanuele Ciaraglia (Sport&Bike) 3) Massimo Dolciotti (Sport&Bike); cat. A7: 1) Alessandro Savoia – 2) Fabrizio Morganti (amici per la bici) 3) Oronzo Calabretti (GS De Zan – Vito Taccone); cat. A8: 1) Serghey Usiks (Sport&Bike); Massimo Di Tommaso (Cicli Fatato) 3) Vincenzo Palumbo (Disoflex); cat. A9: 1) Alvaro Amici (GS Moltel al Cavaliere) 2) Aldo Perri (sezione ciclismo Università Tor Vergata) 3) Umberto Iulianella (World Truck).
Per vedere alcune immagini della manifestazione collegarsi al seguente link:
https://picasaweb.google.com/100559365034210175414/2TrofeoCiclisticoCittaDiRoccaDiCave2772014#
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 520 -- 2) PORTALANDIA = 296 -- 3) CICLI PACO = 248 -- 4) CICLI FATATO = 246 -- 5) DOPOLAVORO ATAC = 214 -- 6) WORLD TRUCK = 212.....................

Prossimo appuntamento per gli iscritti alla Coppa Lazio per la prima domenica di Settembre a Rocca Priora per la CRONOSCALATA COLLE DI FUORI-ROCCA PRIORA.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )







































































Coppa Lazio 2014 - Albano 24/07/2014
Trofeo cicli Sorgente.
La prima edizione gia' denota la grande organizzazione e la professionalita' di tutto lo staff della cicli Sorgente di Albano
(Albano è uno dei comuni più importanti dei Castelli Romani, e il centro più animato commercialmente.Sede vescovile suburbicaria fin dal V secolo, storico principato della famiglia Savelli e dal 1699 al 1798 possesso inalienabile della Santa Sede, ospita anche la sezione distaccata del tribunale circondariale di Velletri. Il territorio di Albano è in parte incluso nel Parco regionale dei Castelli Romani. Popolose sono le frazioni di Cecchina e Pavona.)
Circuito di gara il classico giro di Vallericcia , da percorrere per 10 volte totali 62 chilometri.
Dopo il primo giro di controllo si accendono le micce e vari corridori sono costretti a fermarsi ai box, al chilometro 52 il forte atleta di Cave Marco Chialastri (World Truck) allunga e si presenta a braccia alzate sul traguardo.
a seguire Andrea Donati (conti d'angeli) e Mauro Genovesi (Portalandia) che si aggiudica la categoria Senior.
Ottima prova di : Baccaro, Marazza, Romualdi, De Carolis, Usyk, Bertozzi, Lauri, Quaglia , Genovesi Luigi, Giordano, Biondi, Serafini, Gabellini.
La categoria super gentlemen e' del presidente aviatore Gianni Cesali (Portalandia) a seguire : Branchi, Raidich, Iulianella.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 468 -- 2) PORTALANDIA = 266 -- 3) CICLI FATATO = 230 -- 4) CICLI PACO = 230 -- 5) DOPOLAVORO ATAC = 200 -- 6) WORLD TRUCK = 194.....................

Prossimo appuntamento per gli iscritti alla Coppa Lazio per la prima domenica di Settembre a Rocca Priora per la CRONOSCALATA COLLE DI FUORI-ROCCA PRIORA.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )












































Albano 24/07/2014
Trofeo cicli Sorgente.
La prima edizione gia' denota la grande organizzazione e la professionalita' di tutto lo staff della cicli Sorgente di Albano

L'altra gara per f.c.i. ed enti tutti ha un andamento completamente diverso, subito al primo giro allungano nove atleti e con cambi precisi prendono piu' di un minuto di vantaggio e non saranno piu' riagguantati dal gruppone , la forte andatura fa' perdere molti vagoni a questo treno, e di questi solo in tre si presentano al traguardo , con un bel gesto, lo tagliano mano nella mano Federico Colone ( asaci)e Luisiano Cannizzaro (team Terenzi) aggiudicandosi le rispettive categorie con subito a ruota l'ex professionista di Lariano Claudio Astolfi(g.s. Melania).
Buona la prova dei giovani di : Zaottini, Caliciotti, Paoloni, Forte, Caramaica e per i senior di Carpentieri, Piersanti, Maggioli, Paoli, Aloisi, De Amicis, Seghetti, Soldi.
Effettuate le ricche premiazioni presso gli accoglienti locali della cicli Sorgente dal titolare Luigi Sorgente e dal generale di brigata Mario Biancucci del corpo sanitario internazionale Croce Rossa Garibaldina, che ha voluto insignire con l'attestato al merito dell'Aquila D'Oro Crociata al Merito( Com.Gen.gr. ufficiale dr. Alessandro Della Posta) sia i vincitori di tappa che il responsabile Csain Roma Claudio Trovarelli.
Un ringrazziamento particolare a tutte le forze dell'ordine che con il loro lavoro esemplare , nonostante il notevole traffico hanno permesso che la gara si svolgesse nel migliore dei modi.

































