CICLISMO E SPORT VARI .....................................................

CICLISMO
PROSSIME GARE
da Nov. 2014 a Gen. 2015
da Febbraio a Maggio 2015
da Giugno a Ottobre 2014
RISULTATI
da Nov. 2014 a Gen. 2015
da Febbraio a Maggio 2015
da Giugno a Ottobre 2014
VARIE
Gran Fondo del 2014
Organigramma Societa'
Class. Ciclocross 1998/2006

............SEGNALACI LE TUE GARE : ciclismo_spv@hotmail.com

"PUNTO BACHECA !!!
disponibile x tutti gli atleti
VERE OCCASIONI :

VENDO BICI NUOVA MOD. 2013 :
BIANCHI OLTRE CHORUS 11v
Ruote Campagnolo Khamsin
misura 53 colore della foto
Prezzo Listino Euro 4999.00 SCONTO 30%
Prezzo SCONTATO EURO 3490.00
TEL. 06.86208739

NUOVO -VENDO TELAIO COLNAGO M10
TAGLIA 54 (50S)
COLORE ROSSO
CON REGGISELLA
EURO 2.300,00
PER INFO :
TEL. 06.5202877

NUOVO -VENDO TELAIO COLNAGO M10
TAGLIA 55 (52S)
COLORE ROSSO
CON REGGISELLA
EURO 2.300,00
PER INFO :
TEL. 06.5202877

TORNEO REGIONALE
di CALCIO BALILLA...
Iscrizioni ed Info :
world truck-angolo bar
Se vuoi personalizzare il tuo
CASCO e non solo clicca
qui per contattare il grafico
alla sua posta o al cellulare

L. Giordani Campione
Mondiale Under 23 - 1999 -
NEWS DAL MONDO
ORARI E BIGLIETTI
MAPPE E ITINERARI
26 OTTOBRE 2014 (DOMENICA)
ALBANO RUNNER BIKE ORGANIZZA LA
13 CICLOLONGA PICCOLO BAR
RADUNO CICLISTICO NON COMPETIVIVO DI KM. 90
MANIFESTAZIONE APERTA AI CICLOAMATORI E CICLOTURISTI F.C.I. ED ENTI
RITROVO ORE 07.30 PRESSO PICCOLO BAR, VIA VIRGILIO 29,ALBANO + colazione - PARTENZA ORE 08.00;
PERCORSO COME DA REGOLAMENTO - ALBANO-PAVONA-PRATICA DI MARE-TORVAIANICA-LIDO DEI PINI- CAMPO VERDE-ISOLE-CAMPOLEONE- CECCHINA-ALBANO. arrivo ALBANO + aperitivo
CONTRIBUTO SUL POSTO DI 5 EURO.
Per iscrizioni ed informazioni Albano Runner Bike Cell. 338.26.23.057 oppure www.albanorunnerbike.altervista.org





































Gf 3 Regioni Città di Sapri: lo sbarco dei 350 nella città della Spigolatrice
Sapri - Erano 350 appassionati e forti, hanno sfidato il caldo di una giornata estiva in pieno autunno per dar vita alle tre prove della Gran Fondo 3 Regioni Città di Sapri.
La Spigolatrice di Sapri, poggiata sullo scoglio dello Scialandro, sembra osservare quella striscia d'asfalto che si anima di appassionati dello sport delle due ruote, rievocando in versione sportiva lo sbarco della spedizione di Carlo Pisacane del 1857, narrato da Luigi Mercatini. Il contrasto tra il verde delle colline che degradano sul mare e l'azzurro dell'infinta distesa d'acqua illuminato dal caldo sole estivo stimolano la determinazione e la passione per il pedale anche di quanti ormai sono in sella da dieci mesi, mentre quanti ambiscono al successo nella prima edizione della fortunata e partecipata kermesse Scudetto Campano che si chiude in questo angolo di paradiso pregustano la vittoria finale. Prima del via delle prove che si tengono su percorso corto e lungo, Don Nicola Romano, parroco di Sapri, accompagnato da una responsabile dell'associazione vittime della strada "Angela tra gli Angeli" impartisce la benedizione ai partecipanti. Ad abbassare la bandiera a scacchi Maurizio Noviello, il coordinatore e responsabile nazionale di Csain Ciclismo Biagio Nicola Saccoccio, insieme alla triade organizzativa dello Scudetto Campano Francesco Aliperta, Aldo Lombardi e Antonio Solimeno. Alle 10.30 hanno preso il via anche i ciclisti che si misuravano sul percorso medio, tra di loro anche la Guinners World Record greca Juliana Buhring, che veste i colori della società ciclistica I Soci.
Le gare. Nella prova che si teneva su percorso corto (50 chilometri) si è imposto il portacolori della società organizzatrice, Eugenio Maiorana (Sapri Bussento) che già dalla prime battute si è segnalato tra i protagonisti della prova. Tra le ragazze si impone Maria Piscopo Il percorso medio (101 chilometri) ha visto il trionfo della Rummo Di Micco con l'arrivo braccia al cielo di Antonio Corbisiero e Gaetano Del Prete, mentre Giuseppe Di Micco completare il trionfo biancorosso chiudendo al terzo posto. La prova regina, la Gran Fondo di 151 chilometri, ha visto l'affermazione (sesta stagionale) di Gaetano Colletta (Piconese Meledugno) che precede in volata un tutt'altro che spento Angelo Prospato (Autotrasporti Convertini), a Sonia Arena la prova rosa. Mentre un altro protagonista assoluto di questa manifestazione Giorgio Bartolomeo (Melendugno) chiude al terzo posto. Tra le ragazze si impone la tricolore Elena Cairo che completa così una stagione ricca di soddisfazioni ben 25 affermazioni, per lei e patron Mimmo Tranchese.
Scudetto Campano. Al termine della manifestazione sono state consegnate le 24 maglie ai vincitori dello Scudetto Campano 2014, le due biciclette FRW alle società Team Ciclismo Sorrentino e Team Bike Vesuvio e una coppia di ruote alla formazione Cilento Bike Vesuvio. European Company Sport Games. Biagio Nicola Saccoccio coordinatore e responsabile nazionale Csain Ciclismo ha consegnato ai vincitori della mediofondo Antonio Corbisiero (Rummo Barra Ianniccelli) e Sonia Arena (Tranchese Cycling Team) la maglia dei 20° European Company Sport Game, promossi da Csain e in programma dal 3 al 7 Giugno 2015. Per quel che riguarda il ciclismo le prove su strada che si terranno all'interno del circuito di Misano Adriatico il 4 Giugno (cronometro individuale) e il giorno seguente la prova su strada
Gemellaggio 2015. Nonostante la stanchezza Giocondo Leone, direttore di corsa e organizzatore dell'evento ha sottolineato alcuni aspetti della gara: "Arrivare ad organizzare la manifestazione ad Ottobre a seguito di ben due spostamenti di data è stata una vera e propria impresa. Inutile sottolineare che avevamo, in origine, disegnato percorsi affascinanti e interessanti sotto l'aspetto sportivo e paesaggistico, che comunque riproporremo per la prossima edizione. Ringrazio Nicola Biagio Saccoccio per la sua presenza, gli amici di Scudetto Campano e tutti quanti hanno sostenuto la mia opera organizzativa. Come annunciato da Marco Recupero, organizzatore della manifestazione sicula Giro dell'Etna, nella prossima stagione proporremo con ogni probabilità un gemellaggio tra le due manifestazioni e magari una classifica combinata".





















































SCUOLA BICI ASD TIRRENO

DAL 22 SETTEMBRE PRESSO IL PARCO DELLA LEGNARA , VIA SUOR ADALBERTA LANDERBERG , CERVETERI.
INIZIERANNO I NUOVI CORSI DI BICI PER BAMBINI/E DI ETA' MINIMA 4 ANNI A UN MASSIMO DI 14 ANNI.
TI ASPETTIAMO PER UNA PROVA GRATUITA

INFO SCUOLA : 347.8277080 CRISTIANO.














































6H TRA PINETA E MARE

GARA A SQUADRE PER MTB
3 EDIZIONE
08 NOVEMBRE 2014 (SABATO)
PARTENZA ORE 11 -
PINETA DI CASTEL PORZIANO - OSTIA LIDO -ROMA

GARA PER BAMBINI ORE 10,00

INBIKE (Infernetto Bike) è un'associazione dilettantistica sportiva nell'ambito della bike (mountaibike, strada, ETC).































Il Trofeo d’Autunno all’insegna del “Blu Torpado”
Strapotere Torpado alla settima prova del Trofeo d’Autunno
Cavarzere (Ve) 20 Ottobre – Si è svolta all’interno dell’oasi naturalistica di Sant’Anna di Chioggia, in provincia di Venezia, la terz’ultima prova del Trofeo d’Autunno.
Torpado, che correva in casa, ha schierato quasi tutti i suoi atleti stra-vincendo alla grande. Nella categoria maschile è stato Rafael Visinelli a dominare staccando di 15” il russo della Full Dynamix Alexey Medvedev. Molto bella la gara femminile con le tre atlete “Blu Torpado”, Martina Giovanniello, la campionessa in carica Daniela Veronesi e la stradista del Team Vaiano Fondriest, Katazina Sosna, che si sono aspettate per fare gara insieme.
Rafael Visinelli sempre protagonista
Ecco cosa ci racconta la lituana in forza al Team Toscano femminile: “Ora la mia stagione su strada è terminata e quando posso partecipo alle gare di mountain bike. Come ho già avuto modo di sottolineare, mi diverto molto in questa specialità e mi trovo molto a mio agio, la Nearco S, inoltre, è una gran bici che mi si attaglia perfettamente. Oggi avevamo deciso, con le mie nuove compagne di squadra, di aspettarci e fare gara insieme poi Martina, purtroppo, ha avuto qualche problema tecnico e stavamo per essere raggiunte dalle avversarie. A questo punto, io e Daniela, abbiamo pensato di procedere speditamente concludendo e vincendo la gara insieme. Per la stagione 2015 ho già firmato con il Team Vaiano Fondriest ma il mio programma prevede una più forte partecipazione alle gare di mountain bike. Ho voglia di fare esperienza in questa disciplina e poi valuterò il da farsi per il mio futuro. Il Torpado Factory Team è molto affiatato e fa di tutto per mettermi a mio agio, quindi ben lieta d’indossare i colori Nero/Blu”.
La prossima gara in programma è domenica 26 ottobre a Lignano, una Marathon di 60 km su due giri.
Ordine d'arrivo Sant’Anna di Chioggia
Maschile 1. Rafael Visinelli (Torpado Factory Team) 1.15.22 2. Alexey Medvedev (Full Dynamix) a 15” 3. Andrea Del Tos (GS Cicli Olympia) a 54” 4. Giairo Ermeti (Torpado Factory team) a 1’07”
Femminile 1. Katazina Sosna (Team Vaiano Fondriest) 1.03.41 2. Daniela Veronesi (Torpado Factory Team) a 2" 3. Alessandra Teso (UC FPT) a 1’ e 49”
































Dopo la tragedia di Ladispoli ci voleva proprio la ciclopedalata della speranza.
L’ha voluta l’Associazione CUORE SANO presso il reparto di cardiologia dell’Ospedale Santo Spirito di Roma.L’ha realizzata Legambiente Garbatella con a capo il vulcanico Maurizio Santoni.
Roba da non credere che tanti cardiopatici sono tornati fanciulli a pedalare insieme con i loro medici curanti.Si è sempre sostenuto che il movimento fisico fa’ bene alla prevenzione delle malattie cardiovascolari ma raramente si è visto un reparto cosi’ motivato,un direttore,il Dr.Roberto Ricci,tutti i medici come Antonello Cautilli ed Alessandro Carunchio in testa a districarsi tra la marea di turisti in via dei Fori Imperiali.
L’azione di questo reparto è ad ampio raggio e passa attraverso la Prevenzione sui banchi di scuola,”cuore in piazza”,la palestra per il recupero dei cardiopatici,incontri dibattito,corsi di rianimazione e tanti momenti aggregativi come la ciclopedalata dalla Piramide a San Pietro attraverso il Centro Storico.
Ed il risultato non puo’ essere positivo!
Gianfranco Di Pretoro
www.cuore-sano.it
Reparto di Cardiologia presso l’Ospedale Santo Spirito di Roma
Lungotevere in Sassia 9 00193 Roma























Coppa Lazio 2014 - 19/10/2014 Lavinio
COPPA LAZIO 2014
PREMIAZIONI FINALI .
Al termine dell'ultima gara quest'anno svoltasi nel lido di Lavinio , come e' ormai consuetudine consolidata si sono riuniti atleti , dirigenti e famigliari per le premiazioni finali della Coppa Lazio , la manifestazione ciclistica a tappe piu' importante del Lazio, ormai giunta alla settima edizione.
Presso gli accoglienti locali del rinomato ristorante "da Boccuccia " di lavinio, il responsabile ciclismo Roma Claudio Trovarelli ha effettuato le premiazioni per tutti i primi cinque di ogni categoria.
Consegnate le prestigiose maglie Coppa Lazio 2014 dall'ospite d'onore il sindaco si Colonna dott. Augusto Cappellini e dal consigliere comunale allo sport Agostino Cappellini ai neo campioni :
Fabrizio Trovarelli (World Truck) - Andrea Donati (Conti D'angeli) - Marco Barcellan (Fiamme D'oro) - Fabio Bertozzi (cicli Paco) - Stefano Serafini (Conti D'angeli) - Gianni Cesali (Portalandia) - Vladimiro Pietroni (Portalandia) - Marcella Lombino (World Truck)

Consegnate anche le maglie " Comunita' Montana dei Castelli Romani e Prenestini " ai migliori scalatori laziali -
CLASSIFICA FINALE MAGLIE DOPO LE CINQUE TAPPE DI TIVOLI , COLONNA , ROCCA DI CAVE , ROCCA PRIORA E LUNGHEZZA :
Aldo Perri (Universita' Tor Vergata) - Marcella Lombino (World Truck di Roma) - Usyk Serghey ( Sport & Bike Villanova di Guidonia) - Andrea Donati (Conti D'angeli Pomezia).

Assegnato un riconoscimento al presidente della protezione civile " Le Torri" Massimiliano Missori per l'importante lavoro svolto in tutte le manifestazioni ciclistiche laziali.

Un ringraziamento particolare a due amici che da sempre hanno sostenuto questa iniziativa : Checco Liberati di Roma e Cristiano Taccone di Avezzano

Appuntamento per tutte le societa' Coppa Lazio alla prima domenica di Marzo 2015, per la ottava edizione della corsa a tappe della regione Lazio.


























































Coppa Lazio 2014 - 19/10/2014 Lavinio
Coppa del Mondo Cauberg 2014: Van der Haar, in pratica è stata una fuga - Lars subito al comando. Male Nys, Franzoi 20esimo

A Lars Van der Haar la Coppa del Mondo piace proprio. L'ha vinta l'anno scorso, corredandola con tre successi di tappa; vuol vincerla quest'anno, e per farlo ha iniziato proprio come 12 mesi fa: conquistando il Cauberg Cyclo-Cross, ovvero la prima delle sei prove della challenge UCI.
Van der Haar non ha lasciato spazio a troppe alternative, va detto: partito lancia in resta sin dalla prima curva, passato già tutto solo sulla linea del traguardo al termine del primo dei 9 giri che hanno composto la gara, è stato appena contenuto da Tom Meeusen e Kevin Pauwels nelle successive tre tornate; i due belgi, rientrati all'inizio del secondo giro sul campione nazionale olandese, hanno resistito con lui fino al quarto.
Alle spalle del terzetto si era segnalato un buon inizio di Francis Mourey, che però non ha ancora la condizione per reggere il ritmo dei migliori, e infatti è andato progressivamente spegnendosi; un iter simile a quello proposto da Enrico Franzoi, insieme a Nys e Vantornout nei primi tre giri, ma poi calato parecchio in quelli successivi. Meglio procedeva Philipp Walsleben, sempre più competitivo gara dopo gara e - relativamente ad oggi - giro dopo giro, dopo un inizio quasi disastroso. Nys ha optato invece per una partenza di conserva, attendendo il momento buono per emergere, tattica identica a quella messa in campo da Vantornout. Ma mentre quest'ultimo è più o meno riuscito nel suo intento di venir fuori alla distanza, il campione nazionale belga è stato bloccato sul più bello (alla fine del sesto giro) da un salto di catena che gli ha mandato a monte tutti i piani; un successivo problema alla fine dell'ottavo e penultimo giro ha fatto definitivamente perdere la pazienza a Sven, che si è proprio ritirato. Ritorniamo alla caduta di Pauwels: andato giù lui, Meeusen l'ha raggiunto anche se non decisamente staccato, visto che Kevin è stato bravo a rialzarsi subito e - seppur abbastanza disunito per tutto il quinto giro - a resistere alle brevi sfuriate del connazionale, a cui ha concesso qualche metro nel corso della tornata, ma su cui è rientrato proprio al termine. A metà del sesto giro Walsleben, dopo averli tenuti a lungo nel mirino, si è accodato a Meeusen e Pauwels, mentre da dietro si segnalava un Vantornout in crescita.
Immancabilmente, infatti, Klaas è rientrato in avvio di settimo giro (riportando dentro pure Walsleben, che a sua volta aveva riperso qualche metro). A quel punto però il vantaggio di Van der Haar era già superiore ai 40", e il lavoro congiunto dei due Sunweb (Vantornout e Pauwels) non ha sortito effetti. Alle spalle del quartetto, due compagni di Meeusen (Corné Van Kessel e Thijs Van Amerongen, altri olandesi decisi a far bene nella gara di casa) continuavano intanto a pedalare bene in perfetto accordo. E quando Tom passava a tirare nel suo drappello, dava l'impressione di rallentare il ritmo proprio per permettere il rientro alla coppia. Walsleben, dopo aver sofferto abbastanza (sempre in ultima ruota per tutto il settimo giro e metà dell'ottavo), ha capito che se gli altri due Telenet fossero rientrati, sarebbero sfumate le già poche chance di podio che aveva lui, e allora ha dato fondo a tutto quel che aveva per tentare l'azzardo: a metà tornata è partito all'attacco, provando ad avvantaggiarsi sui compagni di gruppetto e a ricacciare indietro i sopraggiungenti olandesi. Ma l'azione del tedesco, seppur coraggiosa, non ha avuto grossi esiti: sul cambio di ritmo l'unico ad aver patito qualcosa è stato Pauwels, ma la benzina per il tedesco è finita presto insieme al suo attacco, sicché Meeusen ha potuto riprendere la testa del quartetto, rallentando un'altra volta e facendo - stavolta sì - rientrare definitivamente Van Amerongen e Van Kessel.
L'ultimo giro, con Van der Haar ormai avviato a festeggiare, è servito per definire i piazzamenti di rincalzo: dopo un ultimo, breve forcing (che ha fatto staccare Walsleben), Vantornout ha tradito una condizione non ancora perfetta e si è un po' sfilato sulla successiva stoccata di Van Kessel; anche Van Amerongen, dopo aver tanto lavorato nel precedente inseguimento, ha perso un po' di terreno, sicché è toccato a Pauwels andare a chiudere su CVK, riportando sotto anche Meeusen. A quel punto, l'unica carta a disposizione di Kevin (in inferiorità numerica rispetto ai due Telenet) era quella dell'anticipo, e in effetti il corridore della Sunweb ha giocato per sorprendere gli altri due, allungando a metà giro, su una rampa di legno. Gli ha detto bene che Meeusen non sono non ha avuto la brillantezza per rispondere, ma ha per un attimo perso lucidità, finendo per chiudere involontariamente Van Kessel sulla successiva discesa. Dei due Telenet, a quel punto, era proprio Corné ad averne di più, ma l'intoppo col compagno gli ha fatto perdere l'attimo giusto per accodarsi a Pauwels, il quale ha potuto così allungare in maniera determinante andando a conquistare il secondo posto.
Van der Haar, che ha fatto gli ultimi due giri in scioltezza (gestendo il minuto e passa di margine che aveva conquistato), ha chiuso con 26" su Pauwels, 34" su Van Kessel e 38" su Vantornout (che alla fine ha risucchiato Meeusen, quinto in scia a Klaas). A 41" ha chiuso Van Amerongen, a 48" Walsleben; a 59" si è piazzato Jens Adams (che quest'anno sta ricoprendo il classico ruolo del giovane belga che centra parecchie top ten), a 1'10" l'americano Jeremy Powers, a 1'24" Gianni Vermeersch (altro belga che era partito benino e ha chiuso calando ma non troppo). Mourey non è andato oltre la 16esima posizione finale (ma lo aspettiamo a risultati di pregio più avanti nel corso della stagione invernale), Franzoi è riuscito a prendere l'ultimo posto disponibile in top 20, a quasi 3' dal primo.



























































Coppa Lazio 2014 - 19/10/2014 Lavinio
Trofeo bar MI.TI. .
Dopo 24 tappe nelle piu' belle localita' laziali, una chiusura esaltante per la Coppa Lazio 2014.
Una giornata finalmente estiva ha fatto da degna cornice alla classica di Cavallo Morto a Lavinio.