Valerio Conti sarà il testimonial della prima Mediofondo della Capitale
Il giovane romano, professionista con la Lampre-Merida, cercherà di essere presente all’appuntamento del 28 settembre
La prima edizione della Mediofondo della Capitale avrà un testimonial d’eccezione: Valerio Conti, giovane professionista del team Lampre Merida, sarà infatti l’uomo immagine dell’evento che si disputerà il 28 settembre a Lunghezza, alle porte di Roma.
Dopo un avvio di carriera nel settore giovanile della formazione capitolina del Cycling Team Coratti, Conti è passato Under 23 con la Mastromarco per poi diventare professionista con la Lampre, storica formazione World Tour. Il corridore romano, nonostante i tanti impegni, ha promesso che se ne avrà la possibilità sarà presente all’evento: “Ho accettato l’invito dell’organizzatore Nello Di Gennaro - spiega Conti - che mi ha chiesto di diventare testimonial perché credo che sia un evento molto bello; parlo di evento e non di gara perché il comitato organizzatore sta allestendo una vera e propria festa dedicata a tutte le famiglie. Se sarà possibile, compatibilmente con i miei impegni, pedalerò anche io insieme agli appassionati che parteciperanno alla gara”.
La prima Mediofondo della Capitale, organizzata dall’Asd Amici in Bici sotto l’egida dello Csain, si disputerà su un percorso di 103 km con un dislivello di 1.460 metri: dopo la partenza da Lunghezza i corridori transiteranno per Palestrina, Genazzano, Capranica Prenestina, Zagarolo e Corcolle prima di tornare di nuovo a Lunghezza per la conclusione della prova. Oltre alla gara per amatori, ci sarà per tutti i cicloturisti la possibilità di partecipare anche ad una randonèe, che vedrà la propria partenza alle sette del mattino sempre in prossimità del Castello di Lunghezza, mentre la Mediofondo inizierà alle 9:15.
La manifestazione, però, non sarà solo sportiva, ma sarà un evento per tutta la famiglia: nel pacco gara, oltre ai vari gadget, ci sarà uno sconto per visitare Il Fantastico Mondo del Fantastico, parco di divertimenti adiacente il Castello di Lunghezza, quartier generale della manifestazione, se si entra in due, in tre o in quattro persone. Sempre all'interno del pacco gara ci saranno un buono per partecipare al pasta party finale (menù che comprende primo, secondo, contorno, dolce, frutta e acqua),una bottiglia d vino dei castelli, degli integratori Herbalife forniti dal distributore indipendente Massimo Montoro e una bandana celebrativa dell'evento realizzata in collaborazione con Leda Sport.
Per iscriversi e per ogni ulteriore informazione è possibile visitare i siti http://www.mediofondodellacapitale.it o http://www.gareinrete.it/medio-fondo-della-capitale.aspx
Cordiali saluti, Carlo Gugliotta +39 333 3132875









































Coppa Lazio 2014 - Roma 29/06/2014
6 TROFEO COMUNE DI COLONNA. 2 TROFEO ASD CICLO TEAM COLONNA-.
Grande successo questo Campionato Nazionale 2 serie Csain, in una giornata prettamente estiva sono state effettuate due partenze a distanza di tre minuti, prime a prendere il via le categorie piu' giovani : cadetti, junior, senior e veterani alle ore 09.00 dal bivio di via Casilina di Colonna.( Il territorio di Colonna è il più accreditato dagli studiosi ad aver ospitato l'antica Labicum ad Quintanas (o Labico Quintanense), città latina erede della più antica Labicum, espugnata nel 414 a.C. dai Romani guidati dal dictator Quinto Servilio Prisco. In seguito a questa espugnazione, la città venne rasa al suolo e i labicani fondarono Labicum ad Quintanas o Labici Quintanense, in prossimità della Torre detta della Pasolina presso Colonna, mentre l'esatto sito dell'antica Labici è ancora di incerta ubicazione nel territorio tra Colonna e Monte Compatri.)
Dopo alcune scaramucce al 40 chilometro allunga il giovane portacolori della asd Conti D'Angeli di Pomezia Cristian Bisonni.
riesce ad accumulare circa un minuto e tagliare in solitaria il traguardo di Colonna.
Andrea Donati (Conti D'Angeli) anticipa il gruppo e si aggiudica la categoria senior, poi Ivano Aloisi (team Terenzi) (primo categoria Veterani), ottima prova di : Simonetti, Ribeca, Maurizi, Carbone, Sciaretta, Basile, Nalli, Galuppo. Calabretti, Baccaro GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )













