(L'antica Lavinium non coincide con l'attuale Lavinio. Lavinium, il luogo dove la leggenda vuole che Enea giunse insieme al padre Anchise e al figlio Ascanio, si trova invece presso la foce del fosso di Pratica di Mare a Torvaianica. Lavinio, al tempo aureo dell’Impero Romano, era sede di opulente ville patrizie consone al carattere e alla ricchezza di Roma. Nel periodo medioevale, il territorio, fu soggetto alla invasione dei pirati e dei saraceni. Priva di strade di comunicazione, tutta questa zona rimase inaccessibile e sconosciuta, fin quando, in applicazione al piano regolatore stradale per la bonifica dell’Agro Romano, venne data esecuzione alla strada litoranea che avrebbe dovuto collegare Anzio ad Ostia.)
Il direttore Carlo Macci dava il via alla categoria dei piu' maturi , senior , gentlemen e super/g alle 09.15, tutti gli atleti cercavano di chiudere la stagione su strada con un risultato di prestigio, subito partivano le prime fughe che avevano comunque vita breve , colpa il caldo e la velocita' supersonica bisognava attendere il km. 61 perché allungassero tre atleti e con le residue forze riuscissero a tagliare l'ambito traguardo di Lavinio.
Primo assoluto Alessandro Savoia ( Pedale Pontino) a seguire Fabio Bertozzi (cicli Paco) e Massimo Di Tommaso(cicli Fatato).
Ottima prestazione per : Marco Quaglia, Vito Bellini, Alessandro Chiocca, Stefano Alivernini, Erno Tantari, Serafini Stefano, Natale Lauri, Luigi Genovesi, Filippo Santangeli, Fabio Quaresima (un gradito ritorno dopo alcuni anni di stop), Daniele Borgonzoni, Mariano Gabellini.
Maglia per i super/g al presidente aviatore Gianni Cesali ( Portalandia) , sul podio anche il compagno di casacca Vladimiro Pietroni e Maurizio Ben Isa Ben Ali (Cicli Coppola)
a seguire Cretto, Roma, Raidich, Branchi
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per i cicloamatori della Coppa Lazio a Marzo 2015!!!.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )




























































Coppa Lazio 2014 - 19/10/2014 Lavinio
Trofeo bar MI.TI. .
Dopo 24 tappe nelle piu' belle localita' laziali, una chiusura esaltante per la Coppa Lazio 2014.
Una giornata finalmente estiva ha fatto da degna cornice alla classica di Cavallo Morto a Lavinio.

Molto simile l'altra gara riservata ai piu' giovani, molti i tentativi di evadere sullo strappo di via Verdi , ma per molti chilometri le squadre dei velocisti riescono a chiudere i buchi.
Solo a due giri dal termine, si sganciano in tre, l'atleta di casa Leano Colaceci si regala e regala al presidente Marco Bova un importante successo di fine stagione, a pochi metri Stefano Marazza (Fiamme D'Oro) primo cat. a3 e Massimiliano Labbate (Dopolavoro Atac).
Bene : Marco Chialastri, il giovanisimo Luca Romualdi , Alessandro Iori, Gianluca Pitocco, Luca Sanna , Gianni Adamo, Daniele Morbidelli, Marco Barcellan.
Ottimo lavoro scorte tecniche Santaroni Team, Protezione Civile Le Torri del presidente Massimiliano Missori , Servizio sanitario Anzio, giudici C.S.A.in. Roma.
Effettuate le premiazioni presso i locali del bar Mi.Ti. di via 5 Miglia dalle simpaticissime titolari e dal patron Carlo Macci.
Un ringraziamento particolare a due amici che da sempre hanno sostenuto questa iniziativa : Checco Liberati di Roma e Cristiano Taccone di Avezzano
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per i cicloamatori della Coppa Lazio a Marzo 2015!!!.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )





















































Granfondo Brunello-Orcia: nel giorno di Ilias Perkilis, i bikers de I Sentieri del Sole e dei Sapori alla riscossa
Alla Granfondo Mtb Brunello e Val d’Orcia, il leader del Team Protek Ilias Periklis ha colpito ancora. Dopo aver bissato la vittoria nella Sinalunga Bike, a Montalcino (Siena), l’ex campione del mondo marathon non è stato da meno, confermandosi nuovamente campione nelle due più importanti gare del circuito MTB Tour Toscana.
In 650 hanno corso per il percorso agonistico di circa 50 chilometri: tra questi i magnifici bikers de I Sentieri del Sole e dei Sapori alla caccia di punti e piazzamenti per conquistare la “top five” in vista della finalissima All Star di Collarmele.
Quella del 19 ottobre prossimo in terra d’Abruzzo, con la Granfondo I Sentieri dei Lupi a cura dell’Asd Collarmele Mtb. La febbre sale, già superata abbondantemente la quota di 300 iscritti.
L’aspetto agonistico è di prim’ordine ma non da meno è il percorso, piatto forte e fiore all’occhiello della manifestazione fuoristrada marsicana con i suoi 56 chilometri (1580 metri di dislivello) in grado di effettuare una selezione naturale tra paesaggi tanto brulli, quanto suggestivi.
I LEADER DE I SENTIERI DEL SOLE E DEI SAPORI DOPO NOVE PROVE Elite Sport: Costanzo Pizzacalla (Mtb Scanno) Master 1: Angelo Guiducci (Extreme Bike) Master 2: Giovanni Mercanti (Asd Fracla) Master 3: Luigi Luzi (Asd Casteltrosino Superbike) Master 4: Mario Parmegiani (Cicli Sport Mania Aquile Azzurre) Master 5: Sebastiano D’Ettorre (My Extreme Sport Lanciano) Master 6: Stefano Sarti (Asd La Base Terni Bike Shop) Master Over: Graziano Faina (Asd La Base Terni Bike Shop) Master Donna: Claudia Cantoni (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike)
CLASSIFICA PER SOCIETA’ DOPO NOVE PROVE 1. Asd Casteltrosino Superbike 5988 punti 2. Ciclotech Mtb Runners 4500 3. Asd Nw Sport Cicli Conte Fans Bike 3955 4. Team Cingolani-Specialized 2927 5. Asd La Base Terni Bike Shop 2788
I QUALIFICATI DEL “GIRONE CENTRO” ALL STAR MTB Elite Sport: Pizzacalla Costanzo, Monti Fabio, Filistini Stefano, Gentili Fabio, Beni Denny Master 1: Marino Fabio, Costantini Alessandro, Guiducci Angelo, Massacci Tiziano, D'auria Giovanni Master 2: Mercanti Giovanni, Luzi Simone, Valente Mirko, Bonucchi Alessandro, Schioppa Alfredo Master 3: Luzi Luigi Maccalini, Pierluigi Spinelli, Andrea Tomassini, Giovanni Zeverini, Fabrizio Master 4: Parmegiani Mario, Marilungo Andrea, Romito Domenico, Boschi Mauro, Savona Francesco Master 5: D’Ettorre Sebastiano, Patrignani Stefano, Saraga Giampiero, Tamorri Ciro, Testa Giuseppe Master 6: Sarti Stefano, De Giulii Maurizio, Forcucci Carlo, Faina Graziano, Del Fiacco Tasso Master Donna: Cantoni Claudia, Stefanelli Daniela, Gammella Nunzia, Verini Valentina, Gubbiotti Valeria

































Splendida chiusura “estiva” per il Giro dell’Arcobaleno nel segno di Borrelli e Tropiano dominatori del Circuito delle Colline
Incredibile ed inaspettata giornata estiva a fare da scenario all'ottava edizione del Circuito delle Colline a pochi passi dall’affollatissima spiaggia adriatica del Capitolo, nella suggestiva location dell’Hotel Lido Torre Egnazia alle porte di Monopoli (Bari). La gara, organizzata in partnership dalla Spes Alberobello con il Polisport Monopoli, nonostante la concomitanza con la Granfondo Campagnolo Roma, ha visto al via la crema del ciclismo amatoriale pugliese e lucano, essendo valevole anche quale prova unica per l’assegnazione delle maglie di campione pugliese della montagna.
Come tradizione, il Circuito delle Colline presentava partenza e arrivo in località diverse, visto che si partiva dal mare del Capitolo di Monopoli, per arrivare in cima alla Loggia di Pilato, da dove si può godere di uno dei punti panoramici più incantevoli della Puglia, riuscendo ad ammirare dall’alto la distesa degli ulivi secolari planare verso il mare adriatico al culmine di 4 chilometri di salita, preceduta da altrettanti di falsopiano e percorsa per 4 volte mettendo a dura prova i muscoli dei circa 300 atleti alla partenza. Dopo i primi due passaggi dalla cima della Loggia di Pilato, in testa si era formato un drappello di 9 corridori con tutti i favoriti della vigilia tra cui l’ex campione del mondo 2013 e maglia tricolore Antonio Borrelli (Autotrasporti Convertini), con Piero Zizzi, capoclassifica dell’Arcobaleno. A completare il gruppetto c'erano anche l’inossidabile Stefano Miniello (Melania OMM), il duo della Calcagni-Fajarama Salvatore Solina e Giuseppe Navedoro, Valerio Garofalo (Team Girotondobike), Nicola Campanile (Team MM Bike Andria), Massimilano De Leo (Asd Cyclon-Store.it) e Giampiero Goffredo (Team Sereco Nocinbici). Con la resa di Goffredo, gli otto superstiti andavano su regolari con Borrelli che aveva una pedalata più facile degli altri. A 200 metri dal primo scollinamento, quando la salita spianava leggermente prima di inerpicarsi verso La Loggia, il tricolore in carica ha piazzato uno scatto secco lasciando tutti sul posto, proseguendo poi la sua azione in progressione fino al passaggio dallo striscione d’arrivo durante il suono della campana per l’ultimo giro. Senza alcun problema in discesa, Borrelli ha dato il tutto per tutto per mantenere il vantaggio inalterato all’attacco della quarta ed ultima ascesa.
Dietro, l’immediato inseguitore Miniello non ha mollato ma non ha potuto impedire l’arrivo a braccia alzate di Borrelli, (al 24esimo successo dell’anno solare 2014, primo di fascia tra i master 3 sotto il traguardo di Loggia di Pilato), che è andato a cogliere forse l’ultima vittoria dell’Autotrasporti Convertini tra gli amatori, visto che dal 2015 la società di Locorotondo si dedicherà al ciclismo agonistico giovanile creando un team di Juniores. Solo 13 secondi il distacco di Miniello (secondo tra i master 3) che ha anticipato a sua volta di una trentina di secondi il terzo piazzato Navedoro. Tra le donne successo di Patrizia Tropiano (Carbinia Bike) su Carmen Alabrese (Tranchese Cycling) e Roberta Scafa (U.P.J. Taranto). Oltre ai già citati Borrelli, Tropiano e Navedoro hanno fatto tanta fatica ma al tempo stesso era evidente la loro gioia nell’essere giunti al traguardo per gli altri leader di categoria Valerio Garofalo (Team Girotondo Bike) tra gli élite sport, Nicola Stella (Cicloamatori Avis Bisceglie) tra gli junior master, Stefano Sbarratta (Autotrasporti Convertini) tra i master 1, Nicola Ameno (Team Road Bitetto) tra i master 4, Francesco Musci (Asd Romanelli Bike Capurso) tra i master 5, Giuseppe Giannuzzi (Team Sereco Nocinbici) tra i master 6, Cosimo Orlando (Team Girotondo Bike) tra i master 7 e Donato Lopinto (Team Sereco Nocinbici) tra i master 8. Chiusura della giornata con le premiazioni nell’anfiteatro del Torre Egnazia, dove hanno fatto da cerimonieri le massime cariche del comitato regionale pugliese della Federciclismo con il presidente Pasquale De Palma ed il vice Giovanni Monaco. Agli organizzatori Rino Perta, Presidente della Spes Alberobello, e Mino Saracino del Polisport non restava che dare appuntamento all’edizione 2015.
Le classifiche di gara sono on-line al link http://www.icron.it/services/classifica/icron.php?page=1&numRows=50&gara=2014072
I CAMPIONI REGIONALI DELLA MONTAGNA FCI PUGLIA 2014 Junior Sport: Stella Nicola - Avis Bisceglie Elite Sport: D'eredita' Marco - A.C. Casamassima Master 1: Sbaratta Stefano - Autotrasporti Convertini Master 2: Navedoro Giuseppe - Calcagni Fajarama Master 3: Borrelli Antonio - Autotrasporti Convertini Master 4: Ramunni Michele - Spes Alberobello Master 5: Musci Francesco - Romanelli Bike Capurso Master 6: Giannuzzi Giuseppe - Team Sereco Nocinbici Master 7: Lavota Damiano - Team Sereco Nocinbici Master 8: Lopinto Donato - Team Sereco Nocinbici Master Donna: Tropiano Patrizia - Carbinia Bike
















































PER TUTTI GLI ISCRITTI ALLA COPPA LAZIO 2014

DOMENICA 19 OTTOBRE .....................
TROFEO BAR MI.TI.
.................................RITROVO BAR MI.TI. , VIA PASCARELLA 5 ( TRAVERSA DI VIA 5 MIGLIA ) LAVINIO..................... ( per chi viene da Roma dalla via Nettunense , 1 km. prima di Lavinio stazione girare alla rotonda della Palmolive ) ( per chi viene da Lido dei Pini dalla via Ardeatina 2 km. prima di Lavinio girare a sinistra su via 5 Miglia ).

......OLTRE I PUNTI DI CLASSIFICA + 10 PUNTI JOLLY PER TUTTI I PARTENTI

................................ATTENZIONE : ALLE ORE 13.00 CIRCA, AL TERMINE DELLA MANIFESTAZIONE , DURANTE IL PRANZO SARA' EFFETTUATA LA PREMIAZIONE FINALE DELLA COPPA LAZIO 2014 - PRESSO IL RISTORANTE "DA BOCCUCCIA" , VIA NETTUNENSE KM. 31,500, LAVINIO STAZIONE,
TUTTI I CORRIDORI CHE HANNO DIRITTO GRATUITAMENTE AL PRANZO( I PRIMI 5 DI OGNI CATEGORIA) DOVRANNO CONFERMARE ENTRO GIOVEDI LA LORO PRESENZA (COMUNQUE TUTTI COLORO " FAMILIARI O CORRIDORI " CHE INTENDONO PARTECIPARE AL PRANZO AL COSTO DI EURO 25.00 DEVONO PRENOTARE ENTRO GIOVEDI 16/10/2014
NON SI ACCETTANO ASSOLUTAMENTE ISCRIZIONI SUL POSTO.
ISCRIZIONI ENTRO VENERDI : ASSO CICLO TEL. 333.4829110. - email: ciclismo_spv@hotmail.com

MACCARESE = GIANNETTI M. - SERAFINI S. - BUONANNO A.
BUFALOTTA = DONATI A. - GENOVESI M.
DOGANELLA = FANTON C. - QUAGLIA M. - IULIANELLA U.
LAVINIO = MARAZZA S. - SCRUGLI A. - CESALI G.
APRILIA = NUTI D. - BERTOZZI F. - BUONANNO A.
PALESTRINA = BISONNI C. - USYK S. - PERRI A.
TORRINO = NUTI D. - SANTANGELI F. - CESALI G.
TRIGORIA = DONATI A. - TACCONE C. - PLACIDI S.
TORBELLAMONACA = TROVARELLI F. - SANTANGELI F. - CESALI G.
CERVETERI = TROVARELLI F. - ALOISI I. - RAIDICH F.
COLLEFERRO = BISONNI C. - ALOISI I. - PLACIDI S.
FINOCCHIO = SIMONETTI D, - BERTOZZI F, - BRANCHI A.
DOGANELLA = CHIALASTRI M. - CAMPAGNA M. - RAIDICH F.
LAVINIO = TROVARELLI F. - QUAGLIA M. - NEGRO G.
ROCCA DI CAVE = BISONNI C. - USYK S. - AMICI A.

CLASSIFICA COPPA LAZIO 2014

EVIDENZIATI IN ROSSO GLI AVENTI DIRITTO ALLA PREMIAZIONE FINALE E PRANZO ALLA PENULTIMA GARA ( SI RICORDA CHE ANCHE L'ULTIMA GARA DA' PUNTEGGIO)

CLICCA QUI per vedere la CLASSIFICA COPPA LAZIO 2014 AL 28/09/2014 !!!!!!!!!!!!!!!!!!!





















































CLASSIFICA FINALE MAGLIE "COMUNITA MONTANA CASTELLI ROMANI E PRENESTINI
DOPO LE CINQUE TAPPE DI TIVOLI , COLONNA , ROCCA DI CAVE , ROCCA PRIORA E LUNGHEZZA

1) ( DONATI A. = 4+5+4+5+4 )-------- (BISONNI C. =5+2+5+5 ) - ( SIMONETTI = 2+3+3 ) - ( CHIALASTRI M. = 4+2 ) - (CLEMENTINI L. = 4+1 ) - ( SCIARETTA M. = 1+1+3 ) - ( ZACCARDA C. = 3 ) - TROVARELLI F. = 2) - (AIELLO G. = 2 ) -( RIBECA = 1 ) - ( IANIERI T. = 1)
----------------------------------------------------
1) ( USYK S. = 2+5+5+4 ) -------- ( LAGHI A. = 4+1+3 ) - ( CALABRETTI O. = 5+2 )- (DI TOMMASO = 3+4 ) - ( SERAFINI S. = 1+5 ) - ( ALOISI = 3+3 ) - ( BORIONI F. = 4+2 ) - ( BONDANI M. = 5 ) - ( QUAGLIA M. = 3+2 ) - (SAVOIA A. = 4) - ( DI SALVO M. = 3 ) - ( BELLINI V. = 2 ) - ( SETTIMI = 1 ) - ( SEVERA M. = 1 ) (BERARDI = 1)
---------------------------------------------------
1) ( PERRI A. = 5+3+4+5+2 ) -------- ( BRANCHI A. = 5+1+3+4 ) - ( IULIANELLA U. =4+2+3 ) - ( BEN ISA BEN ALI M. = 2+4 ) - (AMICI A. = 5) - ( DE BATTISTI V. = 4 )-( D'INGILLO = 3+1 ) - (BARNABA = 4 )- ( GENTILI E. = 2) -( CHIRIELETTI A. = 1 ) - ( CAMILLI E. = 1)
--------------------------------------------------
1) ( LOMBINO M. = 5+5+5 ) -------- ( POMPONI E. =4+4 )


vincitori : DONATI A.(conti d'angeli) - USYK S.(sport & bike) - PERRI A.(universita' tor vergata) - LOMBINO M.(world truck)























Stefano Capponi ed Elizabeth Simpson: le firme sulla Marathon del Lago di Fondi
Alla Marathon del Lago di Fondi hanno risposto in buon numero a una delle ultime manifestazioni agonistiche della mountain bike nel Lazio: 300 i bikers del Centro-Sud Italia, tra questi anche gli attesi protagonisti del Trofeo dei Parchi Naturali-Protek-Mtbonline.it schierati ai nastri di partenza e pronti a riservare le ultime emozioni per decretare le classifiche finali del celeberrimo circuito del Girone Sud All Star. Il percorso marathon di 60 chilometri era prevalentemente sterrato al 90%, in gran parte intorno al Lago di Fondi e lungo gli argini dei fiumi e canali della piana di Fondi e Monte San Biagio. La prima salita in località Le Scalelle, portava la carovana a Monte San Biagio prima della tanto attesa e temuta salita di Portella, molto bella e panoramica. Per i meno allenati, sono stati allestiti la point to point di 49 chilometri e l’escursionistico di 20 chilometri intorno al Lago di Fondi e lungo gli argini dei fiumi e canali della piana di Fondi. Di rilievo il primo posto dell’élite Stefano Capponi (Moser Cycling Team), a lungo in testa con Vincenzo Della Rocca (Cubulteria Bike, primo tra i master 2) e Guido Cappelli (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike, secondo tra i master 2) per poi battere entrambi in volata sul rettilineo d’arrivo.
Quarto con un gap di 40 secondi il neo leader del Trofeo dei Parchi Naturali Luigi Ferritto (Frw Oronero primo tra i master 1) protagonista di una gara più tranquilla allo scopo di mettere le mani definitivamente sulla classifica assoluta del circuito. In ambito femminile, gara senza sbavature per l’anglo-siciliana Elizabeth Simpson (Mongibello Team, prima tra le master donna 2) che ha preceduto alle sue spalle Loredana Varlese (Bikextreme Cassino, seconda tra le master donna 2) e Maria Lucia Minervino (Asd Superteam, prima tra le master donna 1). Più incerta la lotta nelle zone alte della classifica point to point dove a spuntarla è stato Davide Sciarra (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike, primo tra gli élite sport) davanti a Vincenzo Cammisola (Team Castelli, primo tra i master 1) e Gianluca Valerio (Formia Mtb Club, primo tra i master 2).
Oltre a Capponi, Della Rocca, Simpson e Minervino tra i corridori in evidenza nel percorso marathon, dominando e conquistando il successo nelle rispettive categorie, da segnalare l’èlite sport Massimo Campaiola (Frw Oronero), il master 3 Angelo Riccio (Frw Oronero), il master 4 Manlio Borrelli (Bike&Sport Team), il master 5 Gaetano Canzoniere (Sci Club Amici Superski) e il master 6+ Guido Biasoli (Team Ferrara Bike Asd). Protagonisti della point to point assieme a Sciarra, Cammisola e Valerio ad ottimi livelli si sono confermati gli altri leader di categoria Alessandra Rosati tra le élite sport (Team Castelli Messere Porte), Simone Del Giovane (Prd Sport Factory Team) tra gli under 23, Ciro Donnarumma (Asd Team San Giuseppe Bike) tra i master junior, Antonio Rinaldi (Re-Cycling Bernalda) tra gli juniores, Antonio Bardellino (Sinuessa Mondragone) tra i master 3, Paolo Coccoluto (Team Castelli) tra i master 4, Armando Mattacchioni (Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini) tra i master 5, Umberto Greggi (Ciclotech-Mtb Runners) tra i master 6+, Maria Di Paolo (Team Messere Porte-Cicli Tornesi) tra le master donna 2 e Gianluca Daniele, quest’ultimo tra i migliori nel breve tracciato escursionistico.
Alla presenza di Crescenzo Fiore (direttore del Parco Regionale Naturale Monti Ausoni e Lago di Fondi), Luciano Ciminelli (uno tra gli storici fondatori del circuito Trofeo dei Parchi Naturali), Michele Carella (responsabile di mtbonline.it e componente della commissione fuoristrada per conto della Federazione Ciclistica Italiana) e Antonio Liquori (componente commissione strada FCI Lazio), l’organizzatore Gino Marcantonio, presidente della Cicloamatori Fondi, nel ringraziare i volontari, gli sponsor e i propri collaboratori, ha espresso la sua viva e grande soddisfazione nell’aver portato a termine la diciottesima edizione della Marathon del Lago di Fondi, ricambiata dalla partecipazione dei tantissimi bikers che hanno creduto in questo evento candidato ad ospitare nel 2015 le finali All Star della mountain bike italiana.












































Alla 6 Ore degli Etruschi impegno e divertimento garantito con Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini
La Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini è riuscita a lasciare il segno anche nell’ultima gara endurance dell’anno solare 2014 partecipando alla 6 Ore degli Etruschi inserita nel campionato Endurance CSI Lazio 2014: 120 i partenti di scena sul circuito di 3700 metri allestito all’interno dell’agriturismo Centro Vacanze Sasso con la regia organizzativa de La Tana delle 29 di Maurizio De Zuliani.
Ottimi riscontri per il team della Perla del Tirreno sia con i singoli che con le formazioni da 2 e 3 elementi riportando brillanti risultati con l’evidente soddisfazione del presidente Stefano Carnesecchi. In ambito femminile grande prova di Elisabetta Dani che, alla luce del recente trionfo assoluto all’Endurance Tour, non si è di certo risparmiata dominando davanti alle colleghe Serena Nicosanti e Francesca Patti. Il duo composto da Federico Forti e Massimiliano Chiavacci ha legittimato la conquista del titolo regionale CSI Lazio con un ottimo primo posto, portando entrambi a termine una gara priva di errori. Non da meno sono stati i team da tre elementi con Francesco Farinato, Emanuele Zena, Jeferson Benato classificati al secondo posto, Fabio Pisanelli, Angelo Tisato e Daniele Galletti al settimo, Andrea Ferrante, Alessio Pastori e Domenico Garofalo al decimo.
Hanno preso il via in un apposito team da tre anche Vincenzo Scozzafava, Paolo Tempestini e Mariangela Roncacci nell’ottica di preparare al meglio l’esordio di ciclocross domenica 19 al Roma Master Cross ai Granai. Renato Remoli (quarto di categoria), Gianluca Piermattei (quinto), Alessandro Costa, Stefano Carnesecchi, Giulio Poduti, Giuseppe Girardi, Massimiliano Bigini, Gualtiero Pili e Giovanni Gatti (quest’ultimo in qualità di ospite perché agonista come élite e di scena solo nella prima ora e mezza di corsa), si sono messi in evidenza nella gara riservata ai solitari pedalando in maniera costante con l’obiettivo di finire la corsa.
“ Ancora una volta ringrazio tutti i componenti della squadra – è stato il commento di Stefano Carnesecchi - protagonisti di un’altra domenica esemplare che ci ha permesso di concludere in modo positivo questa trasferta a pochi passi da casa e di chiudere in grande stile la stagione con le gare di mountain bike ”. www.mtbsantamarinella.it
Saluti&Cordialità Luca Alò 333-3013269
































GP Beghelli 2014: Proprio alla fine i Conti tornano - Prima vittoria da pro' per Valerio, Coppa Italia alla Neri
È solo questione di pochi mesi, se nella due giorni emiliana che ha chiuso la nostra stagione ciclistica non abbiamo ritrovato anagraficamente racchiuso, nei due vincitori, l'intero movimento professionistico italiano. Dal più vecchio, ieri, al quasi più giovane, oggi: un salto incredibile di 22 anni tra il veterano Davide Rebellin e il pischelletto (termine non casualmente romano) Valerio Conti.
Tra i team professionistici (World Tour e Professional) non è il più imberbe, il ciclista proveniente dalla Capitale, per appena sette mesi: lui è nato il 30 marzo del 1993, e solo due colleghi, Niccolò Bonifazio (suo compagno di squadra) e Alberto Bettiol (della Cannondale) sono venuti dopo, entrambi (quando si dice il caso!) il 29 ottobre 1993. Ma il dettaglio che fa sfumare la clamorosa cabala è, appunto, un dettaglio. Perché il senso del passaggio intergenerazionale c'è tutto, in questi 22 anni trascorsi in appena 24 ore. Se ieri Rebellin ha fatto emozionare molti tifosi con l'azione vincente sul San Luca a coronare uno splendido Giro dell'Emilia, oggi Conti ne ha fatti sussultare altrettanti, con questa prima - e assolutamente non banale - affermazione da pro', al termine di una stagione nella quale il suo unico obiettivo era di fare esperienza.
E l'ha fatta eccome, il ragazzino romano, attraverso un'accuratissima selezione delle corse disputate, selezione che ci dice molto di quel che lui potrà essere un domani: perché se al tuo primo anno fai il Giro del Trentino e il Criterium del Delfinato, e la tua prima classica monumento è un Lombardia, siamo già a quota tre indizi di un certo tipo. Non a caso, la fama con cui Valerio è passato pro' è quella di uno che da ragazzino (da juniores) era uno dei più forti scalatori del panorama italiano, molto vincente oltretutto; da dilettante - due anni nella Mastromarco - è stato un po' defilato, lasciando ad altri il proscenio, ma intanto ha proseguito un percorso di crescita che l'ha condotto quest'anno alla Lampre di Beppe Saronni.
Tra le curiosità di questo suo 2014, una Vuelta a España disputata (e portata a termine) con l'inatteso dorsale numero 1: non doveva parteciparvi, l'hanno chiamato all'ultimo momento per sostituire Chris Horner (campione uscente costretto al forfait), e lui ha a suo modo onorato quell'importante numero. Oggi l'1 per lui si è spostato dalla colonna del dorsale a quella del piazzamento, a sintetizzare una vittoria che ci aiuta a capire qualcosa di più di questo ragazzo tutto in divenire. Il GP Beghelli è partito subito con la fuga buona, composta da tre uomini (Fabio Duarte, Kirill Pozdnyakov e Ricardo Pichetta) che hanno saputo guadagnare fino a 6'22" (margine toccato al km 76, a 120 dalla fine), ma che hanno poi dovuto subire l'inesorabile, progressivo riavvicinamento del gruppo tirato dalla Bardiani sul classico circuito che si sviluppava tra Monteveglio e la salita di Zappolino. Al terz'ultimo dei 10 giri di questo circuito, coi fuggitivi ormai nel mirino e poco più 30 km ancora da coprire, sono usciti dal plotone tre contrattaccanti: Mauro Finetto, Manuel Belletti e - udite udite! - Moreno Moser, che ha aspettato l'ultima corsa dell'anno per fare una cosa (una qualsiasi cosa) che lo smuovesse dal tremendo anonimato nel quale s'è consumato il suo 2014. I tre contropiedisti hanno rapidamente raggiunto i battistrada e poi li hanno pure staccati, sulla successiva ascesa a Zappolino. Negli stessi momenti, dal gruppo (rimasto sempre molto vicino) hanno provato l'evasione proprio Conti (già attivo in quel penultimo giro) e Davide Villella, ma non hanno avuto spazio. Non troppo ne hanno peraltro avuto Finetto, Belletti e Moser, i quali non sono andati oltre una ventina di secondi di margine (23" all'ultimo passaggio dal traguardo), e sono stati infine raggiunti nel corso dell'ultima scalata di giornata.
Proprio in cima a Zappolino un forcing AG2R ha preparato il terreno a un tentativo di Alexis Vuillermoz (con Ángel Madrazo, già protagonista ieri al Giro dell'Emilia), il quale tentativo si è però risolto in un nulla di fatto. Identico destino è toccato a una sortita di Sergey Lagutin e Manuele Mori a 4 km dal traguardo. Ma quando si attendeva lo sprint del gruppo, a meno di 2 km dalla fine, ecco che è venuta l'azione decisiva: a promuoverla, proprio Conti con quel gregarione di Kristijan Koren e col promettente russo Ilnur Zakarin.
Il terzetto ha guadagnato rapidamente il terreno utile per risultare imprendibile, dopodiché la volatina ha premiato il laziale, felice e vincente e pronto a dolcissime ferie. Koren secondo, Zakarin terzo, il quarto posto, a 1" di distacco dai primi, se l'è aggiudicato Rafael Andriato su Andrea Pasqualon, Bonifazio, Belletti, Nicola Ruffoni, Ivan Balykin e Davide Viganò. La distanza tra Andriato e Ruffoni, più che di sole 4 posizioni nell'ordine d'arrivo, è quella che passa stasera tra chi ha vinto la Coppa Italia e chi l'ha persa: i rispettivi team sono stati impegnati fino alla fine della stagione in un testa a testa che alla fine vede prevalere la Neri Sottoli sulla Bardiani-CSF, con un ribaltone consumato, appunto, proprio all'ultimo metro.
La Neri chiude a 576 punti, solo 1 in più della Bardiani, mentre i punti conquistati da Conti valgono alla Lampre il terzo posto (a quota 460) a scapito dell'Androni, quarta a 442. A questo punto, sulla carta, la formazione di Scinto avrebbe strappato il pass per la partecipazione al Giro d'Italia 2015 (una wild card viene riconosciuta da RCS Sport alla squadra vincitrice della Coppa Italia, appunto); ma si aprono scenari del tutto particolari. Senza entrare nel merito del diritto di RCS di non assegnare la wild card per motivi etici (fronte su cui il team giallo-fluo è a rischio) o di scadimento della qualità di una squadra da un anno all'altro, è piombata oggi sul movimento italiano la notizia che Gianni Savio, team manager dell'Androni, ha promosso presso la Lega Ciclismo la richiesta di tenere sub judice i risultati di questa Coppa Italia.

Marco Grassi






























































Criterium Italiano UISP: un grande successo per la Gf Strada del Tartufo Mantovano
Il Criterium Individuale UISP di granfondo non agonistiche si è chiuso - è il caso di dirlo - con il botto. L'evento dell'Oltrepò Mantovano ha fatto segnare ben 1.143 partecipanti e cioè oltre il doppio rispetto alla sua prima edizione svoltasi l'anno scorso. Si conclude così all'insegna del binomio terra e acqua un lungo percorso iniziato allo stesso modo a marzo nelle Valli di Comacchio. E in attesa della premiazione finale si può già pensare a pianificare la prossima stagione con il calendario del Criterium 2015.
12 ottobre 2014, Pieve di Coriano (Mn) – È stata una tipica giornata autunnale. Il paese si è svegliato avvolto in una fitta nebbia dalla quale a un certo punto è spuntata una fila interminabile di auto con a bordo tante amate specialissime e qualche mountain bike. La piazza davanti alla stupenda Pieve Matildica ha presto iniziato a brulicare di ciclisti, con le loro divise colorate a far da contrasto al grigiore di tutto il resto.
L'organizzazione ha presto capito che i numeri stavano andando ben oltre i circa 800 preiscritti registrati il venerdì tanto che per consentire a tutti di parcheggiare e schierarsi ha posticipato la partenza di una mezz'ora. Ma quando alle 8:30 il grosso dei ciclisti si è lanciato nella sua avventura c'erano ancora circa duecento persone in fila ai tavoli delle iscrizioni. E il risultato numerico è stato davvero straordinario con 1.143 i partecipanti provenienti da tutto il Nord Italia, 491 dei quali hanno pedalato il percorso lungo di 125 chilometri.
Grande successo soprattutto per il gourmet che ha contato 119 partecipanti con tantissimi bambini in bicicletta, sui seggiolini e anche sui carrettini al traino delle bici di mamma e papà. E se gli adulti avranno gradito gli assaggi dei prodotti tipici della campagna dell'Oltrepò Mantovano, i più piccoli si sono sicuramente divertiti di più colorando i tessuti e giocando nel parco dell'Agriturismo Loghino Giada di San Siro (Mn). E che dire della Fattoria Libiolette di Quingentole (Mn) dove i protagonisti sono stati i buoni formaggi ma soprattutto gli animali, con le caprette e l'asinello che hanno fatto breccia nel cuore di grandi e piccini. Va sottolineato che molti gourmettisti hanno potuto usufruire del servizio di noleggio bici approntato in zona partenza. Tanti gli accompagnatori che sono saliti a bordo della Motonave Cicogna per una gita sul Po, sfruttando la comoda navetta che dalla piazza di Pieve di Coriano li ha condotti fino all'attracco fluviale prima e poi riaccompagnati al punto di partenza. L'Oltrepò Mantovano ha così accolto i ciclisti nella sua veste più tipica, con la sua fitta rete di fiumi e canali e la campagna punteggiata di pievi, antichi palazzi e casolari avvolte nella nebbia. E li ha coccolati offrendo loro specialità locali nei due ristori di San Giovanni del Dosso (Mn) e di Felonica (Mn) e con un sontuoso pasta party a base di maccheroni con stracotto d'asino, salumi con parmigiano reggiano accompagnato da miele e mostarde fatte in casa, la sbrisolona, il dolce tipico mantovano, e vino bianco, rosso e rosato.
Hanno concluso l'evento la premiazione delle migliori trenta società per somma di chilometri percorsi e l'estrazione dei premi della lotteria. Hanno partecipato il presidente della Strada del Tartufo Mantovano e sindaco di Borgofranco sul Po (Mn) Lisetta Superbi, il sindaco di Pieve di Coriano Daniela Besutti, il sindaco di San Giovanni del Dosso (Mn) Angela Zibordi e il presidente della Provincia di Mantova Alessandro Bastacci. Proprio quest'ultimo ha ricordato come la granfondo sia la conclusione di un percorso iniziato anni fa con l'obiettivo di far vivere il territorio e che in occasioni come questa dà i suoi risultati più tangibili.
Per la cronaca, fra le 91 società partecipanti ha vinto la Asd Formigosa, davanti ai Romagnoli della Baracca Lugo (2ª) e agli Emiliani del Ciclismo Medicina 1912 (3ª).
La Gf Strada del Tartufo Mantovano, in particolare, tornerà domenica 11 ottobre 2015 sempre come ultima delle tredici prove in programma.


















