Coppa Lazio 2014 - Roma 29/06/2014
6 TROFEO COMUNE DI COLONNA. 2 TROFEO ASD CICLO TEAM COLONNA-.
Grande successo questo Campionato Nazionale 2 serie Csain
Arrivo solitario anche nella seconda gara , dove il campione di Ostia Marco Bondani (cicli Fatato)stacca tutti sul duro arrivo di Colonna e si aggiudica maglia e tappa, a seguire Antonio Laghi (Deka) , Marco Quaglia(Conti D'Angeli) , Vito Bellini, Enzo Settimi, Massino Di Tommaso, Fabrizio Morganti, Stefano Serafini, Vincenzo Palumbo, Marco Di Salvo, Alfredo De Angelis.
Si aggiudica la maglia dei super gentlemen A l'atleta di Castel San Pietro Antonio Branchi (cicli Coppola) a seguire Umberto Iulianella, Aldo Perri, Olivieri Giuseppe, Ben Isa Ben Ali Maurizio.
Effettuata la consegna delle maglie dal presidente regionale Csain Lazio Marcello Pace, il vice sindaco Alessia Biocco, il consigliere della banca BCC del Tuscolo-Rocca Priora Giampiero Catervi, il consigliere allo sport Agostino Cappellini , ai neo campioni nazionali:
Cristian Bisonni(Conti D'Angeli), Luigi Maurizi(cicli Appodia), Andrea Donati(Conti D'angeli), Ivano Aloisi(team Terenzi), Marco Bondani(cicli Fatato) , Antonio Branchi(cicli Coppola), Vladimiro Pietroni(Portalandia), Marcella Lombino(World Truck).
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 452 -- 2) PORTALANDIA = 258 -- 3) CICLI FATATO = 228 -- 4) CICLI PACO = 222 -- 5) DOPOLAVORO ATAC = 192 -- 6) WORLD TRUCK = 188.....................

Prossimo appuntamento per gli iscritti alla Coppa Lazio per domenica 06 Luglio a Doganella di Ninfa per il 8° " MEMORIAL CONTE LUIGI GALAMINI DI RECANATI ".
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )














































Presentata in grande stile la prima Mediofondo della Capitale

L’evento del 28 settembre sarà dedicato anche alle famiglie con delle convenzioni con il parco tematico adiacente il Castello di Lunghezza
E’ stata ufficialmente presentata ieri, venerdì 20 giugno 2014, la prima edizione della Mediofondo della Capitale, la gara organizzata dall’Asd Amici in Bici e aperta ai tesserati F.C.I. ed enti della consulta che si terrà il prossimo 28 settembre.
La manifestazione è stata presentata all’interno delle magnifiche sale del Castello di Lunghezza, alle porte di Roma: presenti al tavolo dei relatori Nello Di Gennaro, presidente del comitato organizzatore, Biagio Saccoccio (responsabile nazionale Csain ciclismo), Marcello Pace (presidente regionale Csain e consigliere regionale CONI), Claudio Trovarelli (Responsabile Ciclismo Csain Roma), Massimo Sbardella (presidente commissione sport sesto municipio) e il comandante dei vigili urbani del sesto municipio. Presenti in sala anche Maria Cristina Navarro e Riccardo Bernardini, responsabili del Castello di Lunghezza.
“La gara sarà un importante evento - spiega Nello Di Gennaro, presidente del comitato organizzatore - in quanto è coinvolta tutta la zona est della Capitale. Nonostante sia solo la prima edizione stiamo cercando di fare le cose in grande, in quanto abbiamo a disposizione il Castello di Lunghezza, che darà l’occasione a tutte le famiglie di poter partecipare a questo evento. Non vogliamo creare infatti solo una gara di ciclismo amatoriale, ma un evento per tutta la famiglia, in quanto gli accompagnatori potranno visitare i locali del castello e portare i più piccoli al Fantastico Mondo del Fantastico, con il quale avremo una convenzione”.
La Mediofondo della Capitale, lunga 103 km, sarà valevole anche come prova del Circuito Coppa Lazio, mentre per i tesserati Csain varrà anche come prova unica per l'assegnazione della maglia di Campione Nazionale Fondo. A questo proposito, Biagio Saccoccio, in rappresentanza dello Csain, ha dichiarato che “la bellezza della Mediofondo della Capitale consiste nel fatto che non è solo una gara amatoriale, ma un evento che coinvolge tutte le famiglie e credo che questa sia la cosa più importante”. Dal punto di vista agonistico la gara assegnerà la maglia di campione nazionale fondo Csain, quindi Marcello Pace, in qualità anche di consigliere regionale del Coni, ha affermato che “la speranza è che possano iscriversi anche persone provenienti da altre parti d’Italia”.
“E’ un’opportunità importante per la nostra area - ha spiegato il presidente della commissione sport del sesto municipio Massimo Sbardella - e con esso vorremmo rivalutare ancora di più questa magnifica struttura che è il Castello di Lunghezza. Stiamo già facendo molto, ma l’occasione è importante, perché tutto il municipio sarà coinvolto da questa manifestazione”.
La gara, che avrà come testimonial il professionista della Lampre-Merida Valerio Conti, sarà dedicata alla memoria di Peppino Turchetta, presidente del Lunghezza Calcio e importante uomo di sport, recentemente scomparso.
Infine, sono stati presentati ufficialmente anche i media partner della Mediofondo della Capitale: Elleradio sarà la radio ufficiale dell’evento, mentre il sito www.gareinrete.it sarà il punto di riferimento per coloro che si sono iscritti o che vogliono partecipare. Il servizio fotografico ufficiale sarà a cura di Giampiero Maricca.
Cordiali saluti, Carlo Gugliotta +39 333 3132875


























