Granfondo del Brunello e della Val d’Orcia, circa mille iscritti!
Vittoria del greco della Protek Ilias Periklis
Mauro Pieri, Casini e Nuti presenti 25 anni fa alla 1a edizione
Montalcino (Si) 13 Ottobre 2014 – Con l’edizione n. 25 della storica Granfondo del Brunello, si chiude in bellezza il Circuito Mt Tour Toscana iniziato a Montecatini Terme dove si svolgeranno anche le premiazioni finali.
”Siamo soddisfatti di come è andata questa edizione – commenta il dinamico organizzatore Mauro Pieri – sia del nuovo percorso che è piaciuto molto per la sua componente tecnica, sia anche del numero degli iscritti con i quali abbiamo sfiorato il record. Ci sono alcune cose da mettere a punto come il percorso corto che, dato il nostro target composto per lo più da stranieri, dev’essere più turistico e quindi poco tecnico e panoramico. Le premiazioni sono andate per le lunghe ma, del resto, premiando una così grande mole di atleti non si poteva fare diversamente. Cerchiamo sempre di fare del nostro meglio tenendo conto dei consigli che giungono dai bikers ed è quello che faremo anche nella prossima edizione. Ringrazio tutti, sponsor, volontari, il Team Orso on Bike e i 960 atleti che ci hanno dato fiducia”. Venendo alla gara vera e propria, percorso completamente rinnovato di 50 km con doppio passaggio a Castelnuovo dell’Abate. Fin dalle prime battute si forma un gruppetto di tre, Periklis, Casagrande e Mensi. Nelle posizioni di rincalzo, Hofer, Corsetti, Ragnoli e Forzini. Dopo circa un’ora di gara è il greco della Protek a portarsi al comando, a un minuto Casagrande e a circa due minuti Ragnoli. Le posizioni dei tre rimangono invariate fino al traguardo. Nella gara femminile la favorita era senz’altro Elena Gaddoni che ha confermato i pronostici, alle sue spalle l'ucraina Konvisarova, vincitrice domenica scorsa a Sinalunga e in terza posizione la marchigiana Daniela Stefanelli. Al traguardo in Piazza del Popolo a Montalcino, transita a braccia alzate con un tempo di due ore e due minuti Ilias Periklis, secondo a circa un minuto Casagrande e terzo Ragnoli con due minuti di ritardo dal primo.
Prossimo appuntamento per l’Mtb Tour Toscana, a Montecatini con le premiazioni finali. A breve tutte le info su data, classifiche e location.
Classifica assoluta maschile 25esima Gf del Brunello 1. Ilias Periklis (Protek Team) - 2 ore 02'21" 2. Casagrande Francesco (Cicli Taddei) - 2 ore 03'07" 3. Ragnoli Juri (Scott Racing Team) - 2 ore 04'08" 4. Rinaldini Roberto (Scott Pasquini Stella Azzurra) - 2 ore 08'01" 5. Forzini Marco (Scott Pasquini Stella Azzurra) - 2 ore 09'22"
femminile 1. Gaddoni Elena (FRM Factory Team) - 2 ore 27'01" 2. Konvisarova Krystyna (Ghost Ucraine Team) - 2 ore 36'23" 3. Stefanelli Daniela (Cingolani Specialized) - 2 ore 43'19" 4. Seneci Roberta (Racing Rosola Bike) - 2 ore 46'04" 5. Goretti Oriana (SS Grosseto) - 2 ore 48'27"





































CICLOCROSS UCI: Rivincita di Nys su Van der Poel a Ronse
Terzo successo stagionale del vice campione del mondo nel G.P. Mario De Clercq – Nella gara donne élite l'olandese Sophie De Boer prevale sull'inglese Wyman - Primo successo stagionale di Lars Van der Haar nel G.P. del Brabante
Ronse (BEL) (12/10) – Il fuoriclasse del ciclocross Sven Nys, campione nazionale in carica e vice campione del mondo, ha colto il suo terzo successo stagionale nel Gran Premio Mario De Clercq, gara internazionale del calendario Uci disputatasi a Ronse, la cittadina fiamminga dove Maurizio Fondriest vinse il campionato mondiale professionisti su strada nel 1988. La gara di Ronse, così come sarà per le altre sette prove del “Bpost Bank Trofee”, si è disputata con l'originale formula della classifica a tempi. L'evento, favorito da favorevoli condizioni meteo e dal percorso scorrevole, è stata l'occasione per il “cannibale del ciclocross” di prendersi l'immediata rivincita nei confronti del diciannovenne olandese Mathie Van der Poel (ha la metà degli anni di Nys!), vincitore la settimana scorsa della gara d'apertura del Trofeo Superprestige.
Al secondo dei dieci giri complessivi Nys, prendendo spunto dallo sprint intermedio coglieva l'abbuono di 15” e proseguiva con un assolo irresistibile, tanto che ad ogni giro si registrava un incremento del suo vantaggio di circa 5” sui più immediati inseguitori, ai quali restava la consolazione delle piazze d'onore del podio, sul quale salivano, al fianco di Nys, Mathieu Van der Poel, a 50”, e Klaas Vantornout, a 54” (nella foto il podio). Nella top five anche Kevin Pauwels e Lars Van der Haar, entrambi a 1'04”. Generosa, in ogni caso, la prestazione dell'iridato Zdenek Stybar, giunto ottavo a 1'59”, il quale reduce da un'intensa attività su strada limiterà i suoi impegni nel ciclocross ad alcune gare con l'intento di rientrare, alla migliore condizione possibile, in vista della difesa del titolo mondiale a fine stagione nella sua Tabor (Repubblica Ceca), dove vestì la maglia iridata già nel 2010. Nella gara Elite donne di Ronse, anch'essa con la classifica a tempi, l'olandese Sophie De Boer precedeva di 7” l'inglese Helen Wyman la quale, grazie all'abbuono del traguardo intermedio, scavalcava di qualche secondo la De Boer nella classifica a tempi provvisoria. Alla vigilia della gara di Ronse si era corso in Olanda il Gran premio del Brabante open, che registrava il primo successo stagionale di Lars Van der Haar il quale precedeva di 49”, nell'ordine, Corne Van Kessel, Jim Aernouts, Kevin Pauwels, Sven Nys, David Van der Poel (assente il fratello Mathieu) e Stan Godrie.
Nella gara Elite donne l'inglese Helen Wyman conteneva le legittime aspirazioni di Sophie De Boer (a 5”) e dell'altra inglese Nikki Harris (a 8”).
Domenica prossima si torna in Olanda, a Valkenburg, con la prima prova di Coppa del mondo, aperta a tutte le categorie. Un'occasione importante di confronto specie per le giovani leve della specialità anche in vista dei campionati europei che si disputeranno l'8 e il 9 novembre a Lorsch, in Germania.
Alfredo Vittorini




































“ VII^ CICLOPASSEGGIATA CITTA’ DI PALESTRINA “ IO STO CON TELETHON 2014“
DOMENICA 12 OTTOBRE 2014
Superato il record in termini di partecipazione alla 7^ ciclopasseggiata IO STO CON TELETHON, circa 500 tra piccoli e grandi ciclisti hanno invaso Palestrina domenica 12 ottobre 2014.
Si è svolta con grande successo la ciclopasseggiata di “Solidarieta” (quasi 1.800€. raccolti oggi che vanno ad aggiungersi ai circa 3.000€. del cicloraduno svoltosi domenica scorsa, 5/10/2014) organizzata dalla sezione ciclistica dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con il patrocinio del Comune di Palestrina e la collaborazione di: volontari Telethon (con in testa Rossella Malaspina), Centro Sportivo Italiano provinciale di Roma, Team Dea Fortuna MTB, Moto club Luigi Albertani (immancabili le presenze di Emiliano Mattogno e Alfredo Borzi), C.R.I. Comitato locale Monti Prenestini, Polisportiva Icaro e la graditissima partecipazione dell’Associazione Clown Dottori Sorrisiamo di Palestrina che hanno reso la giornata ancora più divertente.
Hanno partecipato alla manifestazione, salutati alla partenza dal Vicesindaco Manuel Magliocchetti, studenti delle Scuole di ogni ordine e grado, insegnanti degli Istituti L. Luzzatti, G. Pierluigi, G. Mameli, Karol Wojtyla, C. Eliano, cittadini e personale dell'Università di Tor Vergata con le proprie famiglie ma soprattutto una marea di bambini che in bicicletta Palestrina, città di 25.000 abitanti, non aveva mai visto!
Diligentemente scortato dalla Polizia Municipale di Palestrina e da tutti i collaboratori, il variopinto serpentone di piccoli, giovani e meno giovani “atleti” è partito alle ore 9,30 da piazzale Italia per percorre i 12 Km del circuito con tanta voglia di divertirsi e trascorrere in armonia la bellissima mattinata riscaldata da uno splendido sole con temperature ancora estive.
A rendere ancor più piacevole la pedalata è stata la sosta, a metà percorso, presso l’Azienda agricola-fattoria Damigelli, è stato anche un modo, durante la pausa, per conoscersi e socializzare gustando tutti i prodotti tipici e biologici dell’Azienda Damigelli (pane, miele, formaggi, latticini, frutta ecc.), prima di far ritorno a Piazza Italia.
Un grazie particolare a tutti i partecipanti e a coloro che hanno contribuito, a qualsiasi titolo, al successo di questa straodinaria iniziativa.
Aldo Perri Presidente ASD Sezione ciclismo Università Roma Tor Vergata












































Falzarano e Gentili firmano la 4^ Gran Fondo di Roma
Una volata di 5000 ciclisti conquista la città eterna e i castelli, 35000 persone festeggiano la corsa al Villaggio Expo - Pancalli: “la Granfondo Roma è un esempio pratico di mobilità sostenibile”
Roma (13/10) - Quasi cinquemila ciclisti (3600 per la granfondo, 1200 per la ciclo pedalata “In bici ai Castelli”), 400 donne, 500 atleti stranieri provenienti da 34 nazioni, 1061 società in pista, 450 bambini iscritti a una minifondo, un Villaggio Expo affollato da 35000 visitatori e 500 addetti alla sicurezza: sono queste le cifre che testimoniano il successo della terza edizione della Granfondo Campagnolo Roma. La pedalata, partita alle 7,30 da Via dei Fori Imperiali e aperta dal gruppo dei ciclisti del Giro d’Italia d’Epoca e da un corteo di auto storiche, grazie al piano sicurezza proposto nei mesi scorsi dal Comitato Organizzatore e realizzato grazie alla collaborazione con Roma Capitale, i Comuni dei Castelli Romani e la Polizia Stradale, si è snodata per 123 km senza difficoltà, riuscendo ad armonizzare le necessità dei ciclisti con il traffico cittadino.
«Avere un’ora e mezza di chiusura totale alle auto in una delle metropoli mondiali più trafficate è incredibile – ha sottolineato Gianluca Santilli, presidente del Comitato organizzatore della Granfondo Campagnolo Roma –. Ho notato più tolleranza fra ciclisti e automobilisti, siamo sulla strada buona per creare una cultura del ciclismo nella capitale. E’ stato un impegno grandissimo ma anche un divertimento straordinario: pedalare in queste condizioni rende tutto più facile». Ad arrivare primo assoluto al traguardo è stato il toscano Alfonso Falzarano, già trionfatore nella prima edizione della Granfondo Campagnolo Roma, reduce da un grava infortunio alla rotula che lo ha tenuto per oltre un anno lontano dalle corse. «A distanza di 24 mesi sono riuscito a ripetermi – ha commentato il ciclista toscano – l’anno scorso ero a letto a seguito di una brutta frattura e ci tenevo a tornare a Roma. I medici mi avevano detto chiaramente che non sarei potuto risalire su una bicicletta ma le mie forza di volontà e testardaggine mi hanno permesso di ritornare in sella. La corsa? Non è solo spettacolare ma anche tecnica e impegnativa. Conoscendo le difficoltà di questo mondo, sono rimasto impressionato dalla macchina organizzativa e dalla presenza delle forze dell’ordine che ci hanno permesso di correre in tranquillità». Prima delle donne all’arrivo la 38enne romana Claudia Gentili: «E’ stata una gara dura, combattuta. Sono romana, la partenza ai Fori è stata da pelle d’oca, una emozione indescrivibile; vincere nella mia città e all’esordio in questa granfondo ha reso ancora più straordinaria questa esperienza».
A differenza di quanto fa in Formula 1, invece, il pilota Ferrari Giancarlo Fisichella ha preferito alla velocità una pedalata tranquilla, chiudendo la corsa in compagnia di un gruppo di amici: «Avevo partecipato anche un anno fa ma non ho avuto l’occasione di allenarmi bene. Ho avuto i crampi ma l’obiettivo era finire la gara, divertirmi:non ero certo venuto per vincere. È stata un’esperienza positiva e il piano sicurezza ha funzionato». L’evento ha visto la partecipazione e il saluto di Roma Capitale. Guido Improta, assessore alla Mobilità e Trasporti, ha aperto la corsa, mentre Luca Pancalli, assessore alle Politiche dello sport e della qualità della vita ha dato il benvenuto ai primi ciclisti sul traguardo.
«Roma Capitale e Granfondo Campagnolo hanno “sminato” a monte le criticità di un evento fortemente impattante sulla città, grazie alla collaborazione con i vigili urbani e la Polizia Stradale – ha ricordato Pancalli –. Giornate come queste devono servire non tanto a promuovere un discorso agonistico quanto a promuovere un discorso di mobilità sostenibile. Questo evento è fondamentale per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema, è un esempio pratico». Infine la lettura romantica della corsa di Renato Di Rocco, presidente della Federciclismo: «La partenza col Colosseo alle spalle, l’uscita da Roma attraversando l’Appia antica e la vista meravigliosa sul lago di Albano, dove ti fermi per godere il panorama. Cosa chiedere di più?».
Gli organizzatori sono già al lavoro per rispondere a questa domanda con una nuova spettacolare edizione della Granfondo Campagnolo Roma












































CICLOCROSS UCI: En plein del Selle Italia Guerciotti a Beromunster, in Svizzera
Bryan Falaschi ed Elena Valentini vincono le gare open (terza Alice Arzuffi) - Stefano Sala secondo nella gara juniores
Beromunster (SVI)) (12/10) - En plein del Selle Italia Guerciotti Team nella gara internazionale di ciclocross, settimo Gran Premio Sterne-Regione, che si è disputata a Beromunster, località del Comune di Neudorf, nel Cantone di Lucerna, in territorio elvetico. Nella gara open maschile il ventitreenne italo-svizzero Bryan Falaschi, già in evidenza con ripetuti piazzamenti le settimane scorse, ha colto il suo primo successo stagionale precedendo di ben 1'17” il tedesco Sascha Weber e lo svizzero Arnaud Grand (nella foto il podio). Con lo stesso tempo si classificava al quarto posto il diciannovenne Gioele Bertolini, anch'egli come Falaschi del Team Selle Italia Guerciotti, mentre la top five veniva completata da Florian Vogel, distanziato di 1'30”.
Ricordiamo che Falaschi, figlio di italiani residenti a La Chaux-de-Fonds, aveva vinto la scorsa stagione alcune prove del Giro d'Italia ciclocross, classificandosi secondo nella classifica finale.
Da segnalare anche le buone prestazioni di Marco Bianco (Gs Esercito), giunto sesto a 1'52”, Elia Silvestri (Selle Italia Guerciotti Team), decimo a 3'01” e Lorenzo Samparisi (Merida Italia Team), quindicesimo a 4'56”. La trionfale giornata del Selle Italia Guerciotti Team era iniziata con la piazza d'onore dello Juniores Stefano Sala, già in evidenza in Svizzera la settimana scorsa, il quale concedeva soltanto 27” al vincitore, l'elvetico Timon Ruegg. Completava il podio Joel Grab, anch'egli svizzero, a 1'24”.
Nella gara open femminile, cronologicamente precedente a quella maschile, l'altro successo del Selle Italia Guerciotti Team con la ventiduenne bolzanina Elena Valentini, vice campionessa nazionale della categoria Under 23, che anticipava di 4” la zurighese Nicole Hanselman e di 13” la ventenne compagna di squadra Alice Arzuffi. Nella top ten anche Nicoletta Bresciani (Team Scott) a 1'42” ed Allegra Arzuffi (Selle Italia Guerciotti Team), ventenne come Alice, giunta nona a 4'21”.
Complimenti a tutti i nostri atleti, in particolare al team di Alessandro e Paolo Guerciotti, diretto da Vito Di Tano, sodalizio plurititolato nel ciclocross a livello nazionale, sia nel ranking individuale che nella classifica per società. GIRO D'ITALIA CICLOCROSS - Tra due settimane prenderà il via da Fiuggi il Giro d'Italia di ciclocross con grosse novità per l'inserimento di tutte le prove nel calendario internazionale e per la cospicua dotazione di premi messa a disposizione dei partecipanti di tutte le categorie dall'Associazione sportiva dilettantistica “Romano Scotti”, coordinata da Fausto Scotti, CT delle squadre azzurre. In vista dell'appuntamento di Fiuggi, che costituirà la gara d'apertura del calendario internazionale in Italia, i nostri ragazzi, in particolare quelli del Selle Italia Guerciotti Team, hanno messo a frutto la loro condizione con positive esperienze ed eccellenti risultati nella vicina confederazione elvetica, tradizionale meta ad inizio stagione dei nostri atleti residenti nel nord d'Italia.
Alfredo Vittorini



































Grande successo per la Pedalata del Santo
Sono stati 400 i partecipanti alla prima edizione dell’evento cicloturistico che si è svolto a San Benedetto del Tronto e che ha offerto una splendida giornata fatta di allegria, sole, paesaggi indimenticabili, buon cibo e belle premiazioni. Per ogni iscritto un euro è stato devoluto al reparto pediatrico dell’ospedale sambenedettese. Prima classificata è risultata la Polisportiva Appignano del Tronto, seguita dalla Santissima Annunziata di Porto d’Ascoli e dal Pedale Rossoblu. Spazio anche ai più piccoli con una gimkana.
12 ottobre 2014, San Benedetto del Tronto (Ap) – Grandissimo successo per la prima edizione della Fondo Senza Tempo - Pedalata del Santo, manifestazione cicloturistica organizzata a San Benedetto del Tronto e inserita nel programma della festa patronale.
Mentre il sole sorgeva su questo gioiello della riviera adriatica a centinaia affluivano in sella alle loro bici in piazza Giorgini, davanti all’hotel Calabresi, quartier generale dell’evento organizzato dal SBT Team del presidente Demetrio Di Pietro e da Sonia Roscioli di BiciGustando. Alla fine sono stati 400 i partecipanti, provenienti da diverse regioni. Un numero che è andato oltre le più rosee aspettative degli organizzatori, che sono stati coadiuvati dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Gaspari, dalla Futur Bike, dal Pedale Rossoblu e dall’azienda vitivinicola Ciù Ciù, che ha anche fornito bottiglie di pregiato vino come pacco gara.
Mentre si avvicinava l’orario di partenza, rigorosamente alla francese, la piazza si animava: risate, scherzi, battute, musica e foto. Il clima era quello della festa. Alle 8,30 i ciclisti iniziavano a lanciarsi in questa bellissima avventura. Davanti a loro due percorsi: uno di 96 chilometri e l’altro di 72 chilometri. Tracciati affascinanti, che hanno portato i partecipanti a pedalare nella campagna e tra le colline marchigiane, toccando località ricche di arte e di storia, ammirando stupendi vigneti, respirando i profumi e osservando i colori della vendemmia. Il tutto in un clima di divertimento e voglia di stare insieme e di trascorrere, quindi, una giornata all’insegna dell’allegria e del buon cibo. A Montedinove e a Offida, infatti, i partecipanti hanno potuto ritemprare le forze ai ristori preparati dall’organizzazione. Particolarmente ricco il secondo, ubicato nella suggestiva piazza del Popolo, davanti allo showroom dell'azienda Ciù Ciù, dove i ciclisti hanno potuto gustare dolci, salumi, bruschette e vino biologico. Poi via di nuovo per proseguire questa bellissima pedalata tra gli stupendi e suggestivi paesaggi di quest’angolo di Marche.
Intanto in piazza Giorgini si svolgeva una gimkana per i giovanissimi del Pedale Rossoblu e della Perla dell’Adriatico, che in questo modo sono stati anche loro protagonisti di questa bella mattinata. Intanto dai bar e dal parco giochi adiacenti le famiglie e le persone presenti osservavano incuriositi, così come i tanti passanti.
Dopo aver tagliato il traguardo di San Benedetto del Tronto ed essersi rifocillati all’ultimo ristoro, i partecipanti si sono cimentati nella piacevole fatica del pranzo finale che, curato da Piceno Open - Vinea Qualità Picena, prevedeva un delizioso menù a base di prodotti biologici del territorio, accompagnati da una degustazione di vino biologico Ciù Ciù. Tra una portata e l’altra si sono svolte le premiazioni per le prime 10 società. Prima classificata è risultata la Polisportiva Appignano del Tronto, seguita dalla Santissima Annunziata di Porto d’Ascoli e dal Pedale Rossoblu. Va anche ricordato che per ogni iscrizione un euro è stato devoluto al reparto pediatrico dell’ospedale di San Benedetto del Tronto.
Classifica: 1) Polisportiva Appignano del Tronto, 2) Ss Annunziata Porto d’Ascoli, 3) Pedale Rossoblu, 4) Lega Filo d'Oro, 5) Na Pedalata Na Magnata, 6) Petritoli Bike, 7) Fermo Bike, 8) Zare C'e', 9) 80…. Cugge', 10) Truentum Bike.














































23° OREUM BIKE - FRANCIGENA MTB CUP 2014
A dispetto di tutti i pronostici meteo,sabato ad Orio Litta il cielo si apre e fa capolino un timido sole d'ottobre ad illuminare i colori del basso lodigiano,terra della storica gara Oriese di mountain bike, lungo la storica via di pellegrinaggio Francigena.
Quest'anno alla 23° edizione, e' stata ricca come menu', prova valida come campionato ente csain interprovinciale di mountain bike 2014 ed in piu' Gp Raschiani, cronosquadra a 4 elementi valido come assoluta squadre Francigena mtb cup 2014 in scena prima della gara tradizionale. Tale prova consisteva in un giro di percorso “a tutta” come si dice in gergo,con tempo cronometrato sul 3° del quartetto sul traguardo.
Molto avvincente la formula, sui 7 km e 350 metri di strade bianche,sentieri ed argini del fiume Po, ad aggiudicarsi il gradino piu' alto del podio sono i ragazzi del team Rc-erre Raschiani capitanati da Claudio Rizzotto, in successione al 2° posto Velo club Bagnolo Cremasco, terzi il quartetto del Lugagnano Off Road, quarti il primo dei due quartetti del gc Orio Bike. Come detto, molto avvincente la prova messa in campo, ma con dato negativo riguardo la partecipazione molto esigua,sia come gara a squadre che la successiva Oreum bike classica specialita' cross country. “Ottobre e' diventato un periodaccio per organizzare una manifestazione di mountain bike”,afferma il presidente della asd organizzatrice Tedeschi Marco,continua,“troppe corse sono nate negli ultimi tempi, specie tra settembre-ottobre, l'Orio Bike gia' piu' di due decenni propone tale manifestazione quindi prima di molti altri, puoi anche fare il calendario anche 2 mesi prima degli altri e pubblicarlo che sembra non cambia nulla e poi ci ritroviamo tutti con partecipazione che scendono virtiginosamente e con essa inevitabilmente qualita' e prestigio”. La gara ha avuto al via 65 partenti.
Si aggiudicano la maglia cat cadetti Andrea Bossi del gc Orio Bike,cat junior Beccali Alessandro anch'esso del gc Orio Bike,categoria senior Rizzi Antoni dello Sportfrog Senna, cat veterani Crivellari Vincenzo Team Bebikers,cat gentlemen Mauro Zambelli del gc Orio Bike, cat super GA Arrigoni Gerolamo del Pedale Sant Angiolini OGTM, super GB Alvaro Dede del gc Orio Bike. Mentre per le donne ,indossano la maglia Paola Papetti della km0 Melegnano e Daniela di Prima della Bebikers,rispettivamente donna A e donna B.
Primo assoluto della gara dopo partenze scaglionate per categorie, Nicola Calvi del Team Olubra -Raschiani in volata di un soffio su Bonetti Massimo del Team Rc-Erre Raschiani.
Classifiche a punti team 1° il gc Orio Bike, 2° Lugagnano off road ,3° Team rc-erre-Raschiani. La prova era l'ultima delle 14 tappe del campionato Francigena mtb cup 2014,in collaborazione con gli enti Csain-F.C.I.-Endas delle province di Lodi,Piacenza e Pavia. A breve in settimana sara' comunicata la data ufficiale della premiazione finale di campionato con tutti i dettagli del programma a seguito di riunione consultiva di tutti gli organizzatori. Appena pronta sara' anche pubblicata la classifica definitiva con i relativi vincitori delle maglie e trofei di categoria.
1 20 CALVI NICOLA ASD TEAM OLUBRA R… SENIOR 3 22.06 1/SENIOR
2 49 BONETTI MASSIMO TEAM RC ERRE RASC… JUNIOR 3 00:00:00.041 22.06 1/JUNIOR
3 13 RIZZOTTO CHRISTIAN ASD F.LLI RIZZOTTO … CADETTO 3 00:00:11.135 21.99 1/CADET…
4 18 AGNOLETTO ELIA ASD CYCLING TEAM … CADETTO 3 00:00:30.911 21.88 2/CADET…
5 42 BOSSI ANDREA ASD GC ORIO BIKE CADETTO 3 00:01:05.893 21.67 3/CADET…
6 41 DE CARLO LORENZO ASD CANTURINO 1902 debuttante 3 00:01:41.762 21.47 1/debutt…
7 1 RIZZI ANTONI ASD SPORT FROG SE… SENIOR 3 00:02:00.653 21.36 2/SENIOR
8 30 GHISONI FABIO ASD LUGAGNANO OF… SENIOR 3 00:02:15.334 21.28 3/SENIOR
9 39 BARBIERI GIUSEPPE ASD TEAM PERINI BI… SENIOR 3 00:02:44.665 21.11 4/SENIOR
10 19 DEDE ANDREA TEAM RC ERRE RASC… VETERANO 3 00:03:25.561 20.89 1/VETER…




















































Sassete 6X6 Gladiator Race: buona la prima a Fiano Romano!
Grande spettacolo con la prima edizione della Sassete 6X6 Gladiator Race: l’evento, organizzato dal Ciclo Club Fiano Romano, ha dato il benvenuto a una sessantina di partecipanti che hanno determinato non solo un buon livello agonistico ma onorato la presenza per il gusto di pedalare in maniera spensierata.
Il percorso di 6 chilometri con 170 metri di dislivello, allestito da Antonio Malerba, partiva dall’accogliente struttura del Camping I Pini Family per svilupparsi tra i sentieri e gli sterrati della splendida campagna alle porte di Fiano Romano e del bosco delle Sassete che hanno messo a dura prova le performance dei bikers in una giornata dalle condizioni climatiche perfette. Sono stati Umberto Greggi, Mauro Boschi, Maurizio Fratticci e Massimo Foschi della Ciclotech-Mtb Runners a totalizzare il miglior tempo assoluto (6.08’14”) e il maggior numero di giri (20). Il quartetto Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini con Giovanni Gatti, Alessio Pastori, Andrea Ferrante e Domenico Garofalo si trovava avanti nella classifica parziale nelle prime quattro ore di gara, subendo il ritorno dei diretti avversari della Ciclotech nell’ultima mezz’ora.
Con lo stesso numero di giri dei Ciclotech e un gap di 1’26”, è stata una domenica positiva per i quattro portacolori del team della Perla del Tirreno con un secondo posto assoluto da non buttare, facendo meglio degli altri quartetti Acido Lattico Passo Corese Mtb (17 giri in 6.06’49” per Enrico Nardelli, Nicola Covino, Andrea Targusi e Gianluca Capuano, tutti e quattro premiati nel dopo gara come formazione più goliardica al via), Gruppo Pedalando Mtb (17 giri in 6.22’20” per Antonio Grassi, Stefano Patrignani, Maurizio Leoni e Fabio Manzo) e Cicli Renzi (Marco Francescangeli, Daniele Brignola, Fierro Amabile e Matteo Capasso, 16 giri in 6.09’35”). Sugli sterrati delle Sassete non è stato da meno anche il team giallorosso dell’A.S. Roma Ciclismo che si è presentato con due squadre da quattro elementi, protagoniste di una gara ad alto contenuto tecnico e pura adrenalina, strappando rispettivamente un dignitoso secondo (15 giri in 6.05’33” per il team Riccardo Asci, Diego Cedroni, Elisa Rigon, Otello Testoni) e terzo posto di categoria (14 giri in 6.04’20” per Simonetta Cerulli, Gabriele Diaferia, Victorio Natavio e Massimo De Carolis).
Larga vittoria, nella gara per i solitari tra i 18 e i 29 anni, dello specialista Morgan Pilley (Moser Cycling Team): il biker australiano ha impiegato 6:05’57” per compiere 18 giri davanti a Cristian Mariani (Crm Racing, 15 giri in 6.09’53”), Andrea Cacciarelli (Pro Bike Riding Team, 15 giri in 6.21’10”), Mario Capoccia (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw, 14 giri in 6.10’22”), Alessio Blasi (Escursionisti Mtb Monterotondo, 14 giri in 6.20’06”), Lorenzo Lobina (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw, 10 giri in 6.00’54”), Roberto Taccini (Gruppo Mtb Pedalando, 10 giri in 5.40’08”), Valerio Martella (Cicli Montanini Alice Ceramica Frw, 9 giri in 3.55’42”) e Egeo Cantiani (Ciclo Club Fiano Romano, 2 giri in 45’21”). Nelle squadre da tre elementi ottime performance della mista Jeko-Renzi-Ciclo Club (19 giri in 6.11’03” per Americo Pezzola, Giacomo Brignola e Fabio Pacolini), Ciclo Club Fiano Romano (Giovanni Amici, Alessandro Pomili e Domenico Di Bonifacio, 18 giri in 6.06’48”), la mista Kento-Road Bike (Giampiero Ruggeri, Cristian Sacchetti e Alessandro Ferroni, 16 giri in 6.00’33”), Pedalando Asd (Modesto Cici, Cesare Verticchio e Ivano Brunelli, 15 giri in 6.00’39”) mentre si sono battuti con onore i Road Bike Cantalice-Rieti Riding Sport Club (Paolo Ferri, Angelo Patacchiola e Danilo Pagnotta) con 5 giri nelle gambe e il tempo di 2.18’31”.
Nei team da due elementi la firma è stata messa da Claudio e Andrea Ottaviani, entrambi portacolori della Cicli Montanini-Alice Ceramica Frw: un tandem ben collaudato quello composto da padre e figlio che sono riusciti ad avere la meglio sulla mista Piesse-Mtb Montefiascone (Giuseppe Napoli e Paolo Di Florio, 17 giri in 6.06’35”), GSC Fiano Romano (Giusi Angeloni e Vittorio Perilli, 12 giri in 5.56’57”) e l’VIII Legione Romana (Dario e Stefano Massimi, 10 giri in 5.57’55”). Da sottolineare la grande partecipazione dei baby-bikers nella manifestazione promozionale del Campionato Nord di Roma: splendido il colpo d’occhio regalato dai bambini che hanno pedalato in un’apposita gimkana nei pressi del circuito della 6 ore dove a farla da padrone è stato il divertimento con premi e gadget per tutti i partecipanti.
Pedalata Naturalistica in mountain bike (dentro la riserva Tevere-Farfa), Bimbimbici (in sinergia con la Federazione Amici della Bicicletta onlus), Family Day (randonnèe strada/mtb da Fiano Romano a Stroncone), Due Giorni e Granfondo Valle del Tevere: con la Sassete 6X6 Gladiator si è chiuso ufficialmente l’anno 2014 del Ciclo Club Fiano Romano che è già proiettato al 2015 con l’atteso debutto nel nuovo circuito laziale delle granfondo chiamato Emozione Bici (presentazione alle 18:30 di venerdì 10 ottobre allo Sporting Club Riva di Traiano a Civitavecchia).


















































Antidoping: La Procura dispone sette deferimenti
L'Ufficio Procura Antidoping comunica di aver disposto i seguenti provvedimenti:
deferimento dell'atleta Giuseppe Zamparini (tesserato FCI) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.1. delle Norme Sportive Antidoping per la positività all'Eritropoietina ricombinante – accertata anche in sede di controanalisi - riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "XI Marathon Montefogliano", svoltasi a Vetralla il 1° giugno 2014, con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Moreno Buso (tesserato ACSI) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.1. delle NSA per la positività all'Eritropoietina ricombinante, riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "Campionato Mondiale ACSI di Ciclismo", svoltasi a Borgoricco il data 12 luglio 2014 con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Sauro Bembo (tesserato ACSI) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.1. delle NSA per la positività al 19-Norandrosterone, riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "Campionato Mondiale ACSI di Ciclismo", svoltasi a Borgoricco il 12 luglio 2014 con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Cataldo Bello (tesserato CSEN) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.1. delle NSA per la positività per presenza di Mesterolone metabolita e Testosterone e suoi metaboliti di origine non endogena, riscontrata in occasione del controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "12^ Edizione Ercole dello Jonio", svoltasi a Corigliano Calabro il 26 luglio 2014, con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Stefano Gregori (tesserato FCI) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.3. delle NSA per non essersi sottoposto al controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "Trofeo El Recol" svoltasi a Cazzago San Martino il 29 giugno 2014, con richiesta di 2 anni di squalifica;
deferimento dell'atleta Fabio Scalora (tesserato CSAIN) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per violazione dell'art. 2.3. delle NSA per non essersi sottoposto al controllo antidoping disposto dalla Commissione Ministeriale ex lege 376/2000, al termine della gara "12° Gran Fondo Villasmundese", svoltasi a Villasmundo l'8 giugno 2014 con richiesta di 2 anni squalifica;
deferimento del Sig. Francesco Marasco (soggetto non tesserato) alla Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping del CONI per il riconoscimento della responsabilità in ordine alla violazione degli artt. 2.6. e 2.7. delle NSA sulla base degli atti trasmessi dalla Procura della Repubblica di Perugia, con richiesta di inibizione per 20 anni a tesserarsi e/o a rivestire in futuro cariche o incarichi in seno al C.O.N.I., alle F.S.N., alle D.S.A. o agli E.P.S. ovvero a frequentare in Italia gli impianti sportivi, gli spazi destinati agli atleti ed al personale addetto ovvero a prendere parte alle manifestazioni od eventi sportivi che si tengono sul territorio nazionale o sono organizzati dai predetti enti sportivi.
FONTE: http://www.coni.it/it/attivita-istituzionali/antidoping/8878-la-procura-dispone-sette-deferimenti.html














