Coppa Lazio 2014 - 1° Trofeo Sport & Bike
Guidonia - 01 Giugno 2014.
Prima prova e subito gran successo per la neo affiliata Sport & Bike Villanova
Prova valida per l'assegnazione delle pregiose maglie di campione provinciale Roma CSAIN, Guidona a accolto con una giornata di sole estivo, gli atleti della Coppa Lazio.
Alle ore 09.20 e' stato dato il via agonistico alla gara dei piu' giovani, il percorso di 10 chilometri da ripetere sette volte ha messo a dura prova anche gli atleti piu' preparati, dopo 40 chilometri va via una fuga di sei uomini e due di questi si presentano sotto l'arco arancio Coppa Lazio, vittoria al piu' veloce Andrea Donati (Conti D'Angeli) su Marco Chialastri (World Truck), terzo gradino per Fabrizio Trovarelli (World Truck).
Otiima prestazione di : Stefano Marazza, Cristian Bisonni, Flavio Sinapi, Giorgio Maria Carbone, Roberto Paglia, Massimiliano Labbate, Cristian Bove, Lorenzo Toffanin, Marco Barcellan, Roberto Vavaliere, Cristiano D'Annunzio, Massimo Dolciotti, Marcello Montagna.







































Coppa Lazio 2014 - 1° Trofeo Sport & Bike
Guidonia - 01 Giugno 2014.
Prima prova e subito gran successo per la neo affiliata Sport & Bike Villanova
Non sono meno aggressivi i senior, ma su questa pista da formula uno non riescono a fare la differenza.
La volata e' la degna conclusione di una grande giornata di sport.
Torna alla vittori il campione di triathlon Marco Bondani (cicli Fatato) a ruota il compagno di casacca Vito Bellini e Alberto Scrugli (Conti D'Angeli).
In evidenza : Bertozzi, Quaglia, Garbini, Berardi, Santangeli, Battistelli, Serafini,Lauri.
Netta supremazia della Portalandia di Roma nella cat. super/g , primo assoluto Sergio Placidi, poi Corrado Cretto e Vladimiro Pietroni, a seguire Vittorio De Battisti, Eugenio Pistacchio, Franco Raidich, Ben Isa Ben Ali.
Prezioso il lavoro dei vigili di Guidonia agli ordini del tenente Anna Santese, delle scorte tecniche team Vessella , della Croce Rossa di Guidonia Montecelio e dei giudici nazionali CSAIN, servizio foto Maricca.
Effettuata la consegna delle maglie di campione provinciale Roma Csain dal titolare Emilio Marchionni e dal presidente onorario Antonino Di Stefano, supportati dal loro brillante team, dal consigliere Venturiello , dal responsabile CSAIN Roma Claudio Trovarelli, presso gli accoglienti locali del bar Lanciani di via Roma.
Un sentito ringraziamento al sindaco del Comune di Guidonia Dott. Rubeis
Maglie CSAIN Roma : Andrea Donati, Marco Barcellan, Fabrizio Trovarelli, Vito Bellini, Marco Bondani, Sergio Placidi, Vladimiro Pietroni, Marcella Lombino

Appuntamento per gli atleti della Coppa Lazio per domenica 08 Giugno a Cerveteri per il 2 memorial Pino Mezzopane


















































Per domande, informazioni ed altro: ciclismo_spv@hotmail.com
LA REDAZIONE DI SPORTVARI.COM DECLINA OGNI RESPONSABILITA PER EVENTUALI MANCANZE O ERRORI NEGLI APPUNTAMENTI RIPORTATI.
Sei il visitatore n Counter

This page hosted by GeoCities Get your own Free Home Page


1
1