Granfondo Città dei Sassi: più forte della pioggia e della nebbia nel segno di Angelo Renga e Patrizia Tropiano
Lo splendido scenario di Matera con i suoi “Sassi” ha fatto da sfondo all’omonima granfondo su strada organizzata dalla Emmeti Cycling. I numeri hanno testimoniato la grandezza di questa manifestazione che ha solo 5 anni di vita: più di 500 gli iscritti, 400 i partenti e ben 330 gli arrivati da ogni angolo della Basilicata, dalle vicine regioni di Puglia e Campania, con qualche presenza dalla Sicilia, da Roma, Siena, L’Aquila e persino dall’Inghilterra.
Pioggia e nebbia non hanno infatti scoraggiato i partecipanti che si sono presentati ai nastri di partenza con la voglia di godersi Matera e il contesto della granfondo in modo diverso.
Percorso unico di 105 chilometri, con 1500 metri di dislivello: raduno in piazza degli Olmi sul versante di via Olivetti e tratto iniziale turistico tra le strade di Matera per poi raggiungere Montescaglioso, dove è avvenuta la partenza agonistica toccando le località di Montescaglioso, Pomarico, Grottole e Miglionco per poi ritornare sul traguardo di Matera. La corsa è stata tutta nel segno di Angelo Renga (Mtb Caserta, primo di fascia tra gli élite sport) che ha preceduto il favorito ed ex campione del mondo 2013 Antonio Borrelli (Autotrasporti Convertini, primo tra i master 3) mentre sul gradino più basso del podio è salito il materano doc e applauditissimo Tommaso Elettrico (Team Calcagni, secondo fra gli élite sport). In gara, ma in qualità di ospite anche l’affermato biker élite Vito Buono (Bi & Esse). Una quarantina le rappresentanti del gentilsesso: la prima ad arrivare è stata l’esperta atleta di Monopoli (Bari) Patrizia Tropiano della Carbinia Bike, alla ventesima vittoria nell’anno solare, che ha preceduto alle sue spalle Caterina Arco (Team Lombardo Corse) e Caterina Bello (Autotrasporti Convertini). Oltre ai già citati Renga, Borrelli e Tropiano, ad ottimi livelli si sono messi in evidenza gli altri leader di categoria con il master junior Giuseppe Giannoccaro (Team Eurobike Corato), il master 1 Paolo Di Leonardo (Team Calcagni), il master 2 Gaetano Colletta (GS Piconese Melendugno), il master 4 Michele Iannucci (GS Amoruso), il master 5 Giovanni Caccavale (Boemio Bike Racing), il master 6 Giuseppe (Team Sereco Nocinbici), il master 7 Cosimo Orlando (Team Girotondo Bike) e il master 8 Fosco Montesanti (GC Capoleuca). Angelo Renga, casertano di 27 anni in forza alla Mtb Caserta, ha fermato il cronometro a 3 ore, 1 minuto e 51 secondi vincendo così la sua prima granfondo su strada in carriera: “ Ritrovarsi davanti ad un campione come Borrelli mi fa molto piacere. Ho trovato un percorso abbastanza nervoso e molto impegnativo, la pioggia ha reso poi ancora più difficile la gara. Sono scattato all’ultimo chilometro e hanno provato a prendermi ma sono riuscito a resistere e adesso posso festeggiare questo primo successo a Matera nella granfondo ”.
“ E’ il secondo anno consecutivo che arrivo secondo qui a Matera – ha dichiarato il tricolore 2014 in linea Antonio Borrelli, di Cava dei Tirreni (Salerno) - dove ho conquistato anche il terzo posto. Pensavo di vincere ma faccio i complimenti al mio conterraneo Angelo Renga perchè è andato davvero forte ”. Soddisfatto anche l’atleta di casa Elettrico, campione italiano su strada in carica: “ La gara con la pioggia è diventata ancora più difficile. Ho subito anche una foratura e sono riuscito a rientrare all’imbocco della salita principale. Pensavo di fare qualcosa in più ma questo terzo posto non è da buttare. Questo è stato il tredicesimo podio stagionale, la mia stagione l'ho fatta, le mie vittorie le ho ottenute e vincere nella mia città sarebbe stata solo una piccola ciliegina sulla torta ”. Percorso bellisimo e lineare, pacco gara sontuoso, pasta party abbondante, una mega torta celebrativa dell’evento senza dimenticare la sicurezza con chiusura del traffico veicolare, incroci presidiati dai vigili urbani, dalle forze dell’ordine, dai carabinieri, dalla protezione civile e in corsa dallo staff delle Motostaffette Potenza.
Tutta una serie di elementi che sono stati alla base del successo di questa sesta edizione della granfondo nelle parole dell’organizzatore Giuseppe Squicciarini: “ È una sorta di orchestra dove ogni componente ha fatto la propria parte. A tutti vorrei dire grazie per la fiducia che avete per questa manifestazione e per chi la organizza. Noi ce l'abbiamo messa proprio tutta perche riuscisse al meglio e penso che alla fine la pioggia sia stata sconfitta da tutti noi che abbiamo dato vita alla sesta Granfondo Città dei Sassi. Nonostante la pioggia e le strade bagnate, tutto è andato per il meglio. Anche quelle poche cadute che si sono verificate lungo il percorso, sicuramente non belle per chi le ha subite, si sono rilevate meno gravi rispetto a quello che a un primo momento si temevano. A Matera c'era solo chi negli anni ha imparato ad amare questa granfondo, amici che nonostante il tempo consigliava loro di restare a casa, hanno preferito partire con l'incognita della pioggia, perche sentivono che non potevano mancare a questo appuntamento che è prima di tutto una festa del ciclismo ”.
“ Un doveroso ringraziamento va a tutti coloro che hanno organizzato e contribuito a questo grande successo – è stato il commento di Carmine Acquasanta, presidente della Federciclismo Basilicata -. Si è lavorato tanto per avere questo ritorno in termini di qualità e quantità. Tutto questo va dato atto alla Emmeti Cycling di Giuseppe Squicciarini che ha fatto uno straordinario lavoro dietro le quinte ”.
Classifiche complete al link http://www.icron.it/services/classifica/icron.php?gara=2014040&div=GF&page=1&numRows=0&classif=

























































Cicloturismo Manifestazioni L’Eroica: tutti pazzi per il ciclismo vintage! L’Eroica: tutti pazzi per il ciclismo vintage! . - Mercoledì 08 Ottobre 2014
La provincia di Siena ha vissuto l’incontro magico con i magnifici ciclisti de L’Eroica, quest’anno ben 5608 al via da ben 50 Paesi di tutti i continenti. Una giornata magnifica tra le Strade Bianche della Provincia di Siena ed i prodotti tipici del territorio declinati con la forza della suggestione degli eroi del ciclismo epico.
È gente speciale quella che si avvicina al ciclismo d’epoca, gente che conosce il valore della fatica, innanzitutto, senza eccessi e folclore che guarda al futuro con la forza delle emozioni del passato. Gente speciale, che passa un anno intero a sognare il momento di prendere il via per un’avventura senza eguali.
Dei 5608 partecipanti ben 2158 hanno scelto di diventare eroici sui percorsi di km 135 e km 205. Tutti gli altri, quasi 3500, hanno affrontato il percorso di km 75 e km 38, il più agevole. Proprio su questo percorso oggi si è cimentato Paolo Rossi, campione del mondo di calcio 1982, al suo debutto a L’Eroica e al ciclismo d’altri tempi. Altri personaggi, sportivi e non, hanno partecipato con entusiasmo alla 18 edizione de L’Eroica, da Luciano Berruti, icona del ciclismo vintage in tutto il mondo, all’attore Massimo Poggio, ad Alessandra Cappellotto, campionessa del mondo 1997, a Marianne Vos, pluricampionessa su strada, pista e ciclocross, alla francese Pauline Ferrand Prevot, neo campionessa del mondo su strada, al super campione tedesco Erik Zabel, all’altro tedesco Mario Kummer, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Seul nella cronometro a squadre, all’australiano Brett Lancaster, campione olimpico e mondiale nell’inseguimento a squadre, tantissimi corridori degli anni ’50 e ’60, tra cui Idrio Bui e Angelo Miserocchi.
Tanto amore per il ciclismo d’epoca finisce per stuzzicare una certa curiosità. Si va da Steinar AAsen, sessantenne norvegese che ha messo sotto le ruote il percorso di km 75, a Julianna Zysk, studentessa polacca che di km ne ha pedalati ben 135.
Altre curiosità; le donne che hanno preso il via sono state più del 10 per cento del totale, un bel numero perchè in assoluto si tratta di oltre 550 cicliste. Altra dato importante è la divisione per fascia d’età: i più numerosi sono stati i quarantenni, circa il 30%, quindi quelli tra i 30 e i 40 anni e quelli tra i 50 e i 60 anni, circa il 22%. Altri dati interessanti; quelli oltre i 70 anni sono stati circa il 2,5 % cioè ben più di 100 al via.
E tra i più giovani ce ne sono stati quasi 30 che hanno meno di 18 anni. Ai due estremi ci sono due italiani; Pietro Gallizia che da poco ha compiuto 15 anni mentre il più anziano è Mario Leoni che all’anagrafe vanta ben 83 anni compiuto a marzo.
News da http://www.gazzetta.it/Ciclismo/05-10-2014/eorica-partecipanti-gaiole-paolo-rossi-alessandra-cappellotto-marianne-vos-pauline-ferrand-prevot-90657424821.shtml










































L'Asd Amici in Bici ringrazia tutti i partecipanti alla Mediofondo della Capitale
La prima edizione è stata resa preziosa dalla partecipazione di Valerio Conti, professionista del Team Lampre Merida
A meno di una settimana dalla prima Mediofondo della Capitale, evento che ha attirato 450 corridori a correre lungo le strade tra Lunghezza, Corcolle e Palestrina, Nello Di Gennaro, presidente del comitato organizzatore della gara, vuole ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alla Mediofondo, non solo in qualità di corridori ma anche tutti coloro che hanno reso possibile l'evento.
"Sono stati tanti i volontari che hanno reso possibile questo evento - spiega il presidente dell'Asd Amici in Bici - e senza di loro non sarebbe mai stato possibile realizzare la grande vesta che abbiamo vissuto domenica. Ma in modo particolare voglio ringraziare Valerio Conti, che è giustamente scappato via subito dopo la gara in quanto deve preparare le ultime gare di stagione. La sua presenza è stato un onore e ringraziamo anche tutta la sua famiglia per aver partecipato".
L'appuntamento con l'edizione 2015 della Mediofondo della Capitale è previsto per il 27 settembre.























1° FONDO DELLA CAPITALE - CSAIN - ROMA.
28 NOVEMBRE 2014 (DOMENICA) - LUNGHEZZA:

GRANDE SODDISFAZIONE PER QUESTO CAMPIONATO NAZIONALE CSAIN FONDO
LE MAGLIE DI CAMPIONE NAZIONALE SONO STATE CONSEGNATE DAL PRESIDENTE NELLO DI GENNARO E DAL RESPONSABILE CSAIN ROMA CLAUDIO TROVARELLI AI NEO VINCITORI:

-CAD. : CRISTIAN BISONNI - CONTI D'ANGELI
-JUN : FABRIZIO TROVARELLI - WORLD TRUCK
-SEN : ANDREA DONATI - CONTI D'ANGELI
-VET. : DANILO SIMONETTI - FIAMME D'ORO
-GEN. : TERENZIO CARPENTIERI - ROCCASECCA BIKE
-SGA : ANTONIO BRANCHI - CICLI COPPOLA
-SGB : ANTONINO DI STEFANO - SPORT&BIKE
-DONNE : MARCELLA LOMBINO - WORLD TRUCK




































Mediofondo della Capitale, buona la prima
Matteo Cecconi (Effetto Ciclismo Fiano Romano) ed Elena Cairo (Tranchese Cycling) si aggiudicano la prima edizione della corsa
La prima edizione della Mediofondo della Capitale va in archivio con un importante successo di partecipanti: 450 corridori hanno infatti animato la gara organizzata dall’Asd Amici in Bici del presidente Nello Di Gennaro, evento curato nei minimi dettagli e studiato per essere non solo una gara amatoriale ma anche e soprattutto una grande festa per tutta la famiglia. Alla partenza, anticipata da una randonèe, è stato presente anche Valerio Conti, che ha preso parte alla I Mediofondo della Capitale in qualità di ospite.
La gara ha preso il via con una fuga che ha caratterizzato tutta la prima parte del percorso: a prendere il largo sul resto del plotone sono stati Marco Chialastri (World Truck) e Marco De Fabiis (Team Terenzi Lazzaretti). I due affrontano in testa la salita di Capranica, principale asperità di giornata, ma dietro i migliori del gruppo riescono ad organizzare l’inseguimento. Dopo la discesa restano in testa Andrea Donati e Christian Bisonni (Edifer Conti D’Angeli), Danilo Simonetti (Fiamme D’Oro), Matteo Cecconi (Effetto Ciclismo Fiano Romano), Luisiano Cannizzaro (Team Terenzi Lazzaretti), Antonio Turriziani (MB Lazio) e Giovanni Riccioni (Valle Siciliana). Il gruppo di attaccanti si presenta compatto fino all’ultimo chilometro: Cecconi si impone allo sprint davanti a Cannizzaro e a Bisonni. Tra le donne, il successo è andato a Elena Cairo (Tranchese Cycling) davanti a Manuela Lezzerini (Velo Roma) e a Maria Giacinta Cannas (Ciclistica Gavignanese).
La gara è stata valevole anche come campionato nazionale Fondo dello CSAIN. Ad aggiudicarsi le maglie di campioni sono stati: Christian Bisonni (Conti D’Angeli Edifer) tra i Cadetti, Fabrizio Trovarelli (World Truck) tra gli Junior, Andrea Donati (Conti D’Angeli Edifer) tra i Senior, Danilo Simonetti (Fiamme D’Oro) tra i Veterani, Terenzio Carpentieri (Roccasecca Bike) tra i Gentleman, Antonio Branchi (Cicli Coppola) tra i SGA, Antonino Di Stefano (Sport&Bike Villanova) tra gli SGB, Marcella Lombino (World Truck) tra le Donne.
Nello Di Gennaro, presidente del comitato organizzatore, non nasconde soddisfazione per come è andata la gara ma anche possibili margini di miglioramento: “Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato oltre agli sponsor che hanno reso possibile questa festa. A caldo mi sento di dire che molte cose sono funzionate e altre un po’ meno, quindi il prossimo anno cercheremo di migliorare. In generale, però, possiamo essere soddisfatti di come sia riuscito l’evento: la logistica è stata perfetta e anche il post gara si è svolto in maniera ottima. L’appuntamento per gli appassionati è con la seconda edizione della Mediofondo della Capitale, che si svolgerà domenica 27 settembre 2015”.
Sul sito www.tds-live.com sono disponibili tutte le classifiche assolute e di categoria, mentre sul sito www.obbiettivofoto.it sono disponibili tutte le foto della manifestazione.
Cordiali saluti,Carlo Gugliotta+39 333 3132875




























































Coppa Lazio 2014 - 21/09/2014 Pomezia
6 MEMORIAL FABIO MUSSOLINO - 6 MEMORIAL GIUSEPPINA BELLOTTI - 8 MEMORIAL PIETRO ANGELUCCI. .
Grande spettacolo di ciclismo oggi a Pomezia.
( Pomezia si trova nell'Agro Romano e si estende a sud di Roma, con ai lati la veduta dei Castelli romani e del mar Tirreno, confinando per un largo tratto con la tenuta presidenziale di Castel Porziano. Sono rimaste poche vestigia del vecchio territorio di Pomezia, originariamente composto da vaste zone boschive (sugheri, olmi e querce), dune con vegetazione mediterranea (ginestre, pungi-topo, rovi di more e fitta vegetazione di erbe) e zone paludose (due stagni litorali nei pressi di Torvajanica) tra quanto rimasto si segnalano la zona costiera delle dune tra Torvaianica e Villaggio Tognazzi e il bosco della sughereta vicino a Pomezia, proposto con qualche polemica come area protetta. Le cause di questo cambiamento sono riconducibili essenzialmente all'opera di bonifica d'epoca fascista (per ciò che attiene alle zone paludose ed agricole), e una forte industrializzazione del territorio prolungatasi fino agli anni novanta grazie ai fondi per la Cassa del Mezzogiorno, nonché alla speculazione edilizia che ha devastato uno dei più bei litorali della provincia romana. )
Come sempre una organizzazione degna dei piu' importanti appuntamenti cicloamatoriali laziali.
Oltre 120 atleti in rappresentanza delle migliori formazioni ciclistiche regionali , si sono sfidati sulle strade del litorale romano, alle ore 09.00 esatte il direttore di gara Armando Santaroni ha dato il via alla gara dei piu' giovani .
Molti i tentativi di fuga , soprattutto sul duro strappo di via Silvio Spaventa, ma tutti senza esito.
L'arrivo in volata ha messo in evidenza lo strapotere della squadra di casa : vittoria per il neo campione nazionale 2 serie Andrea Donati (Conti D'Angeli) e subito a ruota il compagno di casacca Cristian Bisonni sul terzo gradino l'atleta delle Fiamme D'Oro Danilo Simonetti.
Belle prova di : Luca Romualdi, Stefano Marazza, Luca Sanna, Alex Badei, Marco Barcellan, Gianni Adamo,Mauro Flumeri, Antonino Cipriani e Sauro Coluzzi (in questo scorcio di stagione ottima condizione per gli atleti del club di Subiaco della asd Motel al Cavaliere) , Giuseppe Baccaro, Roberto Paglia , Piero Rosati.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per tutti i cicloamatori per domenica 28 Settembre a Lunghezza per la " 1° Medio Fondo della Capitale ".
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )




























































Coppa Lazio 2014 - 21/09/2014 Pomezia
6 MEMORIAL FABIO MUSSOLINO - 6 MEMORIAL GIUSEPPINA BELLOTTI - 8 MEMORIAL PIETRO ANGELUCCI. .
Grande spettacolo di ciclismo oggi a Pomezia.
I senior viaggiano a velocita' supersonica !
dopo solo 30 chilometri agganciano i piu' giovani e questa andatura mette in difficolta' molti atleti.
L'atleta nativo di Deruta ma residente a Manziana Vito Bellini (cicli Fatato)si aggiudica la cat. gentlemen alle sue spalle un ordine di arrivo ricco di fior di velocisti, secondo il compagno di squadra Marco Bondani e terzo Oronzo Calabretti della asd abruzzese De Zan-Vito Taccone.
Dopo un lungo periodo di stop subito un secondo posto nella cat. A8 per Alfredo De Angelis (asd Deka) , bene Serafini S., Lauri, Cannone, Genovesi, Usyk, Serafini A. Gabellini, Savoia, Bartolini, Bertozzi, Berardi, Quaglia, Ingiosi.
Il team dopolavoro Atac del presidentissimo Valter D'Aiuto, ottiene un primo posto di rilievo nella cat. super/g con il cerveterano Olivieri Giuseppe, a seguire i compagni di casacca Corrado Cretto e Sergio Placidi(Portalandia). Branchi, Roma, Iulianella, Raidich.
Successo per l'atleta di casa Elisabetta Pomponi .
Come sempre ricchissime le premiazioni effettuate dal patron Nazzareno Conti e dal Sindaco di Pomezia Fabio Fucci.
Prezioso il lavoro dei vigili urbani del capitano Antonio Trovato, dei carabinieri di Pomezia, dalla Protezione Civile di Ardea,delle scorte tecniche team Santaroni.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per tutti i cicloamatori per domenica 28 Settembre a Lunghezza per la 1° Medio Fondo della Capitale.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )























































Coppa Lazio 2014 - 14/09/2014
9 MEMORIAL DE FELICE ANTONIO - Campionato Regionale Lazio CSAIN.
La gara di Ciampino decolla con successo anche nel 2014.
Definire semplice gara e' veramente riduttivo per una manifestazione che coinvolge il cuore di Ciampino!
Un tracciato completamente nuovo che ha portato i concorrenti sulla strada consolare Appia e poi costeggiando le mura dell'areporto romano sino al centro della cittadina.( Ciampino è un comune italiano di 38.529 abitanti della provincia di Roma, nel Lazio. Ciampino, fino al 1974 frazione del vicino comune di Marino, è situata nell'area metropolitana di Roma, strategicamente situata fra la Capitale ed i Castelli Romani. Nel 2004 le è stato conferito il titolo di Città dal Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi.Il territorio di Ciampino è adiacente all'antica Via Appia, ed era, in età romana, sede di fattorie e ville rustiche la più famosa delle quali è quella di Quinto Voconio Pollione risalente al II secolo d.C. Ciampino deve il suo nome a Giovanni Giustino Ciampini, un prelato dalla curia pontificia, scienziato e archeologo nato a Roma nel 1633 e morto nel 1698.)

Alle ore 09.00 esatte da via Mura dei Francesi, davanti ai locali del bar Bova ( covo rinomato di ciclisti),il patron Maurizio De Felice dava il via alla carovana multicolore.
La giornata prettamente balneare e la salita di Quarto Sant'Antonio, creavano problemi anche agli atleti piu' preparati, moltissimi i ritiri.
diversi i tentativi di fuga ma le squadre dei velocisti non hanno voluto perdere l'occasione di portare i loro uomini in volata.
E la volata partiva lunghissima ai 300 metri , Successo e maglia per il romano Fabrizio Trovarelli (World Truck) , sul podio Cristian Bisonni (Conti D'Angeli) e Iori Alessandro (Portalandia).
Ottima prova di Donati Andrea, Pigliucci Marco, Baccaro Giuseppe, Pitocco Gianluca, Sciaretta Manuel, Romualdi Luca, Ricci Giulio.

GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )













































Coppa Lazio 2014 - 14/09/2014
9 MEMORIAL DE FELICE ANTONIO - Campionato Regionale Lazio CSAIN.
La gara di Ciampino decolla con successo anche nel 2014.
Definire semplice gara e' veramente riduttivo per una manifestazione che coinvolge il cuore di Ciampino!
Per i piu' maturi si aggiudicava la maglia dei veterani l'atleta di Anagni Danilo Simonetti (Fiamme D'Oro ) a seguire Oronzo Calabretti, Fabio Bertozzi, Roberto Giordano, Marco Barcellan.
Maglia dei Gentleman al pupillo di Giuseppe Fatato Vito Bellini, a ruota lo scalatore di Bellegra Terenzio Carpentieri ( Roccasecca Bike) , Massimo Di Tommaso, Natale Lauri, Marco Quaglia.
Primo dei super/g/a Giuseppe Negro (Pedale Pontino) sul podio Il reatino Luciano Placidi ( Amici per la Bici ) e Gianni Cesali (Portalandia) a seguire Cretto , Chirieletti , Branchi. Maglia per i super/g/b a Vladimiro Pietroni (Portalandia) , Campionessa Laziale Marcella Lombino (World Truck).
Un abbondante ristoro offerto dalle famiglie De Felice, Mazzone, Tedeschi ha gratificato atleti e parenti nei locali del Cipollaro.
Grande lavoro della polizia locale di Ciampino Del comandante Roberto Antonelli e degli ufficiali Gioiosi, Iorio e Bruschi ,, della protezione civile C.R.I , delle guardie ambientali di Nettuno, dei soci del circolo Cipollaro tutti , dei volontari g.s. Santa Maria delle Mole e Roma.bike e sicuramente delle scorte tecniche Vessella Team di Andrea Vessella.
Intervenuto alle premiazioni il sindaco Giovanni Terzulli e il patron Maurizio De Felice ha effettuato la consegna delle prestigiose maglie di Campione Regionale Lazio CSAIN :
Bisonni Cristian (Conti D'Angeli), Trovarelli Fabrizio (World Truck), Iori Alessandro (Portalandia), Simonetti Danilo ( Fiamme D'Oro), Bellini Vito (cicli Fatato), Lombino Marcella (World Truck) , Negro Giuseppe (Pedale Pontino), Pietroni Vladimiro (Portalandia).
Traguardo volante : 1) Carpentieri - 2) Bellini - 3) Baccaro.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 552 -- 2) PORTALANDIA = 314 -- 3) CICLI PACO = 262 -- 4) CICLI FATATO = 260 -- 5) WORLD TRUCK = 228 --6) DOPOLAVORO ATAC = 218.....................

Prossimo appuntamento per gli iscritti alla Coppa Lazio per domenica 21 Settembre a Pomezia per il 6 MEMORIAL FABIO MUSSOLINO - 6 MEMORIAL GIUSEPPINA BELLOTTI - 8 MEMORIAL PIETRO ANGELUCCI.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )



















































RISULTATO DI TUTTO RILIEVO PER LA PORTACOLORI DEL TEAM WORLD TRUCK DI ROMA.

DOPO AVER OTTENUTO RISULTATI DI PRESTIGIO NELLE MAGGIORI GRAN FONDO DEL CENTRO ITALIA, SI SCOPRE CRONOMEN !
NELLA CRONO DI TORVERGATA, Memorial Antonio Cristini, DISPUTATA SABATO 06 SETTEMBRE 2014 NEI VIALONI DELL'UNIVERSITA' DI TORVERGATA, DAVANTI ALLE MIGLIORI SPECIALISTE DEL TIC E TAC , OTTIENE IL MIGLIOR TEMPO ASSOLUTO.

1° MARCELLA LOMBINO 14:09 (WORLD TRUCK ROMA)

2° ILARIA MASSI 14:17 ( ASD MOSER CT - ACQUA&SAPONE )

3° SERENELLA BORTOLOTTO 14:18 (CRM RACING)

4° DANIELA PELELLA 14:47 ( ASD MOSER CT - ACQUA&SAPONE )

5° MARIA TERESA SELLI 16:38 (WHITE BULL)












































GP della Comunità Montana dei castelli Romani e Monti prenestini.

Breve cronaca della cronoscalata ciclistica: Colle di Fuori – Rocca Priora – cuore del Parco regionale dei Castelli Romani e della Comunità Montana: Castelli e Monti Prenestini.

Oggi 7 settembre 2014 si è svolta la 16^ edizione della cronoscalata Colle di Fuori – Rocca Priora, gara di ciclismo amatoriale a cronometro, valevole anche come prova (penultima) di campionato della Comunità Montana “Castelli Romani e Monti Prenestini”.
L’evento sportivo è stato organizzato perfettamente dalla società sportiva locale “Asd Amici del Pedale” , dai giudici e cronometristi dello CSAIn di Roma, con il patrocinio del Comune e della Comunità Montana che ha sede proprio a Rocca Priora.
Dalle ore 7,30 alle 8,45 gli atleti si sono ritrovati, per le iscrizioni, presso la piazza adiacente allo storico Castello di Rocca Priora dove ha sede il Comune. La meravigliosa giornata ha favorito la partecipazione di circa 100 “specialisti scalatori” che hanno preso parte alla competizione. Alle 9,15 è partito il primo concorrente da Colle di Fuori (frazione di Rocca Priora e dove è in corso la sagra del fungo porcino fino al 14 settembre), poi a seguire, a distanza di un minuto, sono partiti tutti i corridori che hanno affrontato la dura salita di 7 km (una strada immersa nel bel verde del Parco Regionale dei Castelli Romani che congiunge Colle di Fuori a Rocca Priora) fino ad arrivare allo storico Castello dove era posto l’arrivo.
Al termine, dopo un gradito ristoro messo a disposizione dei concorrenti ed accompagnatori, alla presenza del Sindaco e vice Damiano Pucci e Federica La Valle, del presidente della Comunità Montana Giuseppe De Righi, del responsabile dello CSAIn Claudio Trovarelli e dei rappresentanti della società sportiva organizzatrice “Amici del Pedale”, Umberto Luciani (presidente), Antonio Pucci, Gianni Corvese, Marino Rossi e tutti gli altri atleti presenti, si è svolta una ricca e premiazione.

Le immagini si riferiscono a: Aldo Perri in azione, atleta della sezione ciclistica dell'Università di Tor Vergata, 1° classificato per la categoria “A9 super gentleman”; Antonio Pucci atleta della società organizzatrice Amici del pedale di Rocca Priora, Claudio Trovarelli responsabile CSAIn Roma e il Sindaco di Rocca Priora Damiano Pucci.















































Giornata da incorniciare per l'asd Sport & Bike di Villanova.
Il team di via Gesmundo 37 (Guidonia) del presidentissimo Emilio Marchionni e del suo inossidabile braccio destro Antonino Di Stefano , realizza uno dei suoi migliori risultati stagionali, evidenziandosi con tutti i componenti del team.
La cronoscalata di Rocca Priora con i suoi 7 km. di dura salita ha messo in evidenza le qualità del gruppo di Villanova.

1° assoluto cat. gentlemen con un tempo ragguardevole di 19.00 l'ucraino Serghey Usyk si aggiudicava la maglia Coppa Lazio .

1° cat. A6 con 20.18 Emanuele Ciaraglia.

1° cat. A7 con 20.10 Fabio Borioni.

4° cat. A6 con 21.50 Massimo Dolciotti.

Sicuramente di buon auspicio per il prosieguo della stagione .

























Coppa Lazio 2014 - Rocca Priora 07/09/2014
CRONOSCALATA COLLE DI FUORI-ROCCA PRIORA.
L'appuntamento non ha tradito le attese anche dei palati piu' fini.
La cronoscalata Colle di Fuori-Rocca Priora, si e' conquistata di diritto , per quanto riguarda le crono nel Lazio , essere l'appuntamento clou.
La partenza dalla frazione di Colle di Fuori e dopo 7 duri km. arrivo in cima a p.le Zanardelli sede del municipio di Rocca Priora.
(Rocca Priora è un comune di 11.987 abitanti della provincia di Roma, e si trova nell'area dei "Colli Albani" nel territorio dei "Castelli Romani" a 768 m s.l.m. Buona parte del territorio ricade all'interno dei confini del Parco Regionale dei Castelli Romani. A Rocca Priora vi è la sede della Comunità montana Castelli Romani e Prenestini.)
Due gare per due premiazioni distinte, prima gli iscritti alla Coppa Lazio a seguire la gara riservata a fci ed enti.
La prima partenza alle ore 09.15 esatte , con il percorso presidiato dalle moto staffette Vessella Team e dai giudici CSAIN Lazio.
Il miglior tempo di 18.11 era ad appannaggio del portacolori della Conti D'Angeli di Pomezia Andrea Donati maglia Coppa Lazio cat. adulti , a seguire con 18.19 il giovane Luca Clementini sua la cat. A3(cicli Fatato).
Con l'ottimo tempo di 19.00 il pupillo del presidentissimo Emilio Marchionni , l'ucraino Serghey Usyk (Sport & Bike ) si aggiudicava la maglia Coppa Lazio cat. gentlemen.
Ottima prova di : Manuel Sciaretta, Giulio Aiello, Giulio Ricci, Tonino Ianieri, Sauro Coluzzi, Massimiliano Labbate, Emanuele Ciaraglia sua la cat. A6, Mauro Flumeri, Marco Barcellan, Fabio Borioni sua la cat. 7, Oronzo Calabretti,Angelo Moschitti, Massimo Di Tommaso, Marco Di Salvo, Stefano Serafini.
Vittoria e Maglia nella cat. super/g per Aldo Perri (università Tor Vergata) con 21.05 sul podio Maurizio Ben Isa Ben Ali(cicli Coppola ) e il compagno di squadra Antonio Branchi fresco vincitore del titolo nazionale a Colonna (rm), bene Gentili e Camilli.
Per le donne dopo solo 24 ore, ripeteva l' exploit del giorno precedente della crono di Torvergata, Marcella Lombino (World Truck) a seguire l'indomita Elisabetta Pomponi.
Maglie Coppa Lazio : Andrea Donati (Conti D'Angeli Pomezia ) - Serghey Usyk ( Sport & Bike Villanova ) - Aldo Perri (Università Tor Vergata Roma).
Pucci Antonio si aggiudicava la speciale classifica di societa' risultando primo degli Amici del Pedale.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 532 -- 2) PORTALANDIA = 300 -- 3) CICLI FATATO = 252 -- 4) CICLI PACO = 248 --5) DOPOLAVORO ATAC = 216 -- 6) WORLD TRUCK = 216.....................

Prossimo appuntamento per tutti i tesserati CSAIN Lazio per domenica 14 Settembre a Ciampino per il 9 memorial Antonio De Felice, valido come campionato regionale strada CSAIN Lazio.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )
































































Coppa Lazio 2014 - Rocca Priora 07/09/2014
CRONOSCALATA COLLE DI FUORI-ROCCA PRIORA.
L'appuntamento non ha tradito le attese anche dei palati piu' fini.
La cronoscalata Colle di Fuori-Rocca Priora, si e' conquistata di diritto , per quanto riguarda le crono nel Lazio , essere l'appuntamento clou.
La seconda gara vedeva prevalere con il tempo stratosferico di 17.50. lo scalatore della asd Crm Racing di Via Torricelli a Monterotondo (Rm) Marco D'Agostini
a seguire con 19.32 Luca Lazzarini (cicli Castellaccio) e con 20.09 Giorgio Fioretti (Roma ciclismo) sua la cat. giovani.
Bella prestazione di : Giacinto Massucci, Andrea Borgia, Domenico Cartolano, Emanuele Cupelli, Andrea Giannini, Antonello D'Agapito, Marcello Innocenzi, Fabio Fioravanti, Paolo Agro, Riccardo Asci.
La cat. super/g e' dell'atleta di Velletri Osvaldo Procaccini , sul podio Diego Cedroni (Roma ciclismo) e Raffaele Borreale (Roma ciclismo) a seguire Mancuso, Salandri, Carloppi e Maura.
Si attesta con 22.39 , sul gradino piu' alto cat. donne Manuela De Iulis (Largo Sole) , poi Arianna Papi (Tor Sapienza ) e Serenella Bortolotto (Cmr Racing)
Ottimo lavoro dei vigili di Rocca Priora coadiuvati dalla protezione civile Carabinieri e scorte tecniche Vessella.
Le ricche premiazioni sono state effettuate dal sindaco di Rocca Priora dott. Pucci Damiano, dal presidente della Comunita Montana dott. Giuseppe De Righi, dal presidente della asd Amici del Pedale Umberto Luciani da Pucci Antonio e da tutto lo staff di Rocca Priora che hanno dato appuntamento alla edizione del 2015.
Il prestigioso trofeo Comunita Montana dei Castelli Romani e Prenestini e' stato assegnato a Marco D'Agostini per il miglior tempo ottenuto
Tutte le classifiche sul sito www.gareinrete.it










































FIORI D’ARANCIO:
Domenica 07 Settembre 2014 Sant'Angelo Romano le nozze tra Alessandra Cretacci e Marco Chialastri.

Sant'Angelo Romano (RM) - Domenica 07 Settembre 2014 ore 12.00 , presso Villa Fiore la dolcissima Alessandra Cretacci si e' unita nel sacro rito del matrimonio con il simpatico Marco Chialastri. Al termine della suggestiva funzione religiosa i neo sposini hanno salutato parenti e amici presso il noto Ristorante Villa Fiore.
Alla simpatica coppia Alessandra e Marco felicitazioni vivissime e fervidi auguri da parte di tutta la famiglia del ciclismo laziale e in particolare dagli amici della Coppa Lazio Csain.



































TROFEO SAN GIOVANNI
SI E' SVOLTO DOMENICA 31 AGOSTO PRESSO LA RIDENTE CITTADINA DI CAMPAGNANO DI ROMA,
(il territorio di Campagnano fu teatro di scontri tra Etruschi e Romani. Con l'inizio del III secolo a.C. iniziò il ripopolamento dell'area, che, dopo la presa di Falerii nel 241 a.C., entrò a far parte del dominio romano. Sulla sommità del monte Razzano viene eretto un tempietto dedicato a Bacco, da cui ha origine il toponimo di ad Baccanas dato alla Valle di Baccano.- Mansio ad Vacanas : in località Baccano è possibile vedere ancora oggi la Mansio ad Vacanas, di epoca romana e i maestosi resti dei Granai Chigi.)
IL TROFEO SAN GIOVANNI, IL RITROVO ALLE ORE 7.30 E LA PARTENZA ALLE ORE 9.00.
IL CIRCUITO DI 14 KM E' STATO RIPETUTO 5 VOLTE PER TOTALI KM. 70.
DOPO UNA LUNGA FUGA A TRE OTTIENE UNA MERITATA VITTORIA NELLA CATEGORIA VETERANI FABIO GIUSTI DELLA ASD TIME BIKE CENTROITALIA
SI AGGIUDICA LA CATEGORIA DEI GIOVANI MARCO CHIALASTRI DELLA ASD WORLD TRUCK DI ROMA.
OTTIMA PRESTAZIONE DI : DANILO SENSI, STEFANO COLAGE, FABIO CONTI, FABRIZIO TROVARELLI, STEFANO FERUZZI, MASSIMILIANO CATARCI, ALESSANDRO POLILI, SIMONE MONTANINI, MIRKO MARCUCCI, FRANCESCO LAUDI, ENRICO MOSTARDA, FABRIZIO MORGANTI, MARCO OTTAVIANI, MANUEL SCIARETTA, PIETRO GIGANTE, MARCO DE FABIIS, SERGHEJ USIK, UCA CLEMENTINI.
IN 31 POSIZIONE E' PRIMO DEI SUPER GENTLEMEN PALOMBI SILVESTRO DEL TEAM 2L BIKE.


































Coppa Lazio 2014 - Rocca di Cave 27/07/2014
Trofeo Citta di Rocca di Cave.
Gran Premio Assetti e Bonifiche di Luigi Agostini
Domenica 27 luglio 2014 si è svolta con grande successo la seconda edizione del “Trofeo ciclistico Città di Rocca di Cave”, gara di ciclismo amatoriale riservata agli atleti iscritti alla “Coppa Lazio”, valevole come prova di campionato della "Comunità Montana - Castelli Romani e Monti Prenestini" (5 le prove totali in programma).
L’evento sportivo, patrocinato dal Comune di Rocca Di Cave, antica comunità di 380 abitanti dei monti prenestini (933 mt slm) risalente all’anno mille, è stato organizzato dallo CSAIn di Roma in collaborazione con la sezione ciclistica dell’Università di Roma Tor Vergata e del gruppo sportivo Ciclistica Cavese”.
Grande soddisfazione da parte dell’Amministrazione comunale e degli organizzatori per il successo della manifestazione che ha registrato più di cento corridori alla partenza i quali si sono ritrovati sin dalle prime ore del mattino in piazza San Nicola per le iscrizioni alla gara.
Come da programma, alle ore 8,45 la manifestazione sportiva ha avuto inizio con il trasferimento turistico fino a Cave dove a distanza di 5 minuti hanno preso il via 2 gare agonistiche suddivide per categorie: 18-44 anni e 45 anni in poi. La competizione agonistica ha interessato il territorio del Comune di Cave, un circuito di 15 km ripetuto 3 volte prima della selettiva ascesa finale di 6 km che da Cave porta a Rocca di Cave dove era posto l’arrivo.
Le vittorie assolute delle 2 gare sono state assegnate agli atleti Cristian Bisonni e Serghey Usiks mentre Alvaro Amici si è aggiudicato la vittoria della categoria “Super Gentleman”. Il Sindaco di Rocca di Cave Antonio Scipioni e il Vice Sindaco nonché Assessore allo Sport, Avvocato Gabriella Federici hanno presenziato alle premiazioni ringraziando calorosamente tutti i partecipanti riconoscendo a tutti il merito per la difficile prova sostenuta con la dura ascesa finale. Le autorità comunali hanno ringraziato inoltre gli organizzatori: Claudio Trovarelli (responsabile CSAIn-Roma), Aldo Perri (presidente ASD sezione ciclismo Università Tor Vergata) e Sandro Vendetti (presidente ASD ciclistica cavese) e le associazioni che hanno garantito la sicurezza durante lo svolgimento della manifestazione sportiva: le moto scorte tecniche “Vessella” e il Gruppo della protezione civile “Le Torri” presente con il presidente Missori.
E soprattutto lo sponsor Luigi Agostini titolare della societa Assetti e Bonifiche

Questi gli ordini di arrivo dei primi 3 atleti di categoria:
cat. A3: 1) Cristian Bisonni (GS Conti D’Angeli) 2) Manuel Sciarretta (Cicli Coppola) 3) Fabrizio Trovarelli (World Truck); cat. A5: 1) Andrea Donati (GS Conti D’Angeli) 2) Marco Chialastri (World Truck) 3) Giuseppe Baccaro (Ciampino Bike); cat. A6: 1) Danilo Simonetti (Fiamme Oro) 2) Emanuele Ciaraglia (Sport&Bike) 3) Massimo Dolciotti (Sport&Bike); cat. A7: 1) Alessandro Savoia – 2) Fabrizio Morganti (amici per la bici) 3) Oronzo Calabretti (GS De Zan – Vito Taccone); cat. A8: 1) Serghey Usiks (Sport&Bike); Massimo Di Tommaso (Cicli Fatato) 3) Vincenzo Palumbo (Disoflex); cat. A9: 1) Alvaro Amici (GS Moltel al Cavaliere) 2) Aldo Perri (sezione ciclismo Università Tor Vergata) 3) Umberto Iulianella (World Truck).
Per vedere alcune immagini della manifestazione collegarsi al seguente link:
https://picasaweb.google.com/100559365034210175414/2TrofeoCiclisticoCittaDiRoccaDiCave2772014#
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 520 -- 2) PORTALANDIA = 296 -- 3) CICLI PACO = 248 -- 4) CICLI FATATO = 246 -- 5) DOPOLAVORO ATAC = 214 -- 6) WORLD TRUCK = 212.....................

Prossimo appuntamento per gli iscritti alla Coppa Lazio per la prima domenica di Settembre a Rocca Priora per la CRONOSCALATA COLLE DI FUORI-ROCCA PRIORA.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )







































































Coppa Lazio 2014 - Albano 24/07/2014
Trofeo cicli Sorgente.
La prima edizione gia' denota la grande organizzazione e la professionalita' di tutto lo staff della cicli Sorgente di Albano
(Albano è uno dei comuni più importanti dei Castelli Romani, e il centro più animato commercialmente.Sede vescovile suburbicaria fin dal V secolo, storico principato della famiglia Savelli e dal 1699 al 1798 possesso inalienabile della Santa Sede, ospita anche la sezione distaccata del tribunale circondariale di Velletri. Il territorio di Albano è in parte incluso nel Parco regionale dei Castelli Romani. Popolose sono le frazioni di Cecchina e Pavona.)
Circuito di gara il classico giro di Vallericcia , da percorrere per 10 volte totali 62 chilometri.
Dopo il primo giro di controllo si accendono le micce e vari corridori sono costretti a fermarsi ai box, al chilometro 52 il forte atleta di Cave Marco Chialastri (World Truck) allunga e si presenta a braccia alzate sul traguardo.
a seguire Andrea Donati (conti d'angeli) e Mauro Genovesi (Portalandia) che si aggiudica la categoria Senior.
Ottima prova di : Baccaro, Marazza, Romualdi, De Carolis, Usyk, Bertozzi, Lauri, Quaglia , Genovesi Luigi, Giordano, Biondi, Serafini, Gabellini.
La categoria super gentlemen e' del presidente aviatore Gianni Cesali (Portalandia) a seguire : Branchi, Raidich, Iulianella.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 468 -- 2) PORTALANDIA = 266 -- 3) CICLI FATATO = 230 -- 4) CICLI PACO = 230 -- 5) DOPOLAVORO ATAC = 200 -- 6) WORLD TRUCK = 194.....................

Prossimo appuntamento per gli iscritti alla Coppa Lazio per la prima domenica di Settembre a Rocca Priora per la CRONOSCALATA COLLE DI FUORI-ROCCA PRIORA.
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )












































Albano 24/07/2014
Trofeo cicli Sorgente.
La prima edizione gia' denota la grande organizzazione e la professionalita' di tutto lo staff della cicli Sorgente di Albano

L'altra gara per f.c.i. ed enti tutti ha un andamento completamente diverso, subito al primo giro allungano nove atleti e con cambi precisi prendono piu' di un minuto di vantaggio e non saranno piu' riagguantati dal gruppone , la forte andatura fa' perdere molti vagoni a questo treno, e di questi solo in tre si presentano al traguardo , con un bel gesto, lo tagliano mano nella mano Federico Colone ( asaci)e Luisiano Cannizzaro (team Terenzi) aggiudicandosi le rispettive categorie con subito a ruota l'ex professionista di Lariano Claudio Astolfi(g.s. Melania).
Buona la prova dei giovani di : Zaottini, Caliciotti, Paoloni, Forte, Caramaica e per i senior di Carpentieri, Piersanti, Maggioli, Paoli, Aloisi, De Amicis, Seghetti, Soldi.
Effettuate le ricche premiazioni presso gli accoglienti locali della cicli Sorgente dal titolare Luigi Sorgente e dal generale di brigata Mario Biancucci del corpo sanitario internazionale Croce Rossa Garibaldina, che ha voluto insignire con l'attestato al merito dell'Aquila D'Oro Crociata al Merito( Com.Gen.gr. ufficiale dr. Alessandro Della Posta) sia i vincitori di tappa che il responsabile Csain Roma Claudio Trovarelli.
Un ringrazziamento particolare a tutte le forze dell'ordine che con il loro lavoro esemplare , nonostante il notevole traffico hanno permesso che la gara si svolgesse nel migliore dei modi.

































Valerio Conti sarà il testimonial della prima Mediofondo della Capitale
Il giovane romano, professionista con la Lampre-Merida, cercherà di essere presente all’appuntamento del 28 settembre
La prima edizione della Mediofondo della Capitale avrà un testimonial d’eccezione: Valerio Conti, giovane professionista del team Lampre Merida, sarà infatti l’uomo immagine dell’evento che si disputerà il 28 settembre a Lunghezza, alle porte di Roma.
Dopo un avvio di carriera nel settore giovanile della formazione capitolina del Cycling Team Coratti, Conti è passato Under 23 con la Mastromarco per poi diventare professionista con la Lampre, storica formazione World Tour. Il corridore romano, nonostante i tanti impegni, ha promesso che se ne avrà la possibilità sarà presente all’evento: “Ho accettato l’invito dell’organizzatore Nello Di Gennaro - spiega Conti - che mi ha chiesto di diventare testimonial perché credo che sia un evento molto bello; parlo di evento e non di gara perché il comitato organizzatore sta allestendo una vera e propria festa dedicata a tutte le famiglie. Se sarà possibile, compatibilmente con i miei impegni, pedalerò anche io insieme agli appassionati che parteciperanno alla gara”.
La prima Mediofondo della Capitale, organizzata dall’Asd Amici in Bici sotto l’egida dello Csain, si disputerà su un percorso di 103 km con un dislivello di 1.460 metri: dopo la partenza da Lunghezza i corridori transiteranno per Palestrina, Genazzano, Capranica Prenestina, Zagarolo e Corcolle prima di tornare di nuovo a Lunghezza per la conclusione della prova. Oltre alla gara per amatori, ci sarà per tutti i cicloturisti la possibilità di partecipare anche ad una randonèe, che vedrà la propria partenza alle sette del mattino sempre in prossimità del Castello di Lunghezza, mentre la Mediofondo inizierà alle 9:15.
La manifestazione, però, non sarà solo sportiva, ma sarà un evento per tutta la famiglia: nel pacco gara, oltre ai vari gadget, ci sarà uno sconto per visitare Il Fantastico Mondo del Fantastico, parco di divertimenti adiacente il Castello di Lunghezza, quartier generale della manifestazione, se si entra in due, in tre o in quattro persone. Sempre all'interno del pacco gara ci saranno un buono per partecipare al pasta party finale (menù che comprende primo, secondo, contorno, dolce, frutta e acqua),una bottiglia d vino dei castelli, degli integratori Herbalife forniti dal distributore indipendente Massimo Montoro e una bandana celebrativa dell'evento realizzata in collaborazione con Leda Sport.
Per iscriversi e per ogni ulteriore informazione è possibile visitare i siti http://www.mediofondodellacapitale.it o http://www.gareinrete.it/medio-fondo-della-capitale.aspx
Cordiali saluti, Carlo Gugliotta +39 333 3132875









































Coppa Lazio 2014 - Roma 29/06/2014
6 TROFEO COMUNE DI COLONNA. 2 TROFEO ASD CICLO TEAM COLONNA-.
Grande successo questo Campionato Nazionale 2 serie Csain, in una giornata prettamente estiva sono state effettuate due partenze a distanza di tre minuti, prime a prendere il via le categorie piu' giovani : cadetti, junior, senior e veterani alle ore 09.00 dal bivio di via Casilina di Colonna.( Il territorio di Colonna è il più accreditato dagli studiosi ad aver ospitato l'antica Labicum ad Quintanas (o Labico Quintanense), città latina erede della più antica Labicum, espugnata nel 414 a.C. dai Romani guidati dal dictator Quinto Servilio Prisco. In seguito a questa espugnazione, la città venne rasa al suolo e i labicani fondarono Labicum ad Quintanas o Labici Quintanense, in prossimità della Torre detta della Pasolina presso Colonna, mentre l'esatto sito dell'antica Labici è ancora di incerta ubicazione nel territorio tra Colonna e Monte Compatri.)
Dopo alcune scaramucce al 40 chilometro allunga il giovane portacolori della asd Conti D'Angeli di Pomezia Cristian Bisonni.
riesce ad accumulare circa un minuto e tagliare in solitaria il traguardo di Colonna.
Andrea Donati (Conti D'Angeli) anticipa il gruppo e si aggiudica la categoria senior, poi Ivano Aloisi (team Terenzi) (primo categoria Veterani), ottima prova di : Simonetti, Ribeca, Maurizi, Carbone, Sciaretta, Basile, Nalli, Galuppo. Calabretti, Baccaro GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )













































Coppa Lazio 2014 - Roma 29/06/2014
6 TROFEO COMUNE DI COLONNA. 2 TROFEO ASD CICLO TEAM COLONNA-.
Grande successo questo Campionato Nazionale 2 serie Csain
Arrivo solitario anche nella seconda gara , dove il campione di Ostia Marco Bondani (cicli Fatato)stacca tutti sul duro arrivo di Colonna e si aggiudica maglia e tappa, a seguire Antonio Laghi (Deka) , Marco Quaglia(Conti D'Angeli) , Vito Bellini, Enzo Settimi, Massino Di Tommaso, Fabrizio Morganti, Stefano Serafini, Vincenzo Palumbo, Marco Di Salvo, Alfredo De Angelis.
Si aggiudica la maglia dei super gentlemen A l'atleta di Castel San Pietro Antonio Branchi (cicli Coppola) a seguire Umberto Iulianella, Aldo Perri, Olivieri Giuseppe, Ben Isa Ben Ali Maurizio.
Effettuata la consegna delle maglie dal presidente regionale Csain Lazio Marcello Pace, il vice sindaco Alessia Biocco, il consigliere della banca BCC del Tuscolo-Rocca Priora Giampiero Catervi, il consigliere allo sport Agostino Cappellini , ai neo campioni nazionali:
Cristian Bisonni(Conti D'Angeli), Luigi Maurizi(cicli Appodia), Andrea Donati(Conti D'angeli), Ivano Aloisi(team Terenzi), Marco Bondani(cicli Fatato) , Antonio Branchi(cicli Coppola), Vladimiro Pietroni(Portalandia), Marcella Lombino(World Truck).
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )

TROFEO SUPERTEAM - societa' campione regionale : 1) CONTI D'ANGELI = 452 -- 2) PORTALANDIA = 258 -- 3) CICLI FATATO = 228 -- 4) CICLI PACO = 222 -- 5) DOPOLAVORO ATAC = 192 -- 6) WORLD TRUCK = 188.....................

Prossimo appuntamento per gli iscritti alla Coppa Lazio per domenica 06 Luglio a Doganella di Ninfa per il 8° " MEMORIAL CONTE LUIGI GALAMINI DI RECANATI ".
GIRO CICLISTICO A TAPPE 7° - ( SPORT - CULTURA E......... GASTRONOMIA )














































Presentata in grande stile la prima Mediofondo della Capitale

L’evento del 28 settembre sarà dedicato anche alle famiglie con delle convenzioni con il parco tematico adiacente il Castello di Lunghezza
E’ stata ufficialmente presentata ieri, venerdì 20 giugno 2014, la prima edizione della Mediofondo della Capitale, la gara organizzata dall’Asd Amici in Bici e aperta ai tesserati F.C.I. ed enti della consulta che si terrà il prossimo 28 settembre.
La manifestazione è stata presentata all’interno delle magnifiche sale del Castello di Lunghezza, alle porte di Roma: presenti al tavolo dei relatori Nello Di Gennaro, presidente del comitato organizzatore, Biagio Saccoccio (responsabile nazionale Csain ciclismo), Marcello Pace (presidente regionale Csain e consigliere regionale CONI), Claudio Trovarelli (Responsabile Ciclismo Csain Roma), Massimo Sbardella (presidente commissione sport sesto municipio) e il comandante dei vigili urbani del sesto municipio. Presenti in sala anche Maria Cristina Navarro e Riccardo Bernardini, responsabili del Castello di Lunghezza.
“La gara sarà un importante evento - spiega Nello Di Gennaro, presidente del comitato organizzatore - in quanto è coinvolta tutta la zona est della Capitale. Nonostante sia solo la prima edizione stiamo cercando di fare le cose in grande, in quanto abbiamo a disposizione il Castello di Lunghezza, che darà l’occasione a tutte le famiglie di poter partecipare a questo evento. Non vogliamo creare infatti solo una gara di ciclismo amatoriale, ma un evento per tutta la famiglia, in quanto gli accompagnatori potranno visitare i locali del castello e portare i più piccoli al Fantastico Mondo del Fantastico, con il quale avremo una convenzione”.
La Mediofondo della Capitale, lunga 103 km, sarà valevole anche come prova del Circuito Coppa Lazio, mentre per i tesserati Csain varrà anche come prova unica per l'assegnazione della maglia di Campione Nazionale Fondo. A questo proposito, Biagio Saccoccio, in rappresentanza dello Csain, ha dichiarato che “la bellezza della Mediofondo della Capitale consiste nel fatto che non è solo una gara amatoriale, ma un evento che coinvolge tutte le famiglie e credo che questa sia la cosa più importante”. Dal punto di vista agonistico la gara assegnerà la maglia di campione nazionale fondo Csain, quindi Marcello Pace, in qualità anche di consigliere regionale del Coni, ha affermato che “la speranza è che possano iscriversi anche persone provenienti da altre parti d’Italia”.
“E’ un’opportunità importante per la nostra area - ha spiegato il presidente della commissione sport del sesto municipio Massimo Sbardella - e con esso vorremmo rivalutare ancora di più questa magnifica struttura che è il Castello di Lunghezza. Stiamo già facendo molto, ma l’occasione è importante, perché tutto il municipio sarà coinvolto da questa manifestazione”.
La gara, che avrà come testimonial il professionista della Lampre-Merida Valerio Conti, sarà dedicata alla memoria di Peppino Turchetta, presidente del Lunghezza Calcio e importante uomo di sport, recentemente scomparso.
Infine, sono stati presentati ufficialmente anche i media partner della Mediofondo della Capitale: Elleradio sarà la radio ufficiale dell’evento, mentre il sito www.gareinrete.it sarà il punto di riferimento per coloro che si sono iscritti o che vogliono partecipare. Il servizio fotografico ufficiale sarà a cura di Giampiero Maricca.
Cordiali saluti, Carlo Gugliotta +39 333 3132875


























































Coppa Lazio 2014 - 1° Trofeo Sport & Bike
Guidonia - 01 Giugno 2014.
Prima prova e subito gran successo per la neo affiliata Sport & Bike Villanova
Prova valida per l'assegnazione delle pregiose maglie di campione provinciale Roma CSAIN, Guidona a accolto con una giornata di sole estivo, gli atleti della Coppa Lazio.
Alle ore 09.20 e' stato dato il via agonistico alla gara dei piu' giovani, il percorso di 10 chilometri da ripetere sette volte ha messo a dura prova anche gli atleti piu' preparati, dopo 40 chilometri va via una fuga di sei uomini e due di questi si presentano sotto l'arco arancio Coppa Lazio, vittoria al piu' veloce Andrea Donati (Conti D'Angeli) su Marco Chialastri (World Truck), terzo gradino per Fabrizio Trovarelli (World Truck).
Otiima prestazione di : Stefano Marazza, Cristian Bisonni, Flavio Sinapi, Giorgio Maria Carbone, Roberto Paglia, Massimiliano Labbate, Cristian Bove, Lorenzo Toffanin, Marco Barcellan, Roberto Vavaliere, Cristiano D'Annunzio, Massimo Dolciotti, Marcello Montagna.







































Coppa Lazio 2014 - 1° Trofeo Sport & Bike
Guidonia - 01 Giugno 2014.
Prima prova e subito gran successo per la neo affiliata Sport & Bike Villanova
Non sono meno aggressivi i senior, ma su questa pista da formula uno non riescono a fare la differenza.
La volata e' la degna conclusione di una grande giornata di sport.
Torna alla vittori il campione di triathlon Marco Bondani (cicli Fatato) a ruota il compagno di casacca Vito Bellini e Alberto Scrugli (Conti D'Angeli).
In evidenza : Bertozzi, Quaglia, Garbini, Berardi, Santangeli, Battistelli, Serafini,Lauri.
Netta supremazia della Portalandia di Roma nella cat. super/g , primo assoluto Sergio Placidi, poi Corrado Cretto e Vladimiro Pietroni, a seguire Vittorio De Battisti, Eugenio Pistacchio, Franco Raidich, Ben Isa Ben Ali.
Prezioso il lavoro dei vigili di Guidonia agli ordini del tenente Anna Santese, delle scorte tecniche team Vessella , della Croce Rossa di Guidonia Montecelio e dei giudici nazionali CSAIN, servizio foto Maricca.
Effettuata la consegna delle maglie di campione provinciale Roma Csain dal titolare Emilio Marchionni e dal presidente onorario Antonino Di Stefano, supportati dal loro brillante team, dal consigliere Venturiello , dal responsabile CSAIN Roma Claudio Trovarelli, presso gli accoglienti locali del bar Lanciani di via Roma.
Un sentito ringraziamento al sindaco del Comune di Guidonia Dott. Rubeis
Maglie CSAIN Roma : Andrea Donati, Marco Barcellan, Fabrizio Trovarelli, Vito Bellini, Marco Bondani, Sergio Placidi, Vladimiro Pietroni, Marcella Lombino

Appuntamento per gli atleti della Coppa Lazio per domenica 08 Giugno a Cerveteri per il 2 memorial Pino Mezzopane


















































Per domande, informazioni ed altro: ciclismo_spv@hotmail.com
LA REDAZIONE DI SPORTVARI.COM DECLINA OGNI RESPONSABILITA PER EVENTUALI MANCANZE O ERRORI NEGLI APPUNTAMENTI RIPORTATI.
Sei il visitatore n Counter

This page hosted by GeoCities Get your own Free Home Page


1
